Pagelle/ Roma-Cesena 2-0: Fantacalcio, i voti della partita. I top e flop (Serie A 2014-2015, 9^giornata)

- La Redazione

Le pagelle per il Fantacalcio di Roma-Cesena 2-0, partita valida per la 9^giornata del campionato di Serie A: i voti del match disputato allo stadio Olimpico. I top e flop

gervinho_derossi
Infophoto

La Roma torna a vincere e lo fa fra le mura domestiche dell’Olimpico. Durante la sfida di ieri sera delle ore 20.45 contro il Cesena, gara valevole per il nono turno della stagione di Serie A 2014-2015, la compagine capitolina batte i romagnoli con il risultato rotondo di due reti a zero grazie alle marcature di Mattia Destro e Daniele De Rossi. Quali sono stati i migliori i peggiori dell’incontro? Andiamo a scoprirlo insieme attraverso i nostri consueti top e flop. – Una prestazione davvero maiuscola quella dello storico centrocampista della Roma, Daniele De Rossi. La prova di Capitan Futuro è praticamente perfetta, sia in fase di impostazione quanto di contenimento, e soprattutto è resa ancora più pregevole dalla gioia per il gol, che il centrocampista della nazionale azzurra non provava da mesi: insostituibile. – E’ brutta la prestazione del giovane gioiello di casa Roma, Juan Iturbe. Il talento argentino sente un po’ di pressione sulle spalle e cerca di fare di tutto per segnare un gol, forse anche troppo. Intestardendosi risulta spesso e volentieri fastidioso, volendo fare tutto da solo e senza servire i compagni. Dalla sua, ha la scusante di non essere ancora al 100% dal punto di vista fisico. – E’ il portiere del Cesena il migliore dei suoi, e già questa la dice lunga sulla prestazione della compagine romagnola. Non può nulla sulle due reti subite per mano di De Rossi e Destro, ma riesce comunque a salvare la porta in altre occasioni, evitando il totale naufragio. – Tanti i giocatori del Cesena che hanno chiuso il match con una prestazione incolore ma fra questi spicca in negativo Succi. Il voto rifilato al bianconero è il risultato di una prova negativa: pochissimi palloni ricevuti ma lo stesso non fa nulla per farsi vedere di più.

La Roma vince per 2-0 all’Olimpico contro il Cesena ed aggancia la Juve a quota 22 punti al primo posto della classifica di Serie A. Le reti siglate, una per tempo, portano la firma di Destro all’8° minuto e di De Rossi all’81’. Il Cesena dopo questa sconfitta indietreggia al terzultimo posto in piena zona retrocessione.

E’ stata una gara dominata dai padroni di casa e certamente l’atteggiamento ultra difensivo  del Cesena non ha permesso di godere di un grande spettacolo. Nonostante ciò i due gol e le grandi giocate dei singoli giocatori hanno regalato un degno spettacolo a questa partita.

La squadra di Garcia non è stata spumeggiante come al solito ed ha commesso parecchi errori tecnici, nonostante ciò ha offerto una prestazione da grande squadra, sbloccando il match dopo pochi minuti e dominando il gioco per tutta la gara. Ottima vittoria che galvanizza i giallorossi dopo la sconfitta contro il Bayern e il pareggio di sabato sera con la Samp.

Il Cesena non ha giocato una brutta gara, soprattutto in difesa dove ha concesso pochissimo ai grandi tenori giallorossi, ma la scarsa fase offensiva e la poca voglia di cambiare sull’1-0 hanno portato inevitabilmente alla sconfitta.

Ottima direzione con poche sbavature.

Il primo tempo fra Roma e Cesena, partita valida per  la 9^ giornata di Serie A, si conclude sul risultato di 1-0 per i giallorossi, grazie al gol di Destro. La Roma di Rudi Garcia vuole tornare a vincere dopo le ultime due partite, tra Champions e Campionato, in cui i giallorossi hanno rimediato una sconfitta ed un pareggio. Il tecnico francese per questa sfida opta per un po’ di turnover, oltre a fare a meno di una ricca lista degli infortunati e si affida al solito 4-3-3.  In porta a sorpresa chance per Skorupski. Nel reparto arretrato al fianco di Manolas gioca Astori, con Cole e Torosidis che occupano le fasce di difesa. A centrocampo agisce Keita a supporto di De Rossi e Pjanic, mentre il tridente d’attacco è formato da Destro, Iturbe e Gervinho. Totti e Nainggolan partono dalla panchina. Il Cesena di Bisoli galleggia nei bassifondi della classifica e stasera cerca l’impresa per portarsi a casa dei punti preziosissimi dall’Olimpico. La squadra romagnola punta sul 5-3-1-1. Tra i pali al posto dello squalificato Leali gioca Agliardi. Difesa a 5 composta da Capelli, Lucchini, Volta, Magnusson e Renzetti. In mezzo al campo Coppola sostituisce l’indisponibile Cascione, e affianca Giorgi e De Feudis. In attacco la punta è Djuric, supportato alle spalle da Succi. Arbitra il sig. Tommasi. Avvio impetuoso della Roma che dopo soli 8 minuti passa in vantaggio con Destro, grazie all’assist di Gervinho. L’ivoriano viene servito in area splendidamente da Pjanic e trova Destro appostato a un metro dalla porta. La punta giallorossa non può sbagliare e porta avanti i suoi. Nel corso di questa prima frazione di gioco c’è stato un predominio netto dei padroni di casa, ma il Cesena sta tenendo duro, nonostante le poche occasioni create in attacco. La Roma ha l’occasione per raddoppiare, più di una volta, sempre con Destro che con un colpo di testa sigla il suo secondo gol, ma viene annullato giustamente da Tommasi. Pochi minuti dopo l’attaccante giallorosso ci prova con i piedi, ma stavolta Agliardi si oppone bene. Vedremo se nella ripresa la Roma riuscirà a chiudere questa partita o se il Cesena riuscirà nell’impresa di non tornare a casa a mani vuote. Media realizzativa impressionante: quando gioca segna, ed è sempre pericoloso. Si accende poco e non è mai nel vivo della manovra. Quello che nel centrocampo iper difensivo di Bisoli prova a costruire maggiormente gioco e farsi vedere. Lasciato troppo solo là davanti, paga l’eccessivo difensivismo dei suoi e contro Manolas-Astori può fare ben poco. (Paolo Zaza)

Roma

E’ impegnato pochissimo dagli attaccanti avversari. Spettatore non pagante.

Parte molto forte nel primo tempo e si inserisce spesso in modo pericoloso nell’area del Cesena. Nella ripresa cala un po’ di ritmo.

C’è poco lavoro per lui stasera. Vince tutti i duelli aerei con Djuric ed è sempre pulito nei suoi interventi.

Ottimo primo tempo. A inizio ripresa è costretto ad uscire per uno stiramento.

DAL 54’ YANGA-MBIWA 6,5: Entra bene in partita e sforna l’assist per De Rossi nel finale.

Qualche errore di troppo in fase di disimpegno. Buona prestazione difensiva, meno in fase d’attacco.

Solita buona prova del maliano. Stasera recupera tantissimi palloni ed assiste molto bene la squadra in fase offensiva.

In una partita difficile come questa dopo due risultati non felici , solo uno come lui, in mancanza di Totti, poteva trascinare la squadra alla vittoria. Non sbaglia praticamente niente ed il gol è il giusto premio per la sua prestazione.

DALL 82’ NAINGGOLAN: S.V.

Primo tempo travolgente. Serve palloni impossibili ai compagni di squadra e lusinga il pubblico giallorosso con giocate d’alta scuola. Nel secondo tempo cala fisicamente, ma la sua partita resta su alti livelli.

Vuole fare tanto, forse troppo, e cerca spesso la giocata personale piuttosto che servire i compagni liberi. Non è ancora al 100% della forma e si vede.

Entra bene dalla panchina e dà una sveglia a tutta la squadra.

Crea sempre il caos nella difesa del Cesena e dopo soli 8 minuti serve l’assist a Destro per il gol del vantaggio. Per il resto della gara gioca bene, anche se troppe volte si intestardisce con i suoi dribbling e finisce con il perdere palla.

E’ una garanzia per il suo allenatore e per i suoi tifosi. Quando gioca si fa sempre trovare sul pezzo e sfrutta ogni minima occasione per segnare. Anche dal punto di vista tattico gioca una buona partita.

All.GARCIA 6: La sua Roma non è spumeggiante come al solito, ma viene penalizzata per buona parte dall’atteggiamento del Cesena. Ottima risposta del gruppo dopo le ultime due partite.

Cesena

Salva il risultato in più occasioni e sui gol non può far nulla.

Contiene come può Gervinho e lo fa anche bene per lungi tratti del match. Nullo in fase offensiva.

Gioca una partita buona concedendo pochissimo agli attaccanti giallorossi, ma paga le dormite sui due gol.

Prestazione sufficiente a parte qualche sbavatura di troppo. Il compito era difficile, ma se l’è cavata dignitosamente.

Contiene bene sulla destra Iturbe nel primo tempo. Nella ripresa quando sale in cattedra Florenzi esce di scena.

DALL’83’ GARRITANO: S.V.

Gioca i primi minuti con troppa leggerezza. Più avanti entra in partita e rimedia qualche situazione difensiva complicata con ottime chiusure. In fase di impostazione non gira come tutta la squadra.

Tanta grinta e tenacia in mezzo al campo. Per il resto si vede poco.

Nel primo tempo gioca bene a centrocampo e dà una mano alla squadra in tutte e due le fasi. Nella ripresa cala vistosamente ed combina davvero poco.

Prestazione invisibile. Riceve pochi palloni e si vede pochissimo nelle azioni della sua squadra.

Spinto dall’entusiasmo prova ad inventarsi qualcosa appena entrato, ma senza successo. Con il passare dei minuti affonda insieme alla sua squadra.

Viene annullato dai centrali giallorossi e quando riceve palla non azzecca mai una giocata.

Entra in una situazione complicata e riesce a creare qualcosa in più rispetto al compagno sostituito.

All.BISOLI 5: L’atteggiamento difensivo paga fino a un certo punto. La voglia di fare bene e la grinta non manca, ma le occasioni create in avanti sono davvero misere.

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori