Calciomercato Roma/ News, Marcelo Moreno piace, ma la trattativa è difficile Notizie al 13 novembre 2014 (aggiornament in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma, Marcelo Moreno è un giocatore che piace alla Roma, ma il suo cartellino è frazionato. Sarà quindi molto difficile portarlo nella capitale con una semplice trattativa.

cuadrado_pasqual
Manuel Pasqual (infophoto)

Walter Sabatini è pronto a stupire ancora e potrebbe farlo nel mercato di gennaio, cercando di portare in giallorosso un giocatore dalle assolute qualità. Secondo quanto riportato da TuttoMercatoWeb pare che nelle ultime ore la Roma abbia contattato il Gremio per sapere qualcosa di più sul profilo di Marcelo Moreno. Il calciatore è uno dei classici casi di frazionamento del contratto a cui assistiamo in Sudamerica. Il 55% del cartellino appartiene al Gremio appunto, il 15 al Palmeiras e una parte allo Shakhtar Donetsk. Si prospetta quindi una trattativa molto difficile. Marcelo Moreno è un attaccante classe 1987 che ha giocato in Ucraina nella stagione 2010-2011. Da gennaio è al Cruzeiro dove in 19 presenze ha realizzato 12 reti. Nella sua Bolivia è un trascinatore con 48 gettoni e ben 12 reti.

Secondo quanto riportato oggi da Leggo pare che sia molto difficile vedere partire Mattia Destro nel mercato di gennaio, l’attaccante giallorosso infatti potrebbe rimanere in giallorosso almeno fino alla fine della stagione. Questo perchè il club capitolino avrebbe già deciso il sostituto dell’attaccante di Ascoli Piceno. Il nome è quello di Luiz Adriano che continua a incantare con la maglia dello Shakhtar Donetsk. Attenzione che nel frattempo il Torino ha chiesto Adem Ljajic in prestito, i giallorossi però almeno al momento non lo vogliono cedere su precisa indicazione di Rudi Garcia.

Il nome di Manuel Pasqual sta decisamente animando le cronache di calciomercato di casa Roma. Il terzino/esterno della Fiorentina ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2015 e in questo inizio di stagione ha visto poco il campo. I giallorossi vorrebbero approfittarne per sostituire il partente Ashley Cole, ma fino ad oggi non sembra esservi nulla di concreto. Lo ha fatto chiaramente capire il suo agente, Gastone Rizzato, interpellato dai microfoni del Corrieregiallorosso.com: «Nessun contatto con la Roma e neanche, che io sappia, con la Fiorentina che ne detiene il cartellino. Al momento Manuel è e resta un calciatore della società viola. Se Pasqual interessa a qualche squadra si deve fare viva e interessarsi alla situazione, noi al momento non stiamo parlando con nessuno. Pasqual è il capitano della Fiorentina e rispetta molto la società e i tifosi, e siccome si parla di situazioni inerenti al mercato di Gennaio, fino a fine Gennaio Pasqual è un giocatore della Fiorentina, quindi chiunque fosse interessato deve parlare prima con la Fiorentina e se le cose matureranno, vedremo». Tra l’altro, nel contratto di Pasqual, esiste una clausola particolare: «La clausola c’è – conferma Rizzato – per un rinnovo automatico dopo 20 presenze, è una clausola presente nel contratto attualmente in vigore». Nulla sarà comunque da lasciare al caso da gennaio in avanti, soprattutto se arrivasse una proposta alettante: «Al momento Manuel ha un contratto con la Fiorentina, che scade nel 2015, ed ha intenzione di onorarlo. Poi se ci saranno proposte interessanti da valutare le prenderemo in considerazione, di concerto con i viola naturalmente».

Fra i vari obiettivi della Roma per il calciomercato di riparazione di gennaio vi è anche Racine Coly. Il giovane difensore senegalese classe 1995, militante fra le fila del Brescia, è osservato dai giallorossi da circa un mese. L’operazione è fattibile già a gennaio come spiega a LaRoma24.it uno degli agenti del giovane africano, Lorenzo Liberatori: «Ci sono delle buone possibilità che possa andare già a gennaio alla Roma – confessa – Il club giallorosso ovviamente deve vedere bene cosa può fare in quel ruolo perché le alternative comunque le ha e a seconda di come si svilupperanno cose agirà sul mercato. C’è l’interessamento e le società hanno parlato, ora vediamo come andranno le cose». La Roma non è comunque l’unica società interessata a Coly visto che il ragazzo è seguito anche da squadre straniere: «Le dico però che in Italia la Roma non è l’unico club che ha mostrato interesse per Coly. Anche dall’estero alcuni club si sono interessati al ragazzo, il problema è che per l’Inghilterra dovrebbe avere il 75% delle presenze in nazionale per trasferirsi lì, a breve farà l’esordio in nazionale e per il prossimo match del Senegal dovrebbe essere convocato». L’idea del Brescia è quella di cedere subito il giocatore, anche se bisognerà capire se, in caso di acquisto della Roma, lo stesso Coly rimarrà a Trigoria o verrà piazzato altrove: «In linea di massima il Brescia lo vuole vendere già da gennaio e ci ha dato il mandato per la cessione. Poi quella che sarà la formula non lo sappiamo. Se avremo una buona offerta già abbiamo concordato il tutto. Certo data la giovane età del ragazzo gli farebbe comodo maturare a Brescia però vedremo se dovesse farà un grande salto in un club importante magari ci sta che possa essere mandato a giocare in una squadra di A». Nulla però sembra comunque definito, anche perché a tutt’oggi non è stata iniziata alcuna trattativa. Molto dipenderà da cosa decideranno i giallorossi: «Dipende dalle osservazioni che farà la società Roma sui suoi difensori in quel ruolo, il club capitolino ha fatto più di un sondaggio sul giocatore e lo sta tenendo sotto osservazione da 3 partite e noi abbiamo già parlato con gli osservatori giallorossi che sono venuti a seguirlo. Al momento però siamo ancora in alto mare e non è stata presa una decisione definitiva infatti abbiamo anche altri appuntamenti con altre società che ci hanno richiesto informazioni».

In occasione del calciomercato di riparazione la Roma potrebbe cedere diversi giocatori, in particolare, quelli che hanno trovato poco spazio dall’inizio della stagione ad oggi. Al di là delle solite voci riguardanti, Borriello, Ljajic e Destro, attenzione al futuro di Salih Ucan e Leandro Paredes, giovani talenti in cui la Roma crede ma che sarebbe meglio piazzare in qualche medio/piccola d’Italia per far trovare loro continuità e permettere agli stessi di crescere lontano da eccessive pressioni. Moltissime le società interessante al giovane turco, a cominciare dal Parma, passando per il Cesena e arrivando fino al Cagliari. Situazione molto simile anche per Paredes, ex Boca, che ha un forte seguito fra le medio-piccole italiane. Sul giocatore attenzione in particolare al Genoa, in ottimi rapporti con la Roma.

La Roma punta a rafforzarsi sulla corsia mancina in occasione del calciomercato di riparazione del prossimo gennaio. Sono diversi i calciatori accostati al club giallorosso in questi giorni e fra i nomi più interessanti spicca senza dubbio quello di Ricardo Rodriguez, terzino sinistro della nazionale svizzera che gioca in Germania, fra le fila del sorprendente Wolfsburg (secondo in classifica in Bundesliga). Il club tedesco non è così propenso a cedere l’elvetico e in cambio chiede un assegno che dovrebbe aggirarsi attorno ai 10/12 milioni di euro. L’idea della Lupa è quella di ammorbidire le richieste del Wolfsburg girando in cambio il cartellino di Ljajic, giocatore che il club teutonico ha seguito a lungo in estate.

In casa Roma è caccia al terzino sinistro, per questo continuano i contatti con l’entourage di Pasqual, terzino e capitano della Fiorentina. In scadenza di contratto con i viola, secondo le ultime indiscrezioni ci sarebbero ottime possibilità di un suo addio a Firenze con possibile approdo a Roma, sponda giallorossa. Manuel Pasqual è un calciatore che piace molto al club giallorosso anche perché a sinistra la Roma ha diversi problemi con Cole che non sta convincendo e Holebas che non ha ancora mostrato in pieno il proprio potenziale. Pasqual ha dalla sua grande esperienze e qualità soprattutto nei passaggi.

Il calciomercato del 2015 verrà sfruttato dalla Roma per assicurarsi un nuovo estremo difensore. Molto probabilmente Morgan De Sanctis appenderà i guantoni al chiodo, soprattutto se dovesse arrivare un trofeo. L’esperto guardiano ha il contratto in scadenza e la sua carriera sembra ormai giunta agli sgoccioli. Il direttore sportivo Walter Sabatini è pronto, e sta iniziando a monitorare con attenzione una serie di portieri papabili per il club capitolino. Piace molto il francese Ruffier, in forza al Saint Etienne, numero uno ormai da diverso tempo accostato alle big della Serie A. Attenzione anche ad Ospina, mentre in Italia sono particolarmente quotate le piste che portano a Mattia Perin, protagonista assoluto in stagione col Genoa, e a Neto, estremo difensore brasiliano della Fiorentina, il cui contratto scadrà al prossimo giugno.

, agente di Antonio Sanabria, ha parlato ai microfoni di ParmaLive.com del futuro del giovane talento della Roma, che potrebbe muoversi in questa finestra di calciomercato: “Non ho avuto contatti con la dirigenza del Parma. Con noi nessuno ha parlato fino a questo momento. In Italia si è ambientato bene, ma ha bisogno di giocare, è davvero troppo giovane per passare tutte queste gare in tribuna. Quando il mercato si aprirà parleremo con la società per vedere se si può valutare la sua situazione e prendere la decisione migliore per lui e per il club: ripeto, ha bisogno di giocare“. Il 18enne paraguayano non sta trovando spazio nella prima squadra giallorossa guidata da Rudi Garcia. Per lui solo alcune presenze nella Primavera della Roma. Troppo poco per un ragazzo ambizioso come lui che ha lasciato Barcellona nel gennaio scorso per provare ad imporsi nel calcio italiano. Finora non ha avuto fortuna, ma a gennaio la situazione potrebbe cambiare. Per la sessione di mercato invernale è altamente probabile un trasferimento di Sanabria in prestito ad un club che lo faccia giocare consentendogli di dimostrare le sue qualità e di maturare esperienza utile per poter tornare a Roma da protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori