As Roma/ News, Alberto De Rossi: ho rifiutato la panchina giallorossa per mio figlio (10 e 11 ottobre 2014)

- La Redazione

As Roma news al 10 e 11 ottobre: l’allenatore della Primavera della Roma, Alberto De Rossi, ha svelato un interessante retroscena risalente al 2011, quando gli chiesero di guidare…

DeRossi_Totti
Daniele De Rossi, centrocampista Roma (Infophoto)

Interessante retroscena svelato da Alberto De Rossi, allenatore della Primavera della Roma nonché padre del centrocampista della nazionale italiana Daniele. Il tecnico è stato intervistato da RomaTv e nell’occasione ha svelato: «E’ successo che era stata chiesta disponibilità prima a me per la panchina della prima squadra. Non ho pensato a me stesso, quanto ai problemi che potevo creare a Daniele. Non ho nessunissimo rammarico di aver declinato l’invito, automaticamente avrei creato problemi a Daniele, non sarei stato il primo a farlo giocare ovviamente, ma nei rapporti con i compagni. Sono nato e cresciuto con l’idea che il papà deve aiutare i figli, deve cercare di farli crescere sereni. Con quella scelta avrei fatto il contrario». Il tutto risalirebbe all’inverno del 2011, quando l’Aeroplanino, attuale allenatore della Fiorentina, subentrò a Claudio Ranieri sulla panchina della Roma. Un De Rossi che scelse bene visto che, rimanendo sulla panchina della Primavera, alzò al cielo lo scudetto 2010-2011: «Una grandissima emozione la finale contro il Varese. Nel nostro programma c’era di ben figurare, ma era destino e ce l’eravamo meritato. Andammo in svantaggio in modo rocambolesco con un nostro rinvio del portiere, lì un po’ di apprensione ci venne in panchina. Ma era destino, all’ultimo secondo ci fu questo angolo in cui riuscimmo a pareggiare e andare ai supplementari, vincendo meritatamente».

Kevin Strootman sta lavorando duro per recuperare dal brutto infortunio patito nel marzo scorso e dal quale ancora non si è ripreso. Importanti le sue dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport: “Dopo che ho fatto l’intervento al ginocchio non c’erano più dubbi, ma solo un obiettivo. Ciò che accadeva fuori dalla palestra era la routine quotidiana che sembava complicata. Quando ho iniziato la riabilitazione ero concentrato. Voglio tornare a giocare il prima possibile, ma solo quando saro davvero al 100% e spero che potrò essere utile alla squadra. Penso sempre al primo gol nel nostro stadio”.

Arrivano buone notizie in casa Roma. Nelle scorse ore sono stati effettuati ulteriori esami su Holebas, bloccato per un problema muscolare, che hanno evidenziato come il muscolo del calciatore greco non sia lesionato. Si tratta infatti di elongazione, o per dirla in maniera più profana, di una classica contrattura all’adduttore sinistro, parte anteriore della coscia. Holebas potrebbe quindi sfruttare la pausa del campionato per le nazionali per poi recuperare per il prossimo 18 ottobre per l’appuntamento con il Chievo. Buone nuove anche per Iturbe, la cui botta al ginocchio dopo Juventus-Roma sembra essere stata completamente assorbita. Tutto ok anche per il capitano Francesco Totti, che continua ad allenarsi con un programma personalizzato e che sarà a disposizione per il match contro i veneti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori