JUVENTUS-ROMA/ La conferenza stampa di Zdenek Zeman alla vigilia della partita (video)

- La Redazione

Il video con le parole di Zdenek Zeman durante la conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Roma, big match della sesta giornata di serie A. Non è mancato il sarcasmo nelle parole del boemo

zeman_sigarettaR400
Zdenek Zeman - InfoPhoto

C’è un giorno che i tifosi juventini aspettano da tanto tempo. Quello del ritorno di Zdenek Zeman a Torino nelle vesti di avversario. Il nemico, come viene considerato all’unanimità dai sostenitori bianconeri, guiderà la Roma alla ricerca della seconda vittoria in campionato. E il nemico ha parlato, nella consueta conferenza prepartita, rispondendo alle domande dei giornalisti che inevitabilmente hanno cercato di stimolare l’argomento rivalità. E qualcosa hanno spremuto dalla solità impassibilità del boemo: come una mezza frecciatina a Massimo Carrera, che invece ha delegato la presenza in sala stampa al preparatore dei portieri juventino, Claudio Filippi. Una scelta che sicuramente farà discutere e su cui Zeman ha speso un periodo sfumato di veleno. Il boemo ha poi difeso a spada tratta la fase difensiva della sua squadra, sempre sotto accusa: “Non sono deluso dalla mia difesa, contro la Sampdoria abbiamo subito pochissimi tiri. Per me la difesa si giudica da quante occasioni concedi all’avversario. In queste quattro partite non abbiamo mai sofferto sul piano del gioco“. Interessante anche la risposta a chi mette in dubbio la tenuta atletica della Roma, che tende ad appannarsi dopo l’ora di gioco: “Non esiste un problema fisico, i miei giocatori corrono male ma hanno nelle gambe i novanta minuti. Se davvero c’è un problema del genere come dite voi lo vedremo domani“. In sede di formazione la Roma dovrebbe finalmente ritrovare Osvaldo, anche se Zeman ha smussato gli entusiasmi sul rientro dell’italo argentino: “Sembra sempre che chi manca è più importante. Io stimo molto Osvaldo, ma in alcune partite non ha segnato nè trascinato. Può farci crescere“. Zeman ha ribadito che confermerà Stekelenburg anche dopo la papera che è costata due punti nell’ultimo impegno di campionato. L’undici iniziale dovrebbe vedere all’opera Taddei nel ruolo di terzino destro, mentre Ivan Piris dovrebbe partire dalla panchina. Il centrocampo riaccoglierà De Rossi dal primo minuto e registra l’assenza di Miralem Pjanic per infortunio, mentre in attacco spazio al tridente con Osvaldo, Totti e Lamela. Ma forse è ancora presto per parlare di formazione e chissà che Zeman non ci riservi qualche sorpresa. La partita contro la Juventus, spogliata degli immancabili contorni polemici, assume un’importanza capitale per la Roma che a Torino avrà l’opportunità di misurarsi al cospetto dei campioni d’Italia.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori