CALCIOMERCATO/ Roma, Diana (ag. FIFA): De Rossi-Lamela, perché cederli? Andreazzoli confermato perché… (esclusiva)

- int. Salvatore Diana

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente FIFA Salvatore Diana ha parlato del mercato della Roma con le possibili cessioni di De Rossi, Lamela e Osvaldo; e della situazione di Andreazzoli.

daniele_de_rossi_r400
Daniele De Rossi - Infophoto

La Roma ha un problema economico: i suoi conti sono in rosso, così in estate si renderà necessaria qualche cessione, anche illustre. Naturalmente il nome più gettonato è quello di Pablo Daniel Osvaldo, che al momento non rientra nei piani del suo allenatore. “Credo sia la scelta più giusta”, ha detto in esclusiva a Ilsussidiario.net Salvatore Diana, motivando le sue parole con il fatto che un altro attaccante che porti in dote il bottino di reti garantito dall’italo-argentino non sarebbe difficile da trovare. Magari potrebbe essere quel Mattia Destro che è tornato a disposizione di Andreazzoli. A proposito: il tecnico che ha preso il posto di Zdenek Zeman si sta meritando la conferma sul campo, al di là della sconfitta di Palermo. Poi, vanno considerate le posizioni di Daniele De Rossi ed Erik Lamela, giocatori che hanno tanto mercato e che quindi potrebbero essere sacrificati, pur se a livello tecnico non avrebbe molto senso liberarsi di loro. Così ha detto anche Diana, con il quale abbiamo parlato di questi temi.

Conti in rosso per la Roma. De Rossi sacrificato in estate? Io prima di cedere uno come De Rossi ci penserei duecento volte. Onestamente non manderei via un giocatore che sarà il successore di Totti tra due anni circa. 

Però sarebbe l’ultima possibilità di cedere il giocatore a un prezzo importante… Ma poi a centrocampo ci sarebbe un vuoto importante, e chi dovresti acquistare per sostituire De Rossi? E’ difficile sostituire un giocatore importante come De Rossi durante il mercato estivo.

Tra le possibili cessioni c’è anche quella di Erik Lamela. Quanto dovrebbe chiedere la Roma? La Roma ha speso circa 19 milioni di euro per l’acquisto del giovane argentino dal River Plate. Onestamente non lo venderei per meno di 30 milioni di euro, ma ora come ora il ragazzo non vale tutti questi soldi, quindi non lo lascerei andare subito. 

Il sacrificato sarebbe solo Osvaldo? 

Penso sia la scelta più giusta, soprattutto perché si può trovare un attaccante da 13-14 gol a stagione. E poi Osvaldo ha rotto completamente con l’ambiente Roma e quindi potrebbe davvero andare via. 

Maggiore spazio a Destro quindi? Sì, sarebbe sicuramente una notizia importante per Mattia Destro, giovane attaccante che ha enormi potenzialità ma che ancora non le ha espresse in pieno in questa stagione. Per lui sarebbe l’esame decisivo per la consacrazione, visto che la Roma ha speso molti soldi per acquistarlo.

Andreazzoli potrebbe rimanere per mancanza di alternative? Sembrerebbe così visto che Mazzarri dovrebbe rimanere a Napoli e Allegri al Milan. 

Alcuni rumors vorrebbero Mancini nella Capitale… Non credo sia l’allenatore giusto, lui è abituato a lottare per qualcosa di importante e la Roma al momento non può dargli una squadra da vertice.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori