PAGELLE/ Roma-Pescara (1-1): i voti e il tabellino della partita (serie A, 33esima giornata)

- La Redazione

Le pagelle e il tabellino di Roma-Pescara, partita valida per la trentatreesima giornata del campionato di serie A 2012-2013: al vantaggio dell’ex Gianluca Caprari risponde Mattia Destro

caprari
(INFOPHOTO)

Finisce 1 a 1 la partita dell’ Olimpico tra Roma e Pescara, risultato difficilmente pronosticabile e invece il Pescara gioca una ottima partita ed era era passato anche in vantaggio al minuto 14 con Caprari, pareggia Destro al 50′ esimo minuto, ma il risultato rimane tale. La Roma perde una grande occasione e perde terreno da Inter e Fiorentina.

Parte malissimo, molle e troppo leziosa, prende gol e tutto si fa più difficile, riesce a recuperare ma poi, stanca non trova il gol vittoria nonostante la pressione costante in avanti.

Parte benissimo, segna e prende coraggio, riesce a strappare un punto meritato

Molte proteste per alcuni contatti, e presunti falli di mano in area ospite, ma ha avuto sempre ragione.

Roma

Compie belle parate su i tiri di Zanon e Cascione nel primo tempo, decisivo su Di francesco nell unica occasione del Pescara del secondo tempo

Bene in fase difensiva anche perchè poco sollecitato, davanti invece si vede poco e mai preciso

()

L errore su Caprari è decisivo, la sua squadra non riesce a ribaltare il gol preso anche per colpa sua

Fa a sportellate con Sforzini, lo marca bene senza troppa fatica.

Si fa vedere tanto in fase offensiva, molti cross e qualche tiro in porta pericoloso

Gioca a sprazi, per lunghi periodi sparisce dal campo e compie errori banali

()

Gioca a tutto campo, lotta a centrocampo e si fa vedere anche in avanti, ha l’ occasione per il gol vittoria ma Pellizzoli salva.

Corre tantissimo, si muove bene ma poco lucido quando c’ è da concludere

( Entra e segna, svaria molto davanti ma non riesce a trovare il gol vittoria)

Meno ispirato del solito si vede poco, qualche conlusione non precisa

Mai pericoloso, mai in partita

Nel primo tempo tutte le azioni passano da lui, nella ripresa si vede poco

Cerca di mantenere alta la tensione per questo match ma non riesce e la Roma pareggia una partita che doveva vincere

Pescara

Sempre sicuro, preciso in uscita, perfetto tra i pali, salva piu volte il pareggio

Inizialmente perioloso in fase offensiva , va al tiro piu volte, poi si dedica alla fase difensiva e la fa benissimo

Grandissima partita, insormontabile come tutta la retroguardia,mette in ombra Osvaldo

Insieme a Capuano giocano una grandissima partita, insaltabili, tengono nonostante la pressione giallorossa

()

Anche lui gioca una grandissima partita, attentissimo in fase difensiva, si fa vedere anche davanti quando puo

Corre moltissimo, si vede poco perchè fa il lavoro sporco per contenere i padroni di casa

Partita di sacrificio come tutti i suoi compagni, si sacrifica in fase difensiva

Parte bene, mette in difficoltà Torosidis, poi quando la Roma alza il baricentro lui sparisce pian piano

( Entra benissimo in partita, corre moltissimo e tiene in apprensione la retrogouardia romana, va vicino al vantaggio con un pallonetto neutralizzato da Stekelenburg)

Ottima partita, bene in fase difensiva,bravo anche nelle ripartenze

Segna il gol che vale il pareggio ma si vede poco infatti sostituito a inizio ripresa

( Si sacrifica facendo esclusivamente la fase difensiva, bene in copertura su Lamela)

Anche se si divora un gol in apertura del match,Lotta come un leone in mezzo ai due centrali della Roma, guadagnandosi falli e facendo salire la squadra.

La mossa di Sforzini unica punta gli permette di poter difendersi con tutti gli altri giocatori e ripartire grazie alla punta che difendendo palla faceva salire la squadra e la faceva respirare.

 

(Danilo Monteleone)

Il tabellino

Marcatori: 14’pt Caprari (P), 6’st Destro (R)

Roma (4-3-3): Stekelenburg; Piris (38’st N.Lopez), Marquinhos, L.Castan, Torosidis; Pjanic (28’st Bradley), De Rossi, Florenzi (1’st Destro); Lamela, Osvaldo, Totti (Goicoechea, Lobont, A.Romagnoli, Taddei, Perrotta, Tachtsidis, Lucca). All.Andreazzoli.

Pescara (4-2-3-1): Pelizzoli; Zanon, Cosic (47’st B.Arce), M.Capuano, Modesto; Rizzo, Togni; Celik (19’st Di Francesco), Cascione, Caprari (9’st Balzano); Sforzini (Falso, Bjarnason, Blasi, Abbruscato, Vukusic, Vittiglio). All.Bucchi.

Arbitro: Massa

Ammoniti: Torosidis (R), Togni (P), Di Francesco (P) per gioco scorretto, Destro (R) per proteste, B.Arce (P) per comportamento non regolamentare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori