Pronostico Roma Porto/ Massimo Agostini: “Qualificazione alla portata, ma attenzione…” (Esclusiva)

- int. Massimo Agostini

Il pronostico di Roma Porto è in favore dei giallorossi, anche se bisogna fare attenzione. Per presentare questo match abbiamo sentito Massimo Agostini.

Roma, Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco al Milan? (LaPresse)

Il pronostico di Roma Porto è in favore dei giallorossi, anche se bisogna fare attenzione per questo ottavo di Champions League. La formazione giallorossa dopo il bel pareggio col Milan in casa ha battuto il Chievo 3–0 a Verona. Sembra in notevole ripresa contro un Porto sempre primo in campionato Porto però che viene da due pareggi consecutivi e ha perso la finale di Coppa di Lega ai rigori con lo Sporting Lisbona. Momento un po’ difficile quindi per la formazione lusitana con la Roma che potrebbe approfittarne vendicando anche l’eliminazione nei preliminari di Champions nel 2016. Il tema di questa sfida europea potrebbe essere la velocità della Roma contro il possesso palla del Porto, con Edin Dzeko che potrebbe essere il matchwinner della serata. Per presentare questo match abbiamo sentito Massimo Agostini. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.

Come vede questa partita?

Sarà una partita difficile considerato il valore dell’avversario, con l’esperienza del Porto in una competizione come la Champions League.

Si aspetta una Roma aggressiva fin dall’inizio?

Sì mi aspetto una Roma consapevole delle sue possibilità, con una notevole qualità
tecnica, pronta ad aggredire e a mettere in difficoltà la formazione portoghese.

Dzeko punto di riferimento delle azioni giallorosse?

Direi di sì, abbiamo visto anche col Chievo dove oltre al gol ha fatto salire la squadra, ha partecipato molto al gioco della formazione giallorossa. Dzeko infatti è un punto di riferimento di tutta la Roma, di tutto il terminale offensivo giallorosso, è molto abile anche a giocare con la palla a terra. Potrebbe essere molto importante stasera…

Quanto peserà l’assenza di Olsen?

L’assenza di Olsen non dovrebbe contare tanto e Mirante dovrebbe sostituirlo al meglio.
Mirante del resto ha già dimostrato di essere portiere da Champions. Non ci sarà da avere paura in questo senso.

Quanto poi il pubblico dell’Olimpico sarà importante?

Il pubblico, i tifosi dell’Olimpico sono fantastici, il pubblico dell’Olimpico è unico,
inimitabile. Dovrebbero dare quella spinta in più per vincere questo match. Quando giocavo con la Roma era la stessa cosa. I tifosi della Roma sono sempre eccezionali…

Cosa temere del Porto?

Il gioco che fa, oltre al possesso palla, la capacità di muoversi proprio senza pallone, il tipo di calcio che fa il Porto sempre di notevole valore.

Momento di difficoltà dei lusitani in questa stagione, un vantaggio per la squadra di Di Francesco?

No perchè il Porto è sempre una formazione di dimensione internazionale, abituato a stare in alto, una formazione da rispettare fino in fondo.

Il tema di questa sfida, la velocità della Roma contro il possesso della palla del Porto?

Dovrebbe essere questo il leitmotiv di questa sfida europea, con la Roma che però mi
sembra in grado di prevalere alla fine sul Porto, di conquistare il successo.

Il suo pronostico su quest’incontro e la qualificazione?

La Roma dovrebbe vincere, la qualificazione mi sembra alla sua portata e la vedo favorita nel doppio confronto. Credo che non subire gol all’Olimpico possa essere importante per il passaggio del turno per la squadra di Di Francesco.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA