CALCIOMERCATO/ Juventus, ag.Giovinco: “Roma? No comment” (esclusiva)

- La Redazione

Giovinco-Roma, una semplice suggestione di calciomercato o una pista concreta e credibile? Parla Andrea D’Amico, procuratore della Formica Atomica, in esclusiva per IlSussidiario.net.

Borriello-Juventus
Borriello (infophoto)

Giovinco-Roma, una semplice suggestione di calciomercato come tante altre o una pista concreta e credibile? Domanda lecita, soprattutto considerando l’abbondanza della Juventus in attacco e le voci che vorrebbero i bianconeri alla ricerca di un Top Player proprio lì davanti. Se a questo quadro si aggiunge poi la settimana brillante di Borriello, sbloccatosi al Manuzzi di Cesena e ripetutosi a Novara, il dado pare esser tratto. Le ultime ottime prestazioni dell’attaccante napoletano hanno sicuramente cambiato qualcosa nelle strategie della vecchia signora; l’ipotesi del riscatto, impensabile sino ad una settimana fa, inizia a serpeggiare negli uffici di Corso Galileo Ferraris. Il problema restano però gli otto milioni di euro fissati per il riscatto del cartellino dell’attaccante, effettivamente troppi per un giocatore che dovrebbe semplicemente rientrare nella turnazione di attaccanti alla quale Conte sarà chiamato con l’impegno della Champions League. Ecco allora giungere la proposta (indecente?) della Roma: dateci metà Giovinco e ne riparliamo. Una proposta che sarebbe valutata con attenzione dai dirigenti bianconeri (clicca qui per approfondimenti). Difficilmente infatti la Formica Atomica potrebbe trovare spazio nella squadra di Conte e sarebbe, per questo motivo, sacrificabile come pedina di scambio. Per confermare le indiscrezione raccolte nelle ultime giornate abbiamo così contattato, in esclusiva per IlSussidiario.net, il procuratore del giocatore Andrea D’Amico. L’agente del talento classe 1987, però non pare volersi sbilanciare: “Preferisco non commentare indiscrezioni sui miei giocatori”. Chiusura che può voler dire tutto o niente, proviamo così ad incalzarlo. “Roma sarebbe una piazza adatta per Giovinco? In tutta onestà preferisco non rilasciare dichiarazioni d’intenti perché ogni giorno sono costretto a dire: ‘La Roma andrebbe bene’, ‘Il Chelsea andrebbe bene’. Preferisco non rilasciare dichiarazioni”. In casa giallorossa comunque, ci sperano. Per quanto riguarda il rapporto Borriello-Roma, può più o meno esser fatto lo stesso discorso valevole per Giovinco in bianconero, con la non ininfluente aggiunta di un amore mai sbocciato tra la punta e l’ambiente capitolino. Un rapporto incrinato dai mal di pancia dell’attaccante per le continue esclusioni e dalle poche reti messe a segno con la maglia dei capitolini.

Per questo motivo, la possibilità di scambiare un giocatore ormai bruciato agli occhi dei propri tifosi,per uno funzionale al progetto di crescita e con ancora ampi margini di miglioramento equivarrebbe al più classico “prendere due piccioni con una fava”. Ci sarà solo da valutare la volontà della Juventus e le risposte che Borriello fornirà in questo sprint finale. Regalare altre reti tricolore non potrebbe fare altro che gettare altra benzina sul fuoco della trattativa.

 

(Massimiliano de Cesare)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori