CALCIOMERCATO/ Roma, Destro non è una pista chiusa. Spiragli per Gago?

- La Redazione

Giallorossi a caccia del bomber del Siena, a metà col Genoa e cercato anche da Inter e Juventus. Sul fronte riscatti, nuove speranze per la permanenza di Gago…

Destro_intrigo
Mattia Destro, attaccante del Siena e dell'Under-21 (Foto Infophoto)

E’ forse la concorrente meno accreditata, ma nella corsa al giocatore non si sente inferiore a nessuna. La Roma fa sul serio per Mattia Destro, al centro di un’intricatissima telenovela di mercato. Il 21enne bomber è a metà tra Genoa e Siena, che non hanno trovato alcun accordo sul suo futuro e anzi rischiano di andare alla guerra, come si è capito dalle ultime affermazioni di Enrico Preziosi sulla questione. Il patron dei rossoblu è stato chiaro nell’affermare che il prossimo anno Destro giocherà ancora nel Siena (clicca qui per approfondire), chiudendo di fatto le porte a tutte le grandi squadre che hanno bussato alla porta di Genoa e Siena per assicurarsi le prestazioni dell’attaccante. Originalmente sembrava tutto fatto per l’Inter, ma il riscatto di Samuele Longo e le dichiarazioni di Marco Branca sui sacrifici che la Beneamata dovrà compiere (clicca qui per saperne di più) hanno di fatto allontanato i nerazzurri dall’obiettivo. Ecco che allora è spuntata la Roma, da sempre interessata al ragazzo e ora anche più vicina ad acquistarlo, visti anche i frequenti contatti tra i direttori sportivi Stefano Capozucca e Walter Sabatini. Stando a quanto riferito dal Corriere dello Sport, la Roma potrebbe provare a convincere il Genoa, comproprietario del cartellino di Destro, offrendo Marco Borriello – di rientro dal prestito alla Juventus, per lui si tratterebbe di un ritorno – il giovane Andrea Bertolacci e un conguaglio economico, probabilmente di 7-8 milioni di Euro. Qui, però, ci sono due problemi. Il primo riguarda il Siena che, coproprietaria del cartellino di Destro, può sempre decidere di mettersi in mezzo e cedere alle lusinghe della Juventus, con cui ha ottimi rapporti e che ha chiesto informazioni sul giocatore (Marotta ha confermato che ai bianconeri l’attaccante piace, e ragionevolmente potrebbero virare su di lui qualora non riuscissero ad arrivare al top player). Il secondo intoppo sulla strada verso Roma è quello rappresentato dal riscatto di Fabio Borini. I due sono compagni di Under 21, ma la Lupa ha un parco attaccanti ben fornito, potendo contare anche su Osvaldo, Bojan, Lamela (che può giocare anche a centrocampo, ma rende decisamente di più vicino alla porta) e ovviamente Totti. Forse troppi, anche se il 4-3-3 di Zeman ha bisogno di sostituti all’altezza e soprattutto in buon numero, per evitare di rimanere scoperti. Destro e Borini però, pur potendo giocare sull’esterno (più il secondo), sono fondamentalmente prime punte, e schierarli insieme potrebbe essere deleterio e rischierebbe di limitare il potenziale dei due. Dunque, al momento la soluzione più probabile è quella di un’altra stagione a Siena, con una comproprietà da risolversi la prossima estate. Ipotesi ventilata dal regolamento: nonostante l’impegno verbale tra Preziosi e Mezzaroma che si erano impegnati a chiarire le cose entro il 31 agosto dell’anno in corso, infatti, il riscatto della metà di Destro da parte del club toscano ha aperto una nuova comproprietà, che dunque ha una nuova scadenza tra un anno. Una svolta ancora possibile, ma sempre più difficile. In settimana, intanto, la Roma – oltre che nella corsa a Destro – si impegnerà sul fronte riscatti. Detto di Borini, passato interamente ai giallorossi, ora Sabatini si concentra su Fernando Gago; sembrava scontato il suo ritorno al Real Madrid, ma la verità è che nelle Merengues l’argentino non troverebbe spazio, chiuso da Xabi Alonso e Khedira che Mourinho ritiene insostituibili (al punto che anche uno come Nuri Sahin è stato costretto ad assaggiare tanta panchina). Dal canto suo, la società giallorossa lo vuole confermare a Trigoria e l’ipotesi è gradita al giocatore: la cifra fissata da Florentino Perez equivale a 1,7 milioni di Euro, considerati ancora una spesa eccessiva da Sabatini, che però sta già lavorando a uno sconto. Nel caso, Gago sarà il “volante” della Roma di Zeman? Lo vedremo, visto che le alternative a centrocampo si sprecano: 

L’ipotesi per ora è quella di schierare Pjanic e De Rossi come mezzali, ma c’è anche la soluzione Marquinho (a proposito: anche lui va riscattato), ci sono i giovani Viviani e Verre (sappiamo della predilezione del boemo nel lavorare con calciatori dalla carta d’identità verde) e naturalmente De Rossi può giocare davanti alla difesa. Prima di fasciarsi la testa con schemi e pedine, però, val bene la pena chiudere i conti con il Real Madrid.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori