CALCIOMERCATO/ Roma, Borini, Sabatini non vuole perderlo ma il Parma…

- La Redazione

Tante richieste per l’attaccante giallorosso, a metà con il Parma. Il presidente gialloblù Ghirardi ha fatto il punto della situazione, lasciando capire che ogni sviluppo è possibile…

fabio_borini_roma_esultanza_r400
Fabio Borini (Infophoto)

Tutti pazzi per Fabio Borini. L’attaccante della Roma è reduce da un’ottima stagione, in cui, almeno fino all’infortunio, ha segnato e mostrato cose egregie. Al suo primo anno in A, ha realizzato 9 reti in 24 presenze, nemmeno tutte da titolare: un bottino niente male, a cui va aggiunto un acuto in Coppa Italia. Il calciomercato della Roma spera di non perdere il ragazzo che si è dimostrato umile, coraggioso, sfrontato. Il suo agente Marco De Marchi se lo mangia con gli occhi e ha sempre sottolineato la sua voglia di far bene. Cosa che in una piazza come quella capitolina, con tutte le pressioni che ci sono, non è affatto facile, eppure il buon Fabio è riuscito a superare l’esame. Naturale, quindi, che alla sua porta si affollino i grandi club. Inter e Juve farebbero follie per lui e, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbero già bussato più volte in casa Parma per sondare il terreno. Già, perchè il ragazzo è a metà tra i giallorossi e i ducali, che ora, per bocca del presidente Tommaso Ghirardi – intervenuto oggi ai microfoni di Sky – hanno fatto sapere che aspettano le prossime mosse dei ‘dirimpettai’. “Vediamo se la Roma lo riscatta o lo vorrà vendere”, ha spiegato il patron, scartando l’ipotesi di un ritorno in Emilia “perchè guadagna troppo”. L’obiettivo del club emiliano è presto detto: “Vogliamo capitalizzare il più possibile”. Sabatini e soci, dunque, sono avvertiti. Guai, in ogni caso, a farsi sfuggire un talento come Borini, incluso dal ct Cesare Prandelli tra i pre-convocati per Euro 2012. Il romanista è molto stimato dal mister, e le possibilità di far parte dei magnifici 23 della spedizione in Polonia e Ucraina sono piuttosto alte. Prima gli Europei, dunque – ‘Prando’ permettendo – e poi il mercato. Non è detto, comunque, che il nodo-futuro non venga sciolto prima dell’inizio della manifestazione continentale. Il ragazzo, dal canto suo, è stato molto chiaro: vuole rimanere alla Roma, che gli ha dato subito la necessaria fiducia, grazie ad un tecnico coraggioso come Luis Enrique. Uno che avrà mille difetti, ma che ha dimostrato di non avere alcun timore a puntare sui giovani, gettando nella mischia anche i baby Piscitella, Viviani e Tallo. E’ dalla linea verde che si ripartirà a Trigoria, anche in assenza dell’asturiano, che ha deciso di fare le valigie dopo un’annata avara di soddisfazioni. E uno come Borini non potrà non esserci.

Le big si mettano il cuore in pace, a meno che non presentino la classica proposta indecente. L’Inter è pronta a tuffarsi sul giocatore italiano ma Parma e Roma hanno buoni rapporti e dunque troveranno l’accordo per la cessione a titolo definitivo. Ma in caso contrario anche la Juventus entrerebbe in gioco per Borini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori