Calciomercato Roma/ News, Badia (ag. FIFA): Destro via? Non a gennaio. E Martinez… (esclusiva)

- int. Riccardo Badia

Calciomercato Roma news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Riccardo Badia ha parlato del calciomercato giallorosso e in particolare della situazione di Destro.

martinez_cielo
Foto Infophoto

La Roma nel calciomercato di gennaio potrebbe fare qualcosa per rinforzare la difesa, come rivelato dal d.s. giallorosso Walter Sabatini. La Roma sembra aver messo nel mirino del calciomercato diversi giocatori tra cui Shawcross dello Stoke CIty. A proposito di calcio inglese, l’Arsenal insiste per quanto riguarda la situazione di Destro, attaccante italiano. L’agente Fifa Riccardo Badia ha parlato del calciomercato Roma in esclusiva per IlSussidiario.net.

Sabatini ha dichiarato che l’eliminazione dalla Champions League non influenzerà negativamente il calciomercato della Roma. Lei che pensa? Io non credo che la Roma farà qualcosa di importnte sul calciomercato anche perché tutto dipendeva dalla qualificazione agli ottavi di Champions. Senza i soldi dell’Uefa difficilmente ci sarà qualche arrivo.

Neanche il famoso centrale difensivo arriverà? Non è un’urgenza per la Roma che ha comunque tre centrali di livello in rosa. Secondo me non ci saranno grossi cambiamenti.

Se dovesse andare via Strootman le cose cambierebbero? Dubito che Sabatini voglia privarsi di Kevin Strootman proprio in questo momento.

Come mai? Sabatini sa bene che il valore di mercato dell’olandese oggi è inferiore a quello precedente all’infortunio. Oggi non sarebbe conveniente cedere l’ex Psv.

Destro via nel calciomercato di gennaio? La Roma non può privarsi di Destro perché in rosa ha Totti che ha comunque 38 anni e non ha altri attaccanti di ruolo. A giugno invece le cose potranno cambiare.

In che senso? Destro potrebbe andare via visto che è poco incline a fare panchina, a quel punto la Roma potrebbe dare nuovamente l’assalto al centravanti del Porto Martinez.

(Claudio Ruggieri)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori