CALCIOMERCATO/ Roma, Lamela al Palermo per Hernandez: semplice idea o…?

Pazza idea di mercato in casa Roma: girare il giovane Lamela al Palermo in cambio del talento uruguagio dell’attacco rosanero, Abel Hernandez: Sabatini e Perinetti al lavoro

25.09.2012 - La Redazione
lamela_8_romaR400
Erik Lamela (Foto: Infophoto)

Il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini starebbe studiando nuove operazioni di mercato in vista della finestra di trattative del prossimo gennaio del 2013. Quanto iniziato la scorsa estate è infatti solamente una prima parte del profondo restyling che Zdenek Zeman ha voluto attuare una volta tornato sulla panchina giallorossa, e ci sarà probabilmente qualche mossa anche questo inverno prima del calciomercato estivo. In particolare, il direttore sportivo della Roma avrebbe in mente, secondo il portale goal, uno scambio tutto sudamericano: Erik Lamela verrebbe mandato a Palermo in cambio di Abel Hernandez. Operazione alla pari: si lavorerebbe sull’iportesi del prestito con diritto di riscatto da entrambe le parti, le cifre dei cartellini lo consentono e anche a livello tecnico la mossa avrebbe un senso. Lamela infatti non si è calato negli schemi di Zeman: non parte titolare, al momento sta avendo spazio per l’indisponibilità di Osvaldo ma le prime uscite, nonostante il gol contro il Bologna, non hanno convinto. “E’ quello che ci ha capito meno del mio modo di giocare”, ha detto del Coco il tecnico boemo. A Palermo troverebbe un ambiente nel quale sarebbe decisamente più importante nell’undici titolare: i rosanero sono una squadra senza troppa qualità, un giocatore tecnico come Lamela potrebbe andare a nozze insieme a Ilicic e Miccoli. Dall’altra parte, Hernandez è un giocatore che Sabatini conosce bene: è stato lui a portare l’attaccante uruguayno in Sicilia, e adesso lo rivorrebbe indietro. Hernandez a Palermo sta vivendo un periodo difficile: prestazioni scadenti che hanno fatto tunoare il presidente Zamparini all’indomani della sconfitta contro l’Atalanta: “Deve capire che se non fa una vita da atleta non riuscirà mai ad essere decisivo, nè a Palermo nè in altre piazze”. Gasperini lo terrà in panchina domani sera a Pescara: un’esperienza in un ambiente competitivo come quello di Roma potrebbe svegliarlo dal suo torpore, e Zeman avrebbe a disposizione un attaccante diverso rispetto a Lamela che potrebbe inserirsi meglio nei suoi schemi. La formula del prestito oltre a essere una costante negli affari di oggi permette di cautelarsi: i due giocatori in caso di fallimento tornerebbero alle rispettive squadre senza colpo ferire, al contrario se dovessero esplodere ci sarebbero i margini per accordarsi a fine stagione. Per ora è soltanto un’idea, ma è sicuramente una suggestione che può essere approfondita: 

Può trattarsi del classico caso in cui basta cambiare aria per sbocciare definitivamente, un po’ come successo a Pazzini che nella Fiorentina giocava poco e non appena si trasferì alla Sampdoria cominciò a segnare con grande regolarità, fino a essere decisivo per la qualificazione ai preliminari di Champions League. Che Lamela ed Hernandez possano avere lo stesso impatto con le nuove maglie? Dal prossimo gennaio, se la cosa andrà in porto, potremo scoprirlo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori