CALCIOMERCATO/ Roma, Juan giura fedeltà, sirene cinesi per Pizarro

- La Redazione

Il brasiliano vuole rimanere nella Capitale, come ribadito anche dal suo agente. Da vedere il parere di Zeman in merito, mentre il regista cileno ha estimatori in Cina…

juan_roma_r400-1
Il brasiliano Juan (Infophoto)

Le squadre di Zeman, si sa, sono fatte per i corridori. Serve gente giovane, atletica, che riesca a correre il doppio degli avversari. Il calciomercato della Roma ha voluto puntare sul boemo perchè conosce bene le sue idee, per via della militanza sulla panchina della Lupa dal 1997 al 1999. Un periodo breve ma intenso, che è rimasto nel cuore del popolo giallorosso e dello stesso allenatore. Chissà se i giocatori più esperti della Roma faranno parte del nuovo corso. Gente come Juan o Pizarro, ad esempio. Il difensore brasiliano, da tempo corteggiato (invano) dal Flamengo, ha sempre sottolineato la sua voglia di rimanere nella Capitale fino alla scadenza del contratto, cioè fino al 2013. A maggior ragione ora che c’è mister Zeman, da lui definito oggi come “uno dei tecnici più bravi e stimolanti del calcio italiano”. Curiosità ed entusiasmo, dunque, nell’approccio di Juan al mondo zemaniano, che per lui rappresenta una novità assoluta. Attualmente il brasiliano è al lavoro per smaltire l’infortunio di marzo, una lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Il suo obiettivo è quello di tornare a disposizione per l’inizio del ritiro, che si terrà dal 5 al 17 luglio a Riscone di Brunico, meta assai cara ai giallorossi, ormai degli habituè della zona. Il raduno è fissato per il 3 luglio a Trigoria. Come se non bastasse, ci ha pensato anche l’agente Michele Gerbino a garantire sul futuro di Juan: “La sua permanenza a Roma mi pare scontata”. In passato, ha spiegato Gerbino all’Ansa, ci sono state possibilità di partire, ma per vari motivi le relative trattative sono tramontate. Non è da scartare invece l’addio di David Pizarro, un altro dei senatori della Roma, il cui futuro con Zeman è tutt’altro che sicuro. Secondo TuttoMercatoWeb, per il cileno si sarebbe fatto vivo lo Shangai Shenhua, offrendo un ingaggio di 6 milioni e mezzo per due anni. Il contratto dell’ex Udinese scadrà nel 2013 e di sicuro, per motivi di età, non verrà rinnovato. La destinazione cinese, però, non sarebbe troppo gradita al playmaker, che vorrebbe giocarsi le sue carte nella Roma, prima di tornare in patria il prossimo anno. Un progetto niente male, che però potrebbe cozzare con le idee del tecnico boemo, che sembra intenzionato ad affidare le chiavi del centrocampo a Daniele De Rossi, come spiegato nella sua conferenza di presentazione.

Per lui il centrocampista romano è un centrale, non di difesa, al contrario di come lo schierava talvolta Luis Enrique. E di come vorrebbe schierarlo il ct azzurro Prandelli, in vista del durissimo esordio a Euro 2012 contro la Spagna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori