CALCIOMERCATO/ Roma, seguito ancora Carlos Luque del Colon (esclusiva)

- La Redazione

Carlos Martin Luque, attaccante esterno del Colon de Santa Fè, continua ad essere seguito dalla Roma: argentino classe 1993, potrebbe essere il prossimo acquisto in stile Lamela

lamela_urlo
Erik Lamela, attaccante Roma (Infophoto)

I dirigenti della Roma continuano a studiare alcune operazioni di mercato importanti, valutando altri colpi “alla Lamela”. Il direttore sportivo Walter Sabatini è un talent scout “storico” con tante conoscenze in Sudamerica, soprattutto in Brasile e in Argentina. Ci sono già diversi talenti individuati dal club giallorosso in vista della prossima stagione: in estate si tratterà di capire quali possono essere inseribili nel campionato italiano e in una contesto come quello romanista. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da Ilsussidiario.net, gli osservatori giallorossi stanno continuando a seguire Carlos Martin Luque, esterno sinistro del Colon de Santa Fè, che già in passato vi avevamo segnalato come oggetto di interesse. Si tratta di un attaccante laterale, un giocatore molto veloce e abile a saltare l’uomo, che in Argentina gioca prevalentemente a sinistra. Non è un titolarissimo ma con il passare dei mesi sta conquistando la fiducia da parte del proprio allenatore, Pablo Morant. Carlos Luque non ha ancora segnato in questa stagione: la fase realizzativa è un aspetto su cui dovrà lavorare, magari proprio per convincere gli scout della Roma che lo tengono d’occhio e probabilmente lo visioneranno altre volte. Prima degli acquisti i giallorossi dovranno pensare a risolvere il rebus allenatore: in tal senso un tecnico come…

…Eusebio Di Francesco potrebbe favorire l’acquisto di Luque, che meglio si adatterebbe nel modulo 4-3-3. Il presente però si chiama Aurelio Andreazzoli, e dovremo aspettare la fine del campionato per saperne di più. Nel frattempo teniamo il nome di Carlos Luque nella lista dei possibili acquisti, tenendo presente però che in questo momento è “solo” uno dei tanti pesci nella rete.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori