PROBABILI FORMAZIONI / Roma-Fenerbahçe: le ultime novità. Il protagonista (amichevole)

- La Redazione

Probabili formazioni Roma-Fenerbahçe, partita amichevole in programma martedì 19 agosto 2014 allo stadio Olimpico Roma: calcio d’inizio in programma alle ore 20:45

pjanic_wiener
Miralem Pjanic, 24 anni, bosniaco (dall'account Twitter ufficiale @OfficialASRoma)

Questa sera l’amichevole Roma-Fenerbahce ha un protagonista più atteso degli altri, che spicca nelle probabili formazioni della partita. Si tratta naturalmente del giovane talento turco Salih Ucan, che proprio quest’estate si è trasferito dalla società turca a quella capitolina. Ricordiamo che per ora si tratta di un prestito, sia pure oneroso, con la Roma che avrà il diritto di riscatto se Ucan convincerà Rudi Garcia e la dirigenza nella sua avventura italiana. Il debutto all’Olimpico, davanti ai suoi nuovi tifosi, sarà proprio contro la sua ex squadra: non capita spesso. Ucan si metterà subito in mostra?

SI gioca questa sera alle 20:45 allo stadio Olimpico Roma-Fenerbahce, amichevole internazionale che per i giallorossi rappresenta l’esordio casalingo in questo primo scorcio di stagione 2014-2015. L’occasione sarà utile anche per assistere alla presentazione ufficiale della squadra che a partire dalle ore 19 sfilerà sul prato del suo tempio per raccogliere l’ovazione dei tifosi. Grande attesa dunque per una squadra che rientrata dalla tournée americana e dal doppio impegno in Austria marcia a grandi passi verso l’inizio del campionato e dell’avventura nei gironi di Champions League.

Rudi Garcia manderà in campo una formazione che sarà molto simile a quella che verrà poi riproposta per le prime gare ufficiali, di fatto il 4-3-3 che ha in mente con i giocatori attualmente a disposizione (qualcuno potrebbe ancora arrivare, altri potrebbero partire). In porta c’è Morgan De Sanctis, mentre in difesa si rivede Torosidis sulla corsia destra con Ashley Cole dall’altra parte, coppia di centrali inedita perchè insieme ad Astori ci sarà ancora una volta il giovane Somma, già protagonista negli Stati Uniti. Solo panchina dunque per Benatia e Leandro Castan, così come andrà inizialmente a sedersi Salih Uçan che proprio dal Fenerbahce è stato prelevato la scorsa estate. Sarà Nainggolan ad agire sul centrosinistra, con De Rossi ovviamente a protezione della difesa e Pjanic libero di impostare la manovra, in attesa del ritorno di Strootman che continua a essere nelle mire del Manchester United. Per quanto riguarda invece l’attacco, siamo già in proiezione “ufficiale”: insieme a Francesco Totti, che sarà centrale, agiranno le due frecce Iturbe e Gervinho. Naturalmente non va sottovalutato e scartato Mattia Destro, così come Adem Ljajic.

La squadra di Ismail Kartal è sostanzialmente rimasta la stessa delle ultime stagioni, quella che per intenderci ha raggiunto la semifinale di Europa League nel 2013. In porta Volkan Demirel, la linea difensiva è composta da Gokhan Gonul e Caner Erkin sulle corsie (il secondo, ricorderete, è stato a lungo nel mirino dell’Inter) con Bekir Irtegun e Bruno Alves al centro (il portoghese, ex Porto e Zenit San Pietroburgo, era stato vicino a vestire la maglia della Juventus). In mezzo, partito Salih Uçan, la maglia da titolare l’ha presa definitivamente Mehmet Topal (ha giocato anche nel Valencia), mentre sul centrosinistra c’è la vecchia conoscenza del calcio italiano Emre Belozoglu, che è stato nell’Inter e oggi è il capitano dei gialloblu di Istanbul. Dall’altra parte Raul Meireles, ex di Liverpool e Chelsea. L’attacco è ben fornito: il veterano Dirk Kuyt, capace di giocare un Mondiale da protagonista a quasi 34 anni, si muove da battitore libero in un tridente che prevede Emmanuel Emenike al centro e Moussa Sow sul centrosinistra. I due attaccanti africani portano dinamismo e peso specifico a una squadra della quale fanno parte anche i centrocampisti Mehmet Topuz e Cristian, lui pure osservato speciale di alcune squadre della nostra Serie A. Dalla panchina si alzeranno poi, nella ripresa, il camerunese Pierre Webo e soprattutto Diego Ribas da Cunha, giramondo che nel 2009-2010 si era fermato alla Juventus.

Roma (4-3-3): 26 De Sanctis; 35 Torosidis, 50 Somma, 23 Astori, 3 A. Cole; 15 Pjanic, 16 De Rossi, 44 Nainggolan; 7 Iturbe, 10 Totti, 27 Gervinho

In panchina: 28 Skorupski, 1 Lobont, 5 Castan, 11 A.Romagnoli, 17 Benatia, 90 Capradossi, 82 Emanuelson, 20 S. Keita, 48 Salih çan, 32 L. Paredes, 24 Florenzi, 8 Ljajic, 9 Borriello, 22 Destro, 96 Sanabria

Allenatore: Rudi Garcia

Indisponibili: Maicon, Balzaretti, Strootman

Fenerbahçe (4-2-3-3): 1 Volkan; 77 G. Gonul, 4 Irtegun, 22 Bruno Alves, 88 Caner Erkin; 14 Raul Meireles, 5 Mehmet Topal, 20 Emre; 11 Kuyt, 29 Emenike, 7 M. Sow

In panchina: 25 Taskiran, 23 Gunok, 6 Yobo, 53 Kesimal, 24 Kadlec, 3 Kaldirim, 21 S. Sahin, 17 Semih Ergul, 38 Mehmet Topuz, 16 Cristian, 9 Webo

Allenatore: Ismail Kartal

Martedì 19 agosto 2014 si gioca la partita Roma-Fenerbahçe, ultimo test del precampionato giallorosso. Teatro del match sarà lo stadio Olimpico di Roma: calcio d’inizio in programma alle ore 20:45. Per la Roma la sfida ha il valore della prova generale prima dell’esordio in campionato, previsto sabato 30 agosto quando all’Olimpico arriverà la Fiorentina, nel secondo anticipo della prima giornata (ore 20:45). Prima della partita si terrà dalle ore 19:00 la presentazione della nuova squadra, aperta al pubblico. Anche il Fenerbahçe sta per affrontare i primi impegni ufficiali della nuova stagione: il debutto sarà lunedì 25 agosto nella supercoppa nazionale contro il Galatasaray.

Rudi Garcia dovrebbe schierare la miglior formazione possibile, scossoni di mercato permettendo. Al momento si può ipotizzare la presenza di Mehdi Benatia nella coppia centrale davanti al portiere De Sanctis, completata da Astori; quest’ultimo dovrebbe rilevare Castan che non è sceso in campo nelle due amichevoli austriache, ma potrebbe entrare nella ripresa contro il Fener per riacquisire un pò di ritmo. A destra sicuro Torosidis per la perdurante assenza di Maicon, che sta recuperando ma non sarà disponibile, salvo imprevisti, nemmeno per il debutto in campionato. A sinistra Ashley Cole mentre a centrocampo, aspettando il recupero di Strootman (ci vorrà ancora un mese e mezzo) spazio a Nainggolan, De Rossi e Pjanic. Attacco: se la formazione sarà davvero quella più vicina alla migliore Totti non è in discussione così come Gervinho; bagarre per la terza maglia con Florenzi ed Iturbe a giocarsi il posto, senza contare Mattia Destro che potrebbe allargare Totti sull’esterno in caso di impiego (o partire lui stesso defilato). L’ex Salih Uçan dovrebbe entrare nel secondo tempo.

La squadra di Istanbul ha cambiato allenatore, salutando Ersun Yanal e promuovendo al suo posto il vice Ismail Kartal, turco di 53 anni. Il modulo nella partita contro la Roma dovrebbe essere il 4-2-3-1: in porta Volkan Demirel, terzini Gokhan Gonul a destra e Caner Erkin a sinistra; quest’ultimo era stato accostato a qualche squadra italiana tra cui l’Inter nel mese di giugno, perché in scadenza di contratto, ma alla fine ha rinnovato con il Fenerbahçe per altre due stagioni. Difesa completata dai centrali Yobo e Bruno Alves, arrivato in estate dallo Zenit San Pietroburgo per circa 5 milioni e mezzo di euro. A centrocampo la coppia composta da Mehmet Topal e Raul Meireles, trequartista centrale sarà il brasiliano Diego (ex Juventus) mentre sulle fasce probabili Kuyt a destra e il senegalese Moussa Sow a sinistra; per il ruolo di unica punta ballottaggio tra il camerunese Webo e il nigeriano Emenike. Amarcord per Diego che con la maglia bianconera ha vissuto all’Olimpico la sua migliore giornata: Roma-Juventus 1-3 del 30 agosto 2009, match di cui fu mattatore con una gran doppietta. Torna in Italia anche l’ex interista Emre Belozoglu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori