Roma-Verona/ Garzya: gialloblu battaglieri, ogni risultato è possibile (esclusiva)

- int. Luigi Garzya

LUIGI GARZYA ci presenta Roma-Verona, interessante partita della seconda giornata di serie A: per i giallorossi di Garcia non sarà un ostacolo facile la squadra di Mandorlini

roma_curva_olimpico
(INFOPHOTO)

Partita interessante allo stadio Olimpico stasera alle 18.00. Si incontreranno infatti Roma-Verona, che alla prima giornata di campionato hanno esordito tutte e due con una vittoria. I giallorossi hanno espugnato il campo di Livorno vincendo per 2-0, i veneti hanno bagnato il ritorno in serie A dopo undici anni battendo il Milan 2-1. Due formazioni quindi in salute, con obiettivi diversi per questa stagione. La squadra allenata da Rudi Garcia punta a entrare nelle Coppe, magari dalla porta principale, quella della Champions League, quella guidata da Andrea Mandorlini vuole ottenere una salvezza tranquilla, magari togliendosi qualche soddisfazione come quella già ottenuta contro i rossoneri. L’ex Luca Toni, un attaccante di razza, sarà certamente molto temuto, ma i giallorossi risponderanno con tanti campioni, guidati da Francesco Totti e con il probabile debutto di Adem Ljajic. Per parlare di Roma-Verona abbiamo sentito Luigi Garzya, ex giocatore giallorosso dal 1991 al 1994. Ecco la sua opinione in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Roma-Verona, subito un test difficile dopo la vittoria di Livorno? Sarà così, perché il Verona in questa stagione si presenta come una squadra battagliera, piena di voglia di far bene. Credo che potrà recitare un ruolo di protagonista in questo campionato.
Borriello forse ancora una volta titolare: rimarrà nella Capitale? Non so quale sarà il suo futuro. Posso solo dire che è un attaccante che garantisce sempre una buona quantità di gol.
Per la Roma sarà fondamentale sbloccare il risultato subito? Di solito si cerca di fare così, ma spesso ci vuole un po’ di tempo per sbloccare il risultato e incanalare la partita nel verso giusto.

Magari con Ljajic? Magari, anche se non so le intenzioni di Garcia su di lui per questa partita…
Come fermare Luca Toni? E’ un attaccante forte, soprattutto sulle palle alte. Bisognerà stare attenti sulle punizioni del Verona, bloccarlo in ogni modo, ma non sarà una cosa semplice.
Gli altri punti di forza del Verona quali saranno? E’ una squadra ostica, fatta di giocatori che corrono molto, alcuni dei quali sono alla prima esperienza in serie A. Vorranno mettersi in mostra, fare bella figura, rendere la vita dura alla Roma.
Il suo pronostico? Il cuore dice Roma, anche per il mio passato da giocatore in questa squadra. Credo però che nelle prime giornate di campionato il pronostico a favore delle squadre più forti non è mai così scontato. Vedo una tripla. (Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori