As Roma/ Florenzi non si allena ma con la Juventus ci sarà. Notizie del 3 gennaio (aggiornamenti in diretta)

La Roma è sta preparando al meglio la sfida con la juventus di Antonio Conte. Oggi, all’allenamento non ha preso parte Alessandro Florenzi per un dolore alle schiena

03.01.2014 - La Redazione
garcia_pjanic
Miralem Pjanic - Infophoto

Oggi Garcia in vista di Juventus-Roma ha deciso di aprire l’allenamento alla stampa dopo che ieri mattina aveva fatto svolgere a Trigoria una doppia seduta “segreta”, assolutamente blindata. Lezioni di tattica davanti alla Tv per scovare i pochi punti deboli della Juventus e poi esercitazioni in campo, soprattutto sulla fase offensiva. Oggi invece la squadra ha lavorato sulla parte atletica e su esercitazione tattiche a gruppi. Assente Florenzi per un dolore alla schiena, che però sembra non compromettere la sua presenza a Torino. Lui, insieme a Destro è in ballottaggio per una maglia da titolare in attacco. Rientrati prima del tempo negli spogliatori anche De Rossi e Castan, di cui però ancora non si sa molto, forse solo a scopo precauzionale per un lieve affaticamento. Domani sicuramente Garcia farà il punto sulla condizione sei suoi uomini in vista dell’incontro che vale un’annata con la Juventus di Conte.

La maglia della Roma resta senza sponsor. Il presidente James Pallotta è su tutte le furie: aveva dato come data ultima per trovare un accordo la fine del 2013, ma siamo già al 3 gennaio del 2014 e ancora niente. E’ una situazione che si fa scottante: finiti i tempi in cui le maglie rimanevano scevre di scritte, anche il Barcellona che ha resistito per anni e anni (spinta anche dai tifosi legati al blaugrana senza sponsor) si è dovuto piegare a rigide questioni economiche. Ci ha provato anche la Roma che, terminato l’accordo con Wind, ha aperto la stagione con la scritta “Roma cares” in attesa di definire un accordo con un grosso marchio. Che era stato individuato in Turkish Airlines, che vuole diffondere il suo simbolo e in questo senso sponsorizza già l’Eurolega di basket. L’offerta giallorossa con promessa di risentirsi a fine dicembre sembrava essere vincente; e invece niente da fare, perchè i 6 mesi di main sponsor più altri due anni di partecipazione sono stati rigettati, probabilmente perchè l’idea era quella di essere marchio principale più a lungo. Così la Roma apre il suo 2014 ancora senza uno sponsor, Pallotta è infuriato e gli americani vogliono ora piazzare un uomo di fiducia nel posto che era stato di Winterling



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori