Roma-Chievo/ Il pronostico di Filippo Dal Moro (esclusiva)

- int. Filippo Dal Moro

FILIPPO DAL MORO presenta il posticipo di questa sera Roma-Chievo: allo stadio Olimpico la prima in classifica ospita l’ultima per chiudere il programma della decima giornata di serie A

Olimpico_porte_chiuse
Foto Infophoto

La Roma ospita questa sera il Chievo nel posticipo della decima giornata di serie A. La prima contro l’ultima, sulla carta non ci dovrebbe essere partita: se la squadra giallorossa vincesse stasera sarebbe record, perché mai nessuna squadra ha ottenuto dieci successi iniziali nel campionato italiano. Un traguardo importante, che vorrebbe dire nello stesso tempo altri punti da aggiungere in classifica per questa fuga solitaria sognando lo scudetto. In effetti la formazione di Rudi Garcia a Udine ha dimostrato di non sentire la mancanza di Francesco Totti e Gervinho, vincendo in dieci uomini una partita sulla carta molto complicata. Tutto sembra andare bene, c’è entusiasmo e concentrazione: Rudi Garcia ha fatto un lavoro straordinario. Per il Chievo ultimo in classifica, con Sannino a rischio di esonero in caso di sconfitta, servirebbe una grande prova, con Alberto Paloschi e Cyril Thereau possibili goleador dell’incontro. Per parlare di questa partita abbiamo sentito l’ex giallorosso Filippo Dal Moro. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Quali insidie nasconde per la Roma la partita con il Chievo? C’è un record importante a portata di mano, e la Roma ci tiene particolarmente a stabilirlo. Dunque i giallorossi potrebbero sentire la pressione di dover fare questa cosa a tutti i costi, mentre il Chievo non avrà niente da perdere.

Qual è il segreto della difesa giallorossa? I difensori giocano sempre con la concentrazione e la cattiveria giuste.

Borriello in campo è una scelta azzeccata? Sta facendo bene, quindi è giusto dargli una possibilità. Schierarlo mi sembra la scelta migliore.

Garcia parla di partita difficile, è d’accordo? Sì, proprio perché la Roma potrebbe sentire tutta questa pressione. D’altro canto, anche se la formazione giallorossa non ottenesse una vittoria i tifosi potrebbero essere contenti dei risultati conquistati finora.

De Rossi trascinatore della Roma? Sì, è lui il leader in campo, soprattutto ora che non c’è Totti.

Chievo in piena crisi, a chi affidarsi per far punti all’Olimpico? A Thereau e Paloschi, potrebbero mettere in difficoltà la difesa della Roma.

Al Chievo converrà fare catenaccio? Credo che chiudersi bene in difesa e puntare sulle ripartenze sia il modo ideale per affrontare la Roma. Potrebbe creare qualche problema alla squadra di Garcia. Penso poi che il Chievo darà tutto in campo, Sannino si gioca anche la panchina.

Il suo pronostico? Spero naturalmente in un successo della Roma. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori