CALCIOMERCATO/ Roma, Pirozzi (ag. FIFA): Marquinhos non si muove, Lamela invece…(esclusiva)

- int. Vito Pirozzi

La Roma potrebbe presto trovarsi a dover fare i conti con offerte importanti per due dei suoi giocatori più forti tecnicamente, Lamela e Marquinhos: ce ne parla l’agente FIFA Vito Pirozzi

lamela_vidal
Arturo Vidal, centrocampista Juventus (Foto Infophoto)

E Marquinhos: un attaccante e un difensore dal futuro assicurato. Per la Roma? Il mercato è lontano ma domanda sempre attuale, poichè i due hanno già estimatori acclarati ed importanti, come ad esempio il ricco Manchester City. La Roma ha effettuato due investimenti azzeccati su di loro, e sulla carta non dovrebbe privarsene se vuole tornare ai vertici del calcio, perlomeno italiano, come la piazza esige. Ma Franco Baldini insegna che se arriva un’offerta imponente il dovere di un dirigente è quella di valutarla. Insomma il futuro dei due gioielli giallorossi è velato da nuvole di petroldollari, ed incerto è anche quello di Pablo Daniel Osvaldo. L’attaccante italo argentino ha dimostrato la sua importanza per la squadra, ma ultimamente è apparso in scarsa forma e non segna da Bologna-Roma 3-3. Per parlare di Lamela, Marquinhos ed Osvaldo ilsussdiario.net ha intervistato in esclusiva l’agente FIFA Vito Pirozzi.

A Roma da due anni si punta forte sui giovani. Quale è stato il giocatore che l’ha impressionata maggiormente? Senza ombra di dubbio Marquinhos, ovviamente senza nulla togliere agli altri talenti portati nella Capitale da Sabatini. Ma il brasiliano mi ha sbalordito per la personalità con la quale si è imposto nel calcio italiano. E’ un difensore esplosivo fisicamente e soprattutto mi sembra con la testa a posto, molto concentrato.

Piace a molti club stranieri… Ed è normalissimo visto che a 18 anni gioca come un veterano. Ma il progetto Roma è importante e lui è ancora giovane: rimarrà sicuramente a Trigoria nella prossima stagione.

Si può dire la stessa cosa di Lamela? Non sono così tanto sicuro come per Marquinhos. Lamela è un altro giovane di talento che dopo un primo anno altalenante sta facendo benissimo in questa stagione. 

Perché non è sicuro del futuro di Lamela? Ora che ha mostrato le proprie potenzialità a Lamela non basta più essere in una grande piazza. Vuole altro, ovvero i trofei. La Roma dovrà costruire una grande squadra.

Osvaldo andrà via?

A me piace molto Osvaldo, e non lo lascerei andare. Però capisco che al momento ci sono delle difficoltà ambientali per il ragazzo, ma fossi nella Roma cercherei di trattenerlo.

In caso contrario c’è la Juventus che potrebbe proporre uno scambio con Quagliarella o Isla… Non credo che la Roma abbia bisogno di Quagliarella, anche se è ovviamente un grande giocatore. Isla invece penso resterà a Torino. Ripeto: Osvaldo me lo terrei stretto.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori