Calciomercato Roma/ Gruppo (ag.FIFA): Finnbogason, segnali fasulli! Per Fischer… (esclusiva)

- int. Cristian Gruppo

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Cristian Gruppo parla del calciomercato della Roma e in particolare del possibile arrivo di un attaccante come Alfred Finnbogason

fischer_kuba
(INFOPHOTO)

La Roma ha problemi per quanto riguarda l’attacco dal punto di vista numerico, visti gli infortuni di Gervinho, Totti e Borriello. E’ vero, ci sarà la sosta di campionato e questo potrebbe permettere soprattutto all’ivoriano di tornare abile e arruolabile, ma la società giallorossa potrebbe davvero pensare a un attaccante. Si sta parlando molto di Finnbogason, attaccante islandese dell’Heerenveen, che sembra piacere particolarmente a Sabatini. Ma il d.s. giallorosso osserva attentamente anche Fischer, giovane talento dell’Ajax. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Cristian Gruppo ha parlato del calciomercato della Roma.

Sembra che la Roma sia in cerca di un attaccante. Secondo lei fa bene a rinforzare l’attacco? Dipende da che tipo di attaccante cerca la Roma, ha già giocatori diversi in rosa. Probabilmente sarebbe meglio avere un uomo d’area in più.

Piace molto Finnbogason dell’Heerenveen. Giocatore giusto per i giallorossi? Onestamente non lo vedo un giocatore da Roma, non mi entusiasma tanto nonostante stia accumulando numeri notevoli in Olanda.

Cifre non attendibili? La fortuna degli attaccanti è il campionato olandese, dove segnano spesso per il minor livello delle difese. Ripeto, non credo che Finnbogason sia un giocatore da Roma, perlomeno non adesso.

Un po’ come è successo a Graziano Pellé? Lui mi intriga, non solo dal punto di vista realizzativo ma anche per il modo di muoversi in attacco. Nella sua esperienza al Feyenoord si sta migliorando molto.

Potrebbe essere l’attaccante giusto per la Roma?

Non ho detto questo, e poi Pellé sarebbe una fotocopia di Borriello.

A Sabatini continua a piacere Fischer dell’Ajax… Ultimamente non sta passando un bel momento, è spesso in panchina fuori, dagli undici titolari. E’ un momento di calo fisiologico, normale per un ragazzo del ’94.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori