Udinese-Roma/ Video, l’esultanza di Morgan De Sanctis, portiere meno battuto del campionato

- La Redazione

L’esultanza di Morgan De Sanctis per la vittoria giallorossa in Udinese-Roma (0-1): il portiere ex Napoli continua ad essere il meno battuto del campionato, e la Roma macina record

desanctis_primopiano
Morgan De Sanctis, 36 anni, portiere della Roma (INFOPHOTO)

Tra i tanti numeri da record della straordinaria Roma di Rudi Garcia, prima in classifica con nove vittorie in altrettante giornate, il più straordinario è certamente quello relativo alla difesa, che ha subito un solo gol in queste nove partite. Prestazione certamente eccellente, che è già il record in Italia (pari merito con Inter e Cagliari, curiosamente entrambe nel campionato 1966-67) e che assume ancora più valore se si considera che stiamo parlando di una squadra che nella scorsa stagione aveva subito la bellezza di 56 gol, terzultima difesa del campionato. I meriti sono da dividere fra tante persone, perché naturalmente numeri simili possono essere possibili solo se l’intera fase difensiva funziona alla perfezione, ma è evidente che in copertina in questi casi ci va soprattutto il portiere, in questo caso Morgan De Sanctis. Ieri l’estremo difensore ha attirato l’attenzione non tanto per le (poche) parate che ha dovuto compiere quanto per l’esultanza che ha celebrato la vittoria in Udinese-Roma, successo importantissimo perché ottenuto nel finale e nonostante assenze pesanti e l’inferiorità numerica (clicca qui per le pagelle, clicca qui per il video con gol e highlights della partita). Esultanza che vi proporremo nella seconda pagina di questo articolo, significativa sia per tutti i record che è andata a celebrare sia perché allo stadio Friuli De Sanctis è un ex non tra i più amati. Inoltre questa è una grande risposta anche agli scettici, visto che l’arrivo nella Capitale del portiere ex Napoli era sostanzialmente passato sotto silenzio. Certamente la Roma doveva risolvere il problema della porta, dopo le difficoltà di una stagione vissuta tra uno Stekelenburg che in Italia non ha impressionato e un Goicoechea impietosamente bocciato, e Morgan in questo senso dava le necessarie garanzie, ma in pochi si aspettavano un rendimento di questo livello, che dovrebbero garantire a De Sanctis un posto ai Mondiali 2014. E chissà, se nei prossimi mesi dovessero continuare le difficoltà di Buffon (e questo straordinario rendimento della retroguardia giallorossa), la stagione dell’estremo difensore della Roma potrebbe diventare leggendaria, sia con il club sia con la Nazionale…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori