Calciomercato Roma/ News: Ag. Ucan, giallorossi grande club e meta gradita. Notizie al 6 Marzo (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma news, Salih Ucan potrebbe finire al Benfica, ma l’agente ha smentito che ci sia qualcosa di concreto e ha parlato decisamente bene della possibilità giallorossa

kuyt_fenerbahce
Foto: InfoPhoto

Ci sono altre novità riguardanti Salih Ucan, uno degli obiettivi della Roma per la prossima estate. Dopo le notizie riguardanti il Benfica, anzi proprio relativamente alle voci che vorrebbero le Super Aquile pronte a un’offerta per strappare il centrocampista al Fenerbahce, è intervenuto Omer Uzun, procuratore del calciatore. Ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com ha smentito che ci sia qualcosa in ballo con i lusitani. “Mi hanno chiamato giornalisti da Lisbona e ho letto la notizia sui giornali, ma non ci sono stati contatti e non so nulla”. Più possibilista invece sull’ipotesi Roma: “C’era interesse qualche tempo fa, poi non ho più saputo nulla ma è possibile che i giallorossi abbiano parlato direttamente con il Fenerbahce. Sarebbe comunque una meta decisamente gradita, la Serie A è un ottimo campionato e la Roma è una grande squadra. A giugno potrebbe lasciare?” ha chiuso Uzun. “Vedremo, certamente vista la giovane età e i margini di crescita l’acquisto di Salih Ucan sarebbe un ottimo affare”.

La Roma non molla la pista che conduce a Salih Ucan, centrocampista centrale del Fenerbahce che esattamente due mesi fa ha compiuto 20 anni; Walter Sabatini come abbiamo detto lo tiene nel mirino da tempo, ne è rimasto affascinato già la scorsa stagione quando il club turco ha raggiunto la semifinale di Europa League e vorrebbe portarlo a Trigoria per aumentare la qualità in mezzo al campo con l’ennesimo giovane talento, uno dei tanti che sono arrivati nella capitale da quando c’è lui come direttore sportivo. Ucan, che a inizio anno si è fermato un paio di settimane per un infortunio al polpaccio, potrebbe cambiare aria e potrebbero bastare 10 milioni di euro, la cifra che i capitolini sembrano aver già destinato all’acquisto. Attenzione però: dalla Turchia dicono che il Fenerbahce potrebbe preferire l’offerta del Benfica: che sembra aver pensato a 8 milioni subito, più il 25% del prezzo di un’eventuale cessione futura. A conti fatti, qualora ad esempio i lusitani dovessero poi piazzare Ucan, i gialloblu di Istanbul si vedrebbero recapitare nelle casse altri 5 milioni. Non male, anche se questo dipenderà dal rendimento del giovane calciatore in Portogallo; la scelta quindi è se monetizzare subito, e vendere alla Roma, oppure provare l’investimento a lungo termine, che come noto è sempre un rischio ma se azzeccato può fruttare tanto. Sempre che non si metta davvero di mezzo il Manchester United, o qualche altro club europeo.

Fra i vari obiettivi della Roma in vista della prossima campagna acquisti estiva vi è anche un rinforzo per l’attacco. Il club giallorosso potrebbe cedere Adem Ljajic fra pochi mesi, ed inoltre, sembra incerta la permanenza di Mattia Destro. Aggiungendoci anche l’età che avanza di capitan Totti è facile pensare come il ds Sabatini si concentrerà anche sull’acquisto di un nuovo bomber di razza nei prossimi mesi. Nelle ultime settimane diversi calciatori sono stati accostati alla Roma e fra le tante ipotesi sta prendendo piede quella riguardante Mario Mandzukic. L’attaccante della nazionale croata sembra destinato a lasciare il Bayern Monaco a fine stagione, chiuso dall’arrivo di Robert Lewandowski, non proprio uno qualunque. Il 27enne di Slvaonski Brod potrebbe trasferirsi in Serie A dove sono molte le società sulle sue tracce, a cominciare dalla Juventus senza dimenticarsi dell’Inter. Anche la Roma è alla finestra e non è da escludere che con il Bayern possa essere intavolata qualche operazione di scambio, magari legata a Miralem Pjanic, fra i più corteggiati da Guardiola.

E’ vera e propria bagarre per l’attaccante dell’Hellas Verona, Juan Iturbe. Secondo quanto riportato nelle ultime ore dai media britannici, sulle tracce del talento della nazionale argentina Under-20 vi sarebbero le principali big inglesi, a cominciare dal Chelsea. Lo Special One, Josè Mourinho, sarebbe infatti rimasto folgorato dalle prestazioni del gioiello di proprietà del Porto, ed avrebbe dato mandato alla dirigenza dei Blues di sondare il terreno per un’operazione in ottica estiva. Il talento di Buenos Aires piace anche all’Arsenal di Wenger, altro allenatore molto attento ai vari talenti sparsi per il globo, nonché alle due squadre di Liverpool, l’Everton e i Reds di Brendan Rodgers, quest’ultimi vogliosi di tornare ai fasti dell’epoca Benitez. La Roma avrà quindi vita dura se vorrà assicurarsi Iturbe, nonostante pare sia già stata predisposta una proposta del valore totale di 20/21 milioni di euro, comprendenti anche i cartellino di Marquinho (già in Veneto in prestito) e del giovane difensore centrale Tin Jedvaj, ai margini del progetto Garcia. La cosa certa è che il Verona riscatterà Iturbe dal Porto in cambio di 15 milioni di euro: quello che succederà dopo sarà tutto da stabilire.

Spunta un nome nuovo sul taccuino del direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini. Secondo le ultime indiscrezioni riportate dai colleghi di Tuttomercatoweb, la società capitolina starebbe pensando a Karim Achahbar. Sconosciuto ai più, si tratta di un giovanissimo talento classe 1996 che milita fra le fila del Guingamp B, squadra francese che gioca nella Ligue de Bretagne, una categoria minore. Diciotto anni compiuti lo scorso mese di gennaio, Achahabar è il classico talento marocchino tutta tecnica e classe. Nazionale Under-17, il giocatore sarebbe finito nel radar di diverse società blasonate, ed oltre alla Roma anche l’Inter ci avrebbe messo gli occhi sopra. Walter Sabatini, tramite alcuni suoi collaboratori, lo ha fatto visionare in diverse occasioni, ricevendo relazioni più che positive. Achahabar, prima punta capace di giocare anche in posizione più arretrata, potrebbe sbarcare a Trigoria in estate per essere accorpato alla Primavera giallorossa.

Torna a circolare in casa Roma il nome di Salih Ucan. Il giovane trequartista 20enne del Fenerbahce, è stato accostato ai giallorossi durante lo scorso mercato di riparazione. A gennaio si parlava addirittura di operazione già conclusa poi il tutto si rivelò un fuoco di paglia. In realtà fra la società capitolina e quella turca sarebbero state gettate delle basi solide che fanno ben sperare in vista del mercato estivo. Il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, fa sul serio per il trequartista classe 1994 nazionale turco Under-21 e avrebbe predisposto un assegno da 10 milioni di euro, in linea con il valore del giovane talento. Ucan può giocare sia sulla trequarti quanto in posizione più arretrata, nel ruolo di centrocampista centrale, e sulle sue tracce vi sarebbero altre big del Vecchio Continente, a cominciare dal solito Manchester United, club che in estate verrà letteralmente stravolto. Il contratto del 20enne di Mugla scadrà al 30 giugno del 2017, e viste le prestigiose avance è molto probabile che il prezzo del suo cartellino possa aumentare notevolmente nei prossimi mesi.

Totti in Australia al fianco di Del Piero. E’ questo il sogno di Chris Fong, multi-milionario indonesiano, amico di Erick Thohir. L’amministratore delegato del Brisbane Roar, la squadra di proprietà del Bakrie Group e prima in classifica nella A-League, il campionato australiano, sogna di acquistare il capitano giallorosso Francesco Totti. «Il Bakrie Group vuole concentrare la sua attenzione sull’Australia e sull’Indonesia dove ha un’altra formazione, l’Arema – ha confessato Fong ai microfoni del Corriere dello Sport stamane – Per il Brisbane Roar in particolare ci piacerebbe ingaggiare un grande campione della Serie A, Francesco Totti. Perché proprio lui? Perché Totti è un giocatore incredibile ed è conosciuto in tutto il mondo. Del Piero è diventato un simbolo per il Sydney e Totti potrebbe essere la stessa cosa per noi». Francesco Totti ha sottoscritto da poco il rinnovo del contratto con la Roma e intende chiudere con il calcio giocato nella capitale, ma Fong non sembra essere scoraggiato più di tanto: «Lui è una leggenda e sono convinto che in Australia sarebbe accolto come un re – prosegue – il calcio della A-League è in crescita grazie soprattutto all’effetto Del Piero che ha avvicinato tante persone a questo sport. Il marketing ha ricevuto dalla presenza dell’ex capitano della Juventus un grande impulso e ha spinto molti immigrati italiani che vivono in Australia a seguire il campionato. E poi i diritti tv: grazie a Del Piero li abbiamo venduti anche in Italia… Vi immaginate cosa succederebbe con Totti? So che è molto legato alla Roma, ma nella vita non si sa mai. Se non sarà possibile avere lui, valuteremo altri giocatori della Serie A».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori