CATANIA-ROMA/ Pruzzo: partita complicata per i giallorossi, i siciliani presentano molte insidie (esclusiva)

ROBERTO PRUZZO presenta Catania-Roma, partita della ventesima giornata di serie A che presenterà molte insidie per Zeman: il Massimino non è un campo facile per nessuno…

13.01.2013 - int. Roberto Pruzzo
catania_roma
Un'immagine di Catania-Roma dello scorso campionato (Infophoto)

La Roma comincerà il girone di ritorno a Catania, dopo la pesante sconfitta 4-1 a Napoli di domenica scorsa. Quella in Sicilia è una trasferta difficile per tutti, contro una formazione che sul suo campo ha fornito spesso ottime prestazioni. La squadra di Maran è infatti una delle migliori realtà del nostro campionato, soprattutto quando gioca al Massimino. In più a complicare le cose è arrivata la notizia dell’infortunio di Osvaldo, un’assenza che però non dovrebbe pregiudicare il fenomenale potenziale offensivo della Roma. All’andata il Catania mise comunque in difficoltà la squadra di Zeman e alla fine la partita dell’Olimpico terminò con un sofferto 2-2 in rimonta per i giallorossi. Quindi ci sono tutti i presupposti perché la Roma possa far fatica contro un Catania sempre concentrato e capace di giocare bene a calcio. Per parlare di Catania-Roma abbiamo sentito Roberto Pruzzo. Eccolo in questa intervista in esclusiva per IlSussidiario.net.

Vedremo spettacolo e tanti gol in Catania-Roma? Di solito quando gioca la Roma ci sono tanti gol, ma certo non posso dire ora se la partita sarà spettacolare. Di certo sarà una partita complicata per la Roma, perché il Catania ha disputato un girone d’andata molto buono ed è una formazione temibile.
La Roma cosa dovrà temere del Catania? La qualità di gioco, la capacità di muoversi negli spazi e di giocare in velocità, la tecnica individuale che i giocatori del Catania possiedono.
In casa poi la squadra di Maran ha sempre fornito prestazioni eccellenti: inciderà il fattore campo? E’ vero, tante squadre hanno fatto fatica a Catania, che sul suo campo ha disputato le partite migliori di questa prima parte di stagione. La Lazio ha perso, il Napoli non è riuscito ad imporsi, la Juve ha vinto ma non in modo semplice.
Cosa cambierà nel reparto offensivo giallorosso senza Osvaldo? Non credo che la sua assenza sarà determinante. L’attacco della Roma resta in ogni modo molto forte e potrà fare meno di lui.

La Roma saprà dimenticare la sconfitta di Napoli? Sarà fondamentale farlo, e sarebbe indispensabile rifarsi dopo una sconfitta così pesante. Un successo sarebbe l’ideale per andare avanti in modo positivo.

Gomez sarebbe ideale per il gioco di Zeman? Penso che per la Roma del prossimo campionato ci vorrà qualcosa di più di Gomez, un giocatore di maggiori qualità tecniche.
Dove si deciderà la partita?

Sarà importante come giocheranno le difese: a quel punto l’attacco della Roma potrebbe fare la differenza.

Cosa manca alla Roma per fare il salto di qualità? Ci vuole continuità, non andare avanti con questi risultati altalenanti. Ci vorrà tempo per ottenere risultati importanti perché la Roma è stata ricostruita da appena un anno e mezzo.

Il suo pronostico? Credo che la Roma possa portare a casa la vittoria.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori