CALCIOMERCATO ROMA/ Radonjic già a Trigoria. Notizie del 3 gennaio (aggiornamenti in diretta)

Oggi a Trigoria è stato visto Nemanja Radonjic, il primo colpo di calciomercato della Roma di Sabatini che si inserisce nel progetto giovani dei giallorossi.

03.01.2014 - La Redazione
Caprari_R400
(Foto Infophoto)

Oggi a Trigoria è stato visto Nemanja Radonjic, il primo colpo di calciomercato della Roma di Sabatini. La giovane promessa arriva dal Partizan Belgrado a parametro zero e si inserisce nel progetto giovani dei giallorossi che grazie ad un ottimo lavoro dei suoi dirigenti sta investendo molto per la scoperta di talenti in giro per il mondo. Il ragazzo ha appena 17 anni ma una grande esperienza nelle giovanili nazionali mettendosi spesso in luce per le sue qualità. Sabatini è stato il più rapido di tutti ed è riuscito ad aggiudicarsi il giocatore battendo la concorrenza.

E’ arrivato il tempo della consacrazione definitiva per Alfred Finnbogason, attaccante islandese classe 1989. Il calciatore continua a farsi valere in Olanda con la maglia dell’Heerenveen, ma sono sempre più le squadre che da mesi provano a strappare il suo cartellino al club allenato da Marco Van Basten. La Roma, squadra da tempo interessata al calciatore che conosce bene l’Italia avendo vissuto per un anno in Sardegna, starebbe rompendo gli indugi decidendo di presentare un’offerta al club della Frisia. Dall’entourage del giocatore, più precisamente dall’agente Kees Pleogsma Jr. intervistato dal Daily Telegraph, arrivano però segnali negativi per un possibile trasferimento invernale: “Credo che la cosa migliore per Alfred e l’Heerenveen sia quella di non muoversi a gennaio, ma se dovesse presentarsi un club con un’offerta importante, allora non potremmo che prenderla in considerazione”. 

Fare la parte del terzo incomodo potrebbe portare la Roma del ds Walter Sabatini ad un importante risultato. All’interno della trattativa sviluppatasi tra il Galatasaray ed il talentuoso attaccante classe 1994 Lucas Ontivero, si starebbe mettendo di mezzo infatti la società capitolina, pronta a smontare all’ultimo minuto un affare programmato da tempo dal club turco. Ontivero, punta dell’Centro Atletico Fenix, è in prova al momento alla corte di Roberto Mancini, tecnico del Galatasaray interessato a vedere con i propri occhi le qualità di questo interessante prospetto del calcio argentino. La trattativa tra il club turco ed Ontivero, secondo quanto svelato da Calciomrcato.it, starebbe subendo una brusca frenata che potrebbe favorire la concorrenza. All’interno di questa complicata trattativa vorrebbe infatti inserirsi Sabatini con una sua proposta al giovane calciatore ex Independiente. Ontivero non rappresenterebbe che un altro dei grandi colpi sudamericani messi a segno da Sabatini, grande intenditore  della piazza albiceleste. Il ds capitolino sogna di poter soffiare così al Galatasaray il talentuoso “Chicha” Ontivero, seguito negli scorsi mesi anche da Genoa e Catania.

E’ botta e risposta tra Roma e Cagliari per il futuro di Radja Nainggolan, centrocampista belga della squadra sarda, messo ufficialmente sul mercato qualche giorno fa dal presidente Massimo Cellino. Walter Sabatini, ds della compagine capitolina, si starebbe muovendo con efficacia come svela Sky Sport 24: al club sardo sarebbe stata avanzata una proposta da 8 milioni di euro per poter rilevare metà cartellino di Nainggolan. Dal vulcanico presidente del Cagliari, sarebbe però arrivata una controfferta maggiorata di ulteriori 2 milioni di euro. Una somma totale di 10 milioni di euro per la comproprietà, che si tramutano in 20 milioni di euro per rilevare l’intero cartellino del calciatore di origini indonesiane. La trattativa tra le due parti proseguirà quasi certamente, sebbene la Roma, oltre a contrattare con il Cagliari per far abbassare il prezzo del cartellino, debba anche battere la concorrenza di un Milan da settimane agguerrito sul futuro del numero 4 del Cagliari. Quella di Nainggolan potrebbe diventare la telenovela del mercato invernale… 

L’esterno d’attacco della Roma, Marquinho, è sempre più vicino al Genoa. Con l’allontanarsi dal Marassi di Paolo De Ceglie, non convintissimo della meta, il Grifone ha premuto l’acceleratore per avere l’ex Fluminense. Nelle ultime ore, come sottolinea Gianluca Di Marzio di Sky Sport, vi sarebbe stata una chiamata del tecnico del Genoa, Gian Piero Gasperini, proprio a Marquinho, per provare a convincere di persona il brasiliano. Il prossimo 7 gennaio il procuratore del giallorosso rientrerà in Italia e a quel punto la pratica potrebbe subire un’accelerata. Un’indiscrezione che si sposa alla perfezione con quanto spiegato nelle ultime ore dal noto esperto di mercato Alfredo Pedullà, che tramite il proprio sito web ha annunciato l’intesa definitiva fra la Roma e il Torino per il terzino Danilo D’Ambrosio, che andrebbe di fatto a sostituire Marquinho. Affinché arrivi la fatidica fumata bianca manca però l’ok del giocatore e in questo caso la Roma se la dovrà vedere con Inter e soprattutto Milan, due società seriamente interessate al vice-capitano dei Granata. Intanto nella giornata odierna è previsto un incontro fra Michael Bradley e i vertici della Roma. Il nazionale americano potrebbe lasciare Trigoria se dovesse sbarcare Parolo e oggi l’ex Chievo terrà un vis-a-vis con la dirigenza per capire il da farsi e parlare delle varie offerte pervenute, a cominciare da quella del Bayer Leverkusen.

La vicenda di Danilo D’Ambrosio non è ancora conclusa. Sembrava ad un passo dalla Roma, poi si è fatto avanti il Milan e si era detto che la trattativa fosse di fatto chiusa; quello che invece è successo è che al momento i rossoneri non hanno ancora chiuso, e dunque i giallorossi sono tornati prepotentemente alla carica per il terzino del Torino, che ha rifiutato il rinnovo di contratto con i granata e quindi a gennaio partirà comunque. A tal proposito, si è detto che Walter Sabatini stesse pensando a una contropartita tecnica per avere la meglio su Adriano Galliani: si è fatto il nome di Gianluca Caprari, giovane del vivaio che Rudi Garcia e la società tengono in grande considerazione e che per questo dovrebbe essere mandato in prestito a maturare esperienza. Tuttavia, si è dimostrato molto scettico in proposito il suo agente Davide Lippi, che ai microfoni di AsRomaRadio.it ha fatto il punto della situazione. “Non mi risulta nulla, anch’io ho letto di questa possibilità ma non la confermo. Diverso è invece il discorso relativo ad altre squadre”, ha aggiunto Lippi, “tante società di Serie A sono interessate a Caprari e con la Roma stiamo parlando per trovare la soluzione migliore”. Tra queste, dunque, chissà che non ci sia davvero anche il Torino, magari con un accordo ancora da trovare…

Continua ad essere Marco Parolo l’obiettivo numero uno della Roma per il mercato di riparazione che oggi apre finalmente i battenti. Ieri il direttore sportivo del Parma, Pietro Leonardi, ha mandato un chiaro messaggio ai giallorossi: “Parolo non lascerà Parma in prestito”. Accantonata quindi l’ipotesi del prestito con diritto di riscatto, il ds giallorosso Walter Sabatini starebbe lavorando sulla comproprietà in cambio di un assegno da 3/3,5 milioni di euro. Non è da escludere che nell’operazione venga inserito anche il cartellino del giovane Gianluca Caprari, che ha bisogno di mettere minuti nelle gambe e che la Roma vorrebbe appunto girare in prestito o in comproprietà in una medio-piccola italiana. L’eventuale sbarco di Parolo a Trigoria potrebbe coincidere con l’addio di Michael Bradley: il nazionale americano sarebbe infatti chiuso dal nuovo arrivato e sono molte le società sulle sue tracce a cominciare dal Fulham passando per il Bayer Leverkusen e arrivando fino al Cardiff.

Uno degli obiettivi della Roma per il calciomercato di gennaio è Alexander Buttner, terzino sinistro che nel Manchester United trova poco spazio e chiede di poter giocarsi le proprie carte altrove. L’olandese può essere un rinforzo ideale per i giallorossi che proprio sulla corsia mancina cercano un giocatore affidabile e che faccia tirare il fiato a Balzaretti; tuttavia la situazione è al momento cristallizzata, come ha confermato Aleksander Bursac, procuratore del calciatore, ai microfoni di AsRomaRadio.it. “Da due settimane non ho più contatti con Walter Sabatini, queste le dichiarazioni, “e inoltre si è fatto avanti il Genoa che ha mostrato interesse. Dove finirà Alexander, tuttavia, è una decisione che spetta al Manchester United; noi siamo a disposizione”. Tuttavia, è chiaro che una destinazione come la Roma fa gola: “Buttner ne sarebbe felice”. Resta però da capire se la Roma abbia effettivamente mollato la presa in attesa di studiare meglio altri prospetti, o se le dichiarazioni dell’agente servano solo a “liberare” il campo per lavorare con più tranquillità alla chiusura della trattativa.

Si chiama Radja Nainggolan il consiglio alla Roma dell’agente Fifa, Perotti: ecco le dichiarazioni rilasciate in esclusiva alla nostra redazione sul calciomercato giallorosso.

Daniele De Rossi è uno dei simboli e dei leader della splendida Roma 2013-2014 firmata Rudi Garcia. Ma pochi mesi fa la situazione non era così semplice. La scorsa stagione è stata infatti decisamente travagliata per Capitan Futuro e più volte lo stesso centrocampista romano è stato sul punto di abbandonare la barca: «Meno male che non sono andato a Manchester, sennò a quest’ora mi sarei suicidato… – svela il centrocampista della Nazionale in un’intervista rilasciata stamane a Il Corriere dello Sport – Fossi andato via, non sarei mai più riuscito a vedere una partita della Roma». Sarebbe stata una scelta delle mente ma non del cuore, troppo dolore, troppa rabbia nell’abbandonare i colori che tanto ama e per i quali ha sudato e lottato ogni domenica in campo. «Non mi sentivo a mio agio, non mi riconoscevo più nel rapporto con i compagni e con i tifosi», aggiunge De Rossi, fin quando arrivò Garcia e tutto cambiò. Fu proprio il tecnico francese a convincere la stella del centrocampo della Roma a rimettersi in gioco a Trigoria, con un progetto che lo voleva nuovamente leader del reparto di mezzo.

Il resto è storia di questi giorni, con la squadra giallorossa che viaggia a gonfie vele, facendo sentire il fiato sul collo alla Juventus. De Rossi non era l’unico che ha rischiato il cambio di casacca in estate. Anche Miralem Pjanic è stato sul punto di lasciare Trigoria; emblematici a riguardo i cori e gli insulti nei confronti del nazionale bosniaco intonati il giorno del raduno dai supporters giallorossi. Ora Pjanic è un punto fisso dello scacchiere capitolino e la Roma è pronta a blindarlo con un contratto a scadenza 30 giugno del 2019, a cifre che dovrebbero aggirarsi attorno ai 3/3,5 milioni di euro netti annui. Per evitare gli avvoltoi, leggasi il Paris Saint Germain, la dirigenza capitolina starebbe pensando di inserire una clausola rescissoria da 30 milioni di euro, in modo da tutelarsi in vista dell’estate quando proprio il PSG sarebbe pronto ad assicurarsi l’ex Lione per portarlo al Parco dei Principi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori