CALCIOMERCATO/ Roma, J.Alberti (ag.FIFA): Donadoni non adatto, meglio…Per Osvaldo serve un “tutor” (esclusiva)

- int. Josè Alberti

Josè Alberti, agente FIFA e mediatore e consulente di mercato, parla di alcune tematiche di casa Roma, come il futuro di Osvaldo e Lamela e la candidatura di Roberto Donadoni per la panchina

lamela_osvaldo_derby
(INFOPHOTO)

Intrighi argentini animano il mercato della Roma. Pablo Osvaldo, italiano di origini albicelesti, sembra sulla via dei saluti, forzati da qualche screzio con l’ambiente dalle fondamenta “tecniche”: l’attaccante non segna da tanto tempo, dal 3-3 di Bologna del 27 gennaio. Nel frattempo la Roma ha esonerato Zeman, si è affidata ad Aurelio Andreazzoli e più o meno rimessa in carreggiata, per l’obiettivo europeo. I dirigenti valuteranno la situazione di Osvaldo che al momento è una riserva, perchè il 3-4-2-1 delle ultime esibizioni contempla solo Totti come attaccante di riferimento. Del cambiamento tattico è stato protagonista Erik Lamela, che nelle ultime gare è stato utilizzato come ala destra: sull’argentino restano vigili gli interessi delle migliori sqaudre d’Europa, Manchester City e Real Madrid su tutte. Senza considerare il che potrebbe aver in Javier Pastore una carta di scambio. Tutto questo mentre la conferma di Andreazzoli è tutt’altro che scontata, e Roberto Donadoni è l’ultimo dei pretendenti. Di questi temi abbiamo parlato in esclusiva con Josè Alberti, agente FIFA e mediatore di mercato, esperto di calcio sudamericano.

La Roma interessata a Donadoni: è il tecnico giusto per i giallorossi? Donadoni l’ho ammirato come giocatore e anche come tecnico sta facendo molto bene, ma se ricordiamo a Napoli ha fallito perché non ha saputo reggere le pressioni. Non sarebbe il tecnico giusto per la Roma, non lo vedo come un allenatore di polso. 

Cosa servirebbe ai giallorossi? Più che fare nomi io dico che alla Roma servirebbe uno come Mourinho, un sergente di ferro, che vuole massimo rispetto da parte dei propri giocatori. Uno così potrebbe portare la Roma alla vittoria, non a caso l’ultimo Scudetto è arrivato con Capello.

Sbaglierebbe la Roma a lasciar andare Osvaldo? Io credo di sì, però Osvaldo deve trovare serenità e per questo io gli affiancherei un tutor, perché tecnicamente l’argentino è davvero molto bravo e potrebbe fare molto di più di quanto sta facendo adesso.

Altro argentino, altra storia di mercato: Lamela è nel mirino del Real Madrid… Un giovane di talento che io ho visto quando era ancora ragazzino. Credo che potrebbe fare ancora meglio se riuscisse a mettere su qualche chilo in più. Attenzione al Real Madrid, che saluterà Mourinho e vorrà puntare sui giovani talenti. Lamela potrebbe anche andare via, la Roma dovrà fare di tutto per tenere l’argentino.

Il sostituto di Lamela potrebbe essere Pastore?

Non scherziamo, Pastore è stato pagato quasi 40 milioni di euro, guadagna tantissimo al Psg, come potrebbe venire a Roma? E poi sta giocando per vincere Campionato e Champions League, con la Roma questo non avverrebbe, almeno non nell’imediato.

Nico Lopez meriterebbe più spazio? Io credo che questo ragazzo sia forte, solo che adesso ha bisogno di giocare, magari anche gli ultimi dieci minuti delle partite, ma deve essere preso in considerazione da parte del tecnico della Roma.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori