Calciomercato Roma, Paulinho è un “caso”

- La Redazione

Secondo le ultime indiscrezioni di calciomercato, la Roma non sarebbe affatto vicina a chiudere per il forte centrocampista brasiliano, Paulinho. Anzi la fuga di voci lo ha allontanato.

paulinho_brasile_abbraccio
(INFOPHOTO)

Quello di Paulinho, il forte centrocampista brasiliano del Corinthians, è diventato un vero e proprio giallo di mercato. Si sa che la Roma è da tempo interessata al calciatore, che è un pupillo del ds Walter Sabatini, e sembrerebbe che nei giorni scorsi, dopo l’ok di Rudi Garcia, sia arrivata a formulare una offerta ufficiale di 12 milioni. Il club brasiliano non ha accettato l’offerta giallorossa, anche perché il cartellino è posseduto in parte da una società privata, come spesso accade per molti giocatori brasiliani. Ieri, tramite l’agente Fifa Josè Alberti, c’è stata una fuga di notizie incontrollate che volevano la Roma già d’accordo con Paulinho e con il Corinthians. In realtà la situazione è molto più complessa e questi rumors hanno non poco infastidito i dirigenti giallorossi che stavano faticosamente trattando coi brasiliani. Sul centrocampista della nazionale verdeoro c’è da un anno anche l’Inter, che a gennaio si è vista respingere una offerta da 11 milioni. Nelle ultime ore poi si sono inserite anche due altre squadre della Premier, l’Arsenal e il Tottenham di Franco Baldini che stranamente sta andando su tutti quei calciatori già inseguiti dalla Roma, vedi anche il caso analogo di Nainggolan. Proprio stamattina è intervenuto il diretto interessato, Paulinho, che sommerso dalle indiscrezioni di ieri sul suo futuro, ha voluto precisare che il suo agente si trova in Inghilterra e che a breve dovrebbe dargli delle novità. Si saprà tutto dopo la Confederations Cup. La Roma, che sperava di avere qualche giorno, lontano dai riflettori, per confezionare al meglio la propria offerta e convincere club e giocatore deve praticamente ripartire da zero. E decidere se mollare la presa, come di fatto ha deciso di fare l’Inter, o se ritentare l’assalto, magari alzando l’offerta. Almeno uno tra Nainggolan e Paulinho va preso, lo ha deciso Pallotta.
. Sabatini ha avuto a New York un imput ben preciso: compriamo bene e subito, la piazza va calmata, deve capire che stiamo costruendo una grande Roma. Motivo per cui è stato chiuso in fretta e furia l’acquisto di Benatia dall’Udinese. Purtroppo però non tutti i colpi stanno andando a segno. La Roma è in affanno e rischia di farsi distrarre troppo dai casi Nainggolan e Paulinho, tanto da perdere di vista anche gli altri obiettivi di mercato. Il portiere, Rafael, che era ad un passo oggi viene dato vicinissimo al Napoli. E poi Cabaye, il mediano di fiducia di Garcia, si sta accasando al Monaco. Così l’altro pupillo del mister francese, Digne, è in orbita Manchester e Psg. C’è poi da alimentre il mercato in uscita per abbassare il monte ingaggi e incassare quei soldi che servono a tener vivo il mercato in entrata. Insomma dalle parti di Trigoria sarà un’estate lunga e molto calda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori