CALCIOMERCATO/ Roma, Danilo-Isla, doppio arrivo da Udine?

- La Redazione

Giallorossi sulle tracce dei due ‘friulani’: per il brasiliano c’è la sponsorizzazione del suo agente, lo stesso di Marquinho, mentre il cileno piace a diverse big nostrane…

danilo_udinese_r400
Danilo (Foto: Infophoto)

La Roma ha deciso di guardare in casa Udinese per rafforzare il proprio organico. Non è certo l’unica, va detto, conoscendo la bontà dell’organico a disposizione di Francesco Guidolin. Uno dei preferiti della dirigenza giallorossa, com’è noto, è Mauricio Isla. Il jolly cileno viene considerato al 100% uno da Roma. Grintoso, buone doti tecniche e grande duttilità, Isla può essere impiegato sia sulla fascia destra – come terzino o esterno alto – che come interno di centrocampo. Il suo nome è finito da tempo anche sul taccuino dell’Inter, che ne apprezza l’esperienza accumulata in questi anni con la maglia bianconera. I Pozzo potrebbero decidere di accontentare il giocatore, che sogna l’approdo in una big, ma non si accontenteranno di meno di 15 milioni di euro. Una cifra importante, che qualsiasi club dovrà considerare bene prima di sborsarla. Per di più, parliamo di un calciatore sì ottimo, ma attualmente alle prese con un grave infortunio al ginocchio. Oggi lo stesso Isla ha esternato su Twitter tutta la propria voglia di tornare a giocare, sottolineando che si sta sottoponendo ad un duro lavoro fisico per recuperare. Non solo lui, ma anche Danilo, suo compagno di squadra, è nel mirino della Roma. I giallorossi, si sa, hanno diversi problemi in difesa e hanno pensato bene di affidarsi al brasiliano per risolverli. L’agente del difensore, Marcio Rivellino, che poi è lo stesso della rivelazione Marquinho, ha incoraggiato le speranze di Sabatini e soci, sempre su Twitter: “Mi piacerebbe veder giocare insieme Marquinho e Danilo”. E chissà, appunto, che non possa essere proprio Trigoria la sede di questa ‘rimpatriata’. Di certo, la Roma farà di tutto nel prossimo mercato per rafforzarsi. La prima annata dell’era Luis Enrique sta servendo soprattutto in ottica futura, a gettare le basi della squadra che verrà. Molte cose buone si sono viste, e anche altre meno buone, ma la base c’è. Attorno ai vari Osvaldo, Lamela, Pjanic, Stekelenburg si può costruire davvero una bella Roma. Per il resto occorreranno due-tre difensori di livello – e uno di questi potrebbe essere proprio Danilo – un esterno affidabile – Isla? – e a centrocampo dovrà necessariamente essere riscattato Gago, ottimo soprattutto nella prima parte di stagione. In attacco, dovrebbe rimanere Bojan, e andrà chiarita la posizione di Totti. 

Per il Pupone potrebbe profilarsi un finale di carriera part-time, alla Del Piero. Non sempre, infatti, il capitano ha dimostrato di poter reggere al meglio i 90′: gli anni passano per tutti…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori