Calciomercato Roma/ News: Milinkovic, tesseramento in stand-by. Notizie al 26 Febbraio (Aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Roma, i giallorossi ragionano sull’eventuale tesseramento di Manuel Milinkovic, giovane franco-serbo (classe ’94) arrivato a Trigoria per sostenere un provino con la Primavera

26.02.2014 - La Redazione
Sabatini_panchina_R400
Walter Sabatini, dal 2011 direttore sportivo della Roma (Infophoto)

Aggiornamenti su Manuel Milinkovic, il giovane attaccante franco-serbo del ’94 che è arrivato a Trigoria per un provino e ha favorevolmente impressionato Alberto De Rossi in un’amichevole che la Primavera ha giocato contro l’Under 21. Tuttavia i giallorossi prendono tempo: il tesseramento del talentino non è ancora sicuro, e per il momento non si prenderanno decisioni in merito. Bisognerà aspettare, anche perchè tra la scorsa estate e questo inverno la Roma ha già messo sotto contratto una serie di giovani interessanti (da Sanabria a Leandro Paredes) e deve quindi valutare anche le opportunità di trovare loro uno spazio per esprimersi, magari anche in prestito (che però deve essere ponderato: si pensi a Sanabria, che per il momento con il Sassuolo non è andato nemmeno in panchina).

La Roma non perde di vista Jan Vertonghen, difensore centrale del Tottenham e della nazionale belga. Secondo le ultime indiscrezioni circolanti, il club giallorosso sarebbe pronto ad un nuovo assalto al 26enne difensore centrale ex Ajax in vista della prossima estate. L’obiettivo di Rudi Garcia, abbracciato dalla dirigenza capitolina, è quello di creare una squadra composta da 22 giocatori di qualità, 11 titolari di livello e altrettanti panchinari di prim’ordine. Se a partire dal 2014-2015 la società giallorossa tornerà in Champions League, servirà infatti una squadra più “profonda” per lottare su vari fronti ed è per questo che il calciomercato estivo sarà all’insegna della quantità così come della qualità. Vertonghen potrebbe “accoppiarsi” con Mehdi Benatia formando un duo davvero impenetrabile. Insieme a loro vi saranno anche Castan e il giovane Rafael Toloi, per un reparto arretrato decisamente interessante. La Roma dovrà comunque fare i conti con il Tottenham, che in cambio di Vertonghen vuole almeno 20 milioni di euro, visto il contratto in scadenza al 30 giugno del 2016.

Kevin Strootman non lascerà la Roma a fine stagione. Ne è convinto Fabio Parisi, agente molto vicino al centrocampista olandese, che interpellato dai microfoni di Tuttomercatoweb ha ammesso: «Credo ci sia poco da dire. Kevin sta bene a Roma e non vedo perché debba prendere in considerazione l’idea di cambiare città e squadra». Sulle tracce dell’ex PSV Eindhoven vi sono da tempo le big del Vecchio Continente e fra le più agguerrite sembrerebbe esserci il Manchester United, squadra che già in estate, prima che Strootman sbarcò nella capitale, tentò l’acquisto dell’orange. I media inglesi sono convinti che nei prossimi mesi i Red Devils presenteranno una proposta indecente da 30 milioni di sterline, circa 36 milioni di euro, per assicurarsi il centrocampista della Roma, ma i giallorossi non sembrano intenzionati a cedere il giocatore. Come ha spiegato lo stesso Parisi, Strootman si trova molto bene nella capitale e vorrebbe vivere per lo meno un’altra stagione allo stadio Olimpico, giocandosi la Champions League con la maglia giallorossa.

Probabile derby di mercato tutto romano in vista dell’estate. Come riportato nelle scorse ore da varie media, la Roma e la Lazio starebbero pensando allo stesso giocatore, e precisamente a Zeljko Brkic. L’estremo difensore dell’Udinese e della nazionale serba, sta vivendo una stagione positiva ed avrebbe attirato l’interesse delle due società romane. Entrambe le capitoline cercano rinforzi per il reparto più arretrato, con la Roma che punta a ringiovanire, assicurandosi un nuovo guardiano da affiancare a Morgan De Sanctis, mentre i biancocelesti dovranno sostituire Federico Marchetti, che in estate lascerà Formello per trasferirsi altrove (piace a Milan, Inter e Napoli). Brkic potrebbe lasciare lo stadio Friuli a fine stagione anche perché la società dei Pozzo sembra voler puntare sul gioiellino Scuffet. Il 27enne portiere serbo ha il contratto in scadenza fra meno di sei mesi, al 30 giugno del corrente, ed è quindi acquistabile a costo zero.

Corre verso la Roma il difensore centrale Davide Astori. Come vi abbiamo già raccontato, nella giornata di lunedì c’è stato un incontro nella capitale fra il direttore sportivo giallorosso, Walter Sabatini, e la controparte del Cagliari Nicola Salerno. Secondo quanto emerso e riportato dalla redazione di Panorama.it, le due società avrebbero di fatto raggiunto un’intesa economica che andrà poi formalizzata a fine stagione. Se tutto andrà come previsto la Roma verserà nelle casse del Cagliari un assegno da 10 milioni di euro, proposta già avvallata dal patron Massimo Cellino, mentre il giocatore sottoscriverà un contratto quadriennale fino al 30 giugno del 2018, da 1,5 milioni di euro netti all’anno. Astori avrebbe già detto sì all’eventuale trasferimento nella capitale, e a questo punto bisognerà soltanto attendere la riapertura delle liste e la conseguente ufficialità. Astori piaceva anche a Milan e Napoli ma sembra averla spuntata la Roma.

Aumentano a dismisura le società italiane interessate ad Alberto Cerri. Il giovane talento del Parma, attaccante della Primavera che ha conquistato il premio di miglior giocatore del Torneo di Viareggio (Golden Boy), mettendo a segno sei reti in quattro incontri, è seguito dalle principali società della Serie A. Fra queste, come sottolinea il collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, vi è anche la Roma. Il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini sta tenendo nel mirino il giovane classe 1996, non ancora 18enne, facente parte della nazionale italiana Under-18. Sulle tracce di Cerri vi sono anche il Milan, la Juventus, l’Inter e alcune società tedesche. E’ molto probabile che durante la prossima estate il Parma possa venire subissato di offerte alettanti ma come ha già fatto capire negli scorsi giorni il patron Tommaso Ghirardi, l’idea della dirigenza dei Ducali è quella di far firmare un bel contratto al giovane prodigio e di tenersi lo stesso molto stretto.

Un nuovo giovane talento si è aggregato alla Roma. Come riporta stamane il Corriere dello Sport, da ieri si sta allenando a Trigoria Manuel David Milinkovic, esterno d’attacco classe 1994 di origini serbe ma con il passaporto francese, essendo cresciuto a Cannes. Attualmente è tesserato dal Bask, squadra di seconda divisione serba, e ieri è sceso in campo per un’ora in occasione del match fra la Primavera giallorossa e la nazionale Under-21, chiaramente un’amichevole. Una prestazione convincente quella del gioiellino dell’est Europa, che ha mostrato interessanti dote tecniche ma anche corsa, grinta e velocità. L’allenatore del giallorossi per ora non si sbilancia: «E’ presto per valutarlo – le parole di Alberto De Rossi l’ho visto solo ora in campo». Nei prossimi mesi capiremo se Milinkovic entrerà a far parte definitivamente della Roma o se farà ritorno in patria. Intanto c’è attesa per il transfer di Tomas Vestenicky, altro giovane calciatore, acquistato dal Nitra durante gli scorsi mesi. «E’ un attaccante molto mobile – ha commentato De Rossi – che gioca per la squadra e ha un’ottima tecnica individuale. In futuro potrebbe giocare anche accanto a Berisha, che invece è un centravanti più statico e potente». E a proposito di Berisha, il tecnico della Primavera ammette: «Berisha è uno dei giovani più conosciuti nel panorama internazionale. Non a caso ha vinto la classifica dei cannonieri al Mondiale Under 17, con la Svezia. Di certo non sono io a scoprire le sue qualità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori