PROBABILI FORMAZIONI/ Sampdoria-Roma: ultime novità (Serie A, 24esima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Sampdoria-Roma: è l’esordio per Aurelio Andreazzoli come allenatore dei giallorossi, proprio nella Marassi blucerchiata dove nel 2005 inventò il 4-2-3-1.

Totti_Palombo
Francesco Totti e Angelo Palombo (Infophoto)

24esima giornata di campionato: dopo i due anticipi di alta classifica che hanno regalato un’altra minifuga alla Juventus, oggi tutti gli interessi si spostano al Ferraris di Genova. Qui scende in campo infatti la nuova Roma di Aurelio Andreazzoli, la prima versione del post-Zeman, esonerato a seguito del 2-4 rimediato contro il Cagliari. La Sampdoria di oggi non ‘è un cliente facilissimo: all’andata era finita 1-1 con la papera di Maarten Stekelenburg, e c’è una sorta di strano destino se pensiamo che proprio in questa gara il portiere olandese torna fra i pali in qualità di titolare. Sampdoria-Roma ha sempre regalato spettacolo: ce lo aspettiamo anche oggi, al di là del nervosismo che potrebbe prendere le due squadre per motivi diversi. Arbitra Celi.

“La Roma ha cambiato allenatore e quando succede c’è sempre una scossa; vedremo quanto durerà. Mi aspetto dei giallorossi forti che vogliano invertire questo trend negativo; conosco l’ambiente di Roma, so che pressione cè e so che devi saperla gestire. Sappiamo comunque come affrontarla”. Delio Rossi è fiducioso sulla partita di oggi, e svela qualche dettaglio sui suoi uomini: “Icardi sta bene, Maxi Lopez è ancora molto carico di lavoro ma ha solo bisogno di trovare le sensazioni da calciatore. Deve giocare e allenarsi con costanza. I nazionali? E’ stata una settimana insolita, fa piacere avere giocatori che giocano certe partite ma allo stesso tempo avrei voluto averli qui”. E sui nuovi acquisti: “Sansone è un ragazzo sveglio ma si deve ambientare; sa però giocare a calcio, il suo ambientamento avverrà in tempi brevi. Sansone si deve adattare alla nuova preparazione, quella che voglio io”. 

Ecco la nuova coppia offensiva: Delio Rossi schiera Soriano dietro Icardi, con un centrocampo a cinque a protezione della difesa formata da Gastaldello, Rossini e Costa. De Silvestri e Estigarribia sulle corsie, Kristic il riferimento centrale con Poli e Obiang mezz’ali. E’ questa la formazione: non ci sono possibili novità.

C’è abbondanza soprattutto in avanti: Maxi Lopez e Sansone sono a disposizione, c’è anche Sansone e torna anche Enzo Maresca, pronto a dare il suo contributo a gara iniziata. Anche Munari va in panchina: all’andata segnò lui il gol del pareggio. Poi Da Costa e Berni come secondo e terzo portiere, Berardi con Castellini e Rodriguez per la difesa, c’è anche Renan. 

La tegola è l’infortunio di Eder, che comunque dovrebbe rientrare alla prossima. Fuori anche Palombo, per lui il recupero si preannuncia leggermente più lungo. 

Grande attesa dunque per Aurelio Andreazzoli, che intanto ci ha tenuto a chiarire una cosa, forse quella che tutti volevano sentire: “De Rossi e Stekelenburg sono due pilastir di questa squadra, se staranno bene giocheranno sempre”. Sgombrato il campo dunque: i due giocatori con l’allontanamento di Zeman tornano a essere quello che erano, ovvero dei titolari. In attesa che si chiarisca la chiamata o meno di Silvio Baldini, il nuovo allenatore della Roma ha affrontato la prima conferenza stampa da tecnico. “Preferisco non parlare di classifica, non abbiamo molti obiettivi primari. Dobbiamo innanzitutto ritrovare la squadra e i sentimenti forti di un tempo, deve nascere qualcosa da dentro. I giocatori? Abbiamo due squadre perchè ci sono tanti giocatori importanti, la società è fortissima: abbiamo solo bisogno di una spintarella, poi verrà fuori tutto”

La prima Roma di Andreazzoli ha la difesa a tre: Marquinhos, Burdisso e Castan sono tutti in campo, in questo caso rimarrebbe fuori Florenzi per fare posto a un centrale in più, visto che a centrocampo giocano De Rossi e Bradley con Torosidis avanzato a centrocampo insieme a Marquinho, che con questo schema ritrova improvvisamente una maglia da titolare. Pjanic gioca dietro le punte, che saranno Totti e Lamela: Osvaldo però è recuperato e andrà almeno in panchina, bisognerà vedere quale sarà l’idea di Andreazzoli per il prosieguo del campionato. L’idea alternativa è quella di tornare con la difesa a quattro: in quel caso fuori Burdisso, dentro Florenzi sulla trequarti con un centrocampo a due formato da Bradley e De Rossi, ovvero lo storico 4-2-3-1 che proprio Andreazzoli inventò ai tempi di Luciano Spalletti.

Torna dunque in panchina Goicoechea, e lo farà di consueto ormai. Insieme a lui ci sono anche Lobont, Alessio Romagnoli, Dodò, Taddei, Perrotta con il giovane Lucca e infine – con Nico Lopez tornato dal Sub-20 – due titolarissimi come Osvaldo e Florenzi, che però sono fondamentali per questa Roma e potranno sicuramente essere utili nel corso della stagione e già in questa partita.

Guberti sempre squalificato per il calcioscommesse, gli si aggiunge Tachstidis che ha raggiunto le quattro ammonizioni contro il Cagliari. Fuori per infortunio Destro (che sta recuperando bene) e Balzaretti, che dovrebbe comunque tornare la prossima giornata.

 

Romero; Gastaldello, Rossini, Costa; De Silvestri, Poli, Krsticic, Obiang, Estigarribia; Soriano; Icardi. All. D. Rossi.

A disp: Da Costa, Berni, G. Berardi, Castellini, M. Rodriguez, Renan, S. Poulsen, Munari, Maresca, Mustafi, G. Sansone, Maxi Lopez

Squalificati:

Indisponibili: Palombo, Eder

Stekelenburg; Marquinhos, Burdisso, Castan; Torosidis, De Rossi, Bradley, Marquinho; Pjanic; Lamela, Totti. All. Andreazzoli

A disp: Giocoechea, Lobont, A. Romagnoli. Piris, Dodò, Taddei, Perrotta, Lucca, Florenzi, Nico Lopez, Osvaldo

Squalificati: Tachtsidis, Guberti

Indisponibili: Balzaretti, Destro

 

Arbitro: Celi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori