CALCIOMERCATO/ Roma, Zamparini annuncia Montella ai giallorossi, e lui…

- La Redazione

Maurizio Zamparini esce allo scoperto e rivela che Vincenzo Montella sarà il prossimo allenatore della Roma. Poi, con una battuta (davvero?) si autoproclama futuro tecnico del Palermo.

vincenzo_montella_applauso_r400
L'ex della gara Vincenzo Montella (Infophoto)

“Il prossimo allenatore del Palermo? Sarò io. Vi sto dando un grande scoop, è la notizia bomba del prossimo anno”. A parlare è Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, nel corso della trasmissione Un giorno da pecora, in onda su Radio 2. Una semplice battuta? Conoscendo il personaggio, saremmo portati a pensare che possa non essere così. Zamparini è un mangia allenatori, un personaggio estroso, quindi non ci stupiremmo più di tanto se all’inizio della prossima stagione i rosanero avessero lui sulla panchina. La notizia, comunque, il grosso scoop di Zamparini, non è questa, e non è nemmeno la dichiarazione su Sannino (“E’ l’allenatore del Siena”), secondo molti prossimo tecnico del Palermo, vista la nomina di Giorgio Perinetti quale direttore sportivo dei siciliani. La notiza è quella che, indirettamente, Zamparini concede all’inizio della sua risposta, quando gli viene appunto chiesto chi sarà il successore di Bortolo Mutti. “Montella? Non verrà a Palermo, lui va alla Roma”. Fermi tutti: un’altra boutade? Qui ci andremmo con i piedi di piombo. Montella è uno dei principali candidati alla panchina dei giallorossi, forse addirittura il numero uno sulla lista di Walter Sabatini. E’ in ballottaggio con altri due nomi, ovvero Villas-Boas e Marcelo Bielsa, e negli ultimi tempi erano circolate indiscrezioni secondo le quali la società sarebbe stata divisa tra una soluzione italiana e una straniera. Con Villas-Boas ci sono stati contatti, anche avanzati, ma a questo punto sembra davvero probabile che sarà Montella il prossimo allenatore della Roma. Naturalmente, l’addio di Pietro Lo Monaco al club spinge l’Aeroplanino lontano dalla Sicilia. A Roma, sarebbe un clamoroso ritorno: al di là dei tanti anni da giocatore (nove) passati all’Olimpico, lo scorso anno l’Aeroplanino era stato chiamato da Rosella Sensi a chiudere il campionato con i giallorossi, a seguito dell’esonero di Claudio Ranieri. Montella non fece male: vinse, per esempio, il derby di ritorno contro una lanciatissima Lazio, e questa è una cosa che non si dimentica. Ma nemmeno riuscì a portare ad altri livelli la squadra, che terminò il campionato al sesto posto in classifica, centrando solo la qualificazione ai preliminari di Europa League. A fine stagione non fu confermato: era considerato un traghettatore, nel frattempo si lavorava alla pista Luis Enrique. Montella si è quindi ritrovato a Catania…

… dove ha ottenuto grandi risultati, salvando gli etnei con largo anticipo, trovandosi a un certo punto al settimo posto in classifica e centrando il record di punti in serie A e quello di striscia di imbattibilità più lunga per il club nella massima serie. Risultati che avrebbero convinto la dirigenza della Roma a riportarlo a “casa” Su di lui, però, ci sono dei dubbi legati al fatto che, una volta trattatosi di fare il salto di qualità e di provare ad agganciare l’Europa, il Catania si è squagliato, perdendo contatto dalla stessa Roma e dall’Inter e facendosi rimontare e superare da Parma e Bologna. Poi, questo è un dato di fatto che non si può non citare, a Catania negli ultimi anni hanno fatto tutti bene: da Zenga, a Mihajlovic, a Diego Simeone. Evidentemente, la società rossazzurra garantisce un ambiente ottimale nel quale lavorare senza troppe pressioni. Vedremo se alla Roma, sempre che la dichiarazione di Zamparini trovi riscontri nei fatti, Montella troverà la stessa serenità. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori