CALCIOMERCATO/ Roma, idea Giroud per l’attacco, piace Merkel

- La Redazione

Giallorossi a caccia del bomber del Montpellier, decisivo con le sue reti per la conquista del titolo in Ligue 1. I capitolini inseguono anche il giovane centrocampista di scuola Milan…

olivier_giroud_r400
Olivier Giroud (Infophoto)

Il calciomercato della Roma ha deciso di puntare su Olivier Giroud. Il bomber francese è stato decisivo con le sue reti per la conquista del titolo in Ligue 1, andato a sorpresa alla rivelazione Montpellier, che ha sconfitto il più quotato Paris Saint-Germain. Logico che dopo un’annata così il ragazzo abbia attirato le mire di tantissimi club europei, tra cui, appunto, i giallorossi. Il ds Walter Sabatini sta pensando infatti a prendere un attaccante di spessore, soprattutto nel caso in cui dovesse partire Pablo Daniel Osvaldo, accostato al Napoli – come possibile erede di Cavani – e ad alcune squadre spagnole (Malaga e addirittura Real Madrid). Giroud, 25 anni, contratto in scadenza nel 2014, piace molto all’Arsenal: è nota la predilezione di Arsene Wenger per i calciatori del suo paese. Strapparlo ai freschi campioni di Francia, ad ogni modo, non sarà facile. La Roma proverà a convincere l’attaccante promettendogli una squadra d’alto livello, che sappia farsi rispettare nel campionato italiano dopo l’annata interlocutoria vissuta con Luis Enrique. Sbagliare un’altra stagione non è possibile: i dirigenti – Baldini e Sabatini su tutti – lo sanno e per questo si giocheranno una bella fetta di carriera e di credibilità. Giroud è una pista, una suggestione, peraltro non l’unica. In avanti, in particolare, bisognerà sciogliere il nodo Borini, per il quale va risolta la comproprietà col Parma, tenendo a bada, nel contempo, le sirene delle altre big. E poi bisognerà rafforzare con innesti mirati difesa e centrocampo. Per il reparto di mezzo, l’ultimo nome in ordine cronologico accostato alla Lupa è quello di Aleksandar Merkel, appena riscattato dal Genoa nell’ambito dell’operazione El Shaarawy. Nel campionato appena trascorso il ragazzino di scuola Milan non ha brillato molto, ma le sue qualità rimangono indiscutibili. Forse si dovrà trovare una squadra ed un allenatore che sappiano valorizzarlo al meglio, trovandogli la giusta posizione in campo. Il talento, quando c’è, non può evaporare nel nulla. Vale per Merkel e per tutti i giovani talenti che quest’anno, per un motivo o per un altro, non sono riusciti a dare il meglio del loro repertorio. Primo fra tutti, Bojan Krkic, uno che, quasi sicuramente, meriterebbe un’altra chance. Tecnica e senso del gol ci sono, c’è solo da affinare un po’ il carattere, soprattutto viste le pressioni che bisogna affrontare nella piazza capitolina.

Chissà che il prossimo anno non riusciremo a vedere il vero Bojan: è questa la speranza di Sabatini e di tutta la tifoseria giallorossa. Ovviamente molto dipenderà dalle offerte che arriveranno in estate per l’ex talento del Barcellona.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori