CALCIOMERCATO/ Roma, Destro-Ogbonna-Bradley, Sabatini non molla la presa

- La Redazione

Giallorossi a caccia di innesti in difesa e a centrocampo. Il preferito per la retroguardia rimane il granata, mentre Castan è in dirittura d’arrivo. Occhi puntati, inoltre, sull’americano.

angelo_ogbonna_r400
Angelo Ogbonna (Infophoto)

La Roma non ha ancora abbandonato la pista Destro, autentico sogno di questo calciomercato per il ds giallorosso Sabatini. La difficile operazione dovrà ovviamente portare alla convergenza di ben quattro volontà: quella del Genoa di Preziosi, quella del Siena e dell’entourage del giocatore che, dal canto suo, sarebbe euforico di approdare alla corte di Zeman. Al momento i capitolini premono forte con la società ligure e valutano le diverse opzioni sulle quali imbastire una trattativa. L’intero cartellino del giocatore dovrebbe aggirarsi per una cifra prossima ai 16 milioni di euro, una somma che Sabatini vorrebbe ammorbidire con l’inserimento di parziali contropartite tecniche (Borriello e Bertolacci i maggiori candidati). Prima di approfondire il discorso bisognerà però sperare che il Genoa si accordi con il Siena, magari, perché no, proprio grazie all’inserimento della società giallorossa nella trattativa. In ogni caso, Sabatini sembra avere superato nelle ultime ore, tanto la Juventus quanto l’Inter nella corsa al talento della nazionale italiana. Discorso simile è quello riguardante la situazione di Angelo Ogbonna. Il difensore del Torino è molto gradito a Zdenek Zeman, che lo ha messo in cima alla lista delle priorità. Il tecnico boemo vuole un nuovo centrale, duttile e di qualità, e chi meglio del granata, giocatore ormai nel pieno della carriera e desideroso di spiccare il grande salto verso una big. Il problema è sempre lo stesso, convincere il presidente Urbano Cairo, che vuole almeno 20 milioni di euro per il suo gioiello. I giallorossi sono disposti ad arrivare al massimo a 11, comprensivi di contropartite tecniche, come riferito dal Corriere dello Sport. Il Toro ha già detto di no alla proposta di una serie di giovani in prestito o in comproprietà, ma il discorso potrebbe cambiare qualora la Roma inserisse nell’affare giocatori già pronti come Pizarro o Brighi. Per il cileno, però, l’ostacolo insormontabile sarebbe quello dell’altissimo ingaggio. Si vedrà, comunque, la cosa certa è che i capitolini non molleranno facilmente la presa. La società, intanto, si prepara ad abbracciare il brasiliano Leandro Castan, atteso dall’ultimo impegno stagionale con la maglia del Corinthians, ovvero la finale di ritorno di Coppa Libertadores, contro il Boca Juniors. Dopodichè, sarà finalmente Roma, pronta ad investire oltre 5 milioni per colui che è stato definito come il ‘nuovo Lucio’. A Castan dovrebbe andare un buon quadriennale, con ingaggio da 1,6 milioni a stagione (a salire). Il centrale e Dodò, pure lui in arrivo dal Timao, saranno i due nuovi extracomunitari del club giallorosso. A centrocampo, invece, il direttore sportivo Walter Sabatini sta cercando di stringere per Michael Bradley, statunitense del Chievo. Secondo l’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, l’affare sarebbe in dirittura d’arrivo. Forse già domani potrebbe essere il giorno buono per l’annuncio. Ai veronesi andrebbero 5-6 milioni. Beffato, dunque, il Palermo, che pure era molto interessato all’americano. Non è da escludere che ai gialloblù vengano girate in cambio delle contropartite tecniche, come Leandro Greco o almeno uno dei giovani Stoian e Piscitella. Pian piano, dunque, il calciomercato romanista sta prendendo forma. Gli obiettivi sono chiari, gente di qualità, possibilmente giovane e non troppo costosa.

Del resto, con un passivo di circa 50 milioni non si scherza. E poi Baldini è stato chiaro: questa Roma non va rivoluzionata, ma solo migliorata con 4-5 innesti di livello. I primi stanno già per arrivare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori