CALCIOMERCATO/ Roma, Lovren altro nome per la fascia sinistra

- La Redazione

E’ Dejan Lovren il nome nuovo per la fascia sinistra della Roma. Il croato del Lione era già stato seguito gli anni scorsi, ora a 23 anni sembra pronto a vestire la maglia giallorossa.

Lovren_R400
Dejan Lovren, terzino sinistro del Lione (Infophoto)

Sembra essere la fascia sinistra il ruolo in cui la Roma intende operare con maggior decisione. Spunta un nome nuovo nell’agenda di Walter Sabatini, e poi non è nemmeno troppo nuovo: si tratta di Dejan Lovren, 23 anni, croato, che già gli anni scorsi era stato seguito dai giallorossi. Oggi gioca nel Lione dove sta completando la seconda stagione, e si è messo in luce in Ligue 1 e in Champions League come un ottimo elemento. Nel 2010 Don Balon l’ha inserito nella lista dei calciatori migliori nati nel 1989 e oltre. Sarà lui il futuro esterno mancino all’Olimpico? Chissà. La realtà è che la Roma al momento ha in rosa José Angel, costato 5 milioni di Euro la scorsa estate: Luis Enrique l’ha fortemente voluto con sè nella sua avventura italiana, ma l’ex Sporting Gijon non ha convinto appieno, rivelandosi più utile in fase di spinta che altro; ed è chiaro che l’eventuale addio del tecnico asturiano, ora sempre più probabile, cambierebbe qualche scenario rispetto ai giocatori che sono arrivati quest’anno a Trigoria. Tra questi c’è anche Bojan Krkic, in prestito dal Barcellona dove ragionevolmente dovrebbe tornare. Parlavamo di Lovren, però: il terzino croato è solo l’ultima idea per quella fascia. Il primo nome è quello di Franck Tabanou, del Tolosa: l’età è la stessa, la valutazione più o meno anche (siamo tra i 3 e i 5 milioni di Euro), così come è uguale il campionato di provenienza, quella Ligue 1 dove ultimamente stanno guardando un po’ tutti (la Roma stessa, per esempio, monitora le prestazioni di Nicolas Nkolou, difensore centrale del Marsiglia). Quest’anno, la difesa della Roma ha fatto acqua: il tipo di gioco voluto da Luis Enrique, probabilmente poco adatto al calcio italiano, ha pagato pegno per quanto riguarda la fase difensiva, sulla quale hanno influito in negativo anche e soprattutto gli infortuni di Burdisso e Juan. E’ sugli esterni però che i giallorossi hanno più sofferto: abbiamo visto la Roma subire tantissimi gol per disattenzioni sugli inserimenti laterali. Luis Enrique non ha avuto a disposizione terzini di ruolo, se non Alejandro Rosi e, appunto, José Angel. Che, però, sono più propensi ad attaccare. 

Gli altri li ha dovuti adattare, a cominciare da Rodrigo Taddei, fino ad arrivare a Marquinho, ultimamente proposto sulla corsia mancina. Lovren piace tanto a Sabatini, e il costo non è proibitivo: con lui, la Roma otterrebbe un terzino affidabile ed esperto, che sa cosa vuol dire giocare sotto pressione. Resta da capire cosa ne sarà di José Angel, perchè è difficile ipotizzare che entrambi resteranno nella rosa della Roma: uno dei due finirà per non giocare, o per farlo molto poco (a oggi, la Roma non si qualificherebbe nemmeno per l’Europa League). 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori