Di Francesco esonerato/ Turone: crisi Roma? Paga sempre l’allenatore (esclusiva)

- int. Maurizio Turone

Di Francesco esonerato: intervista esclusiva a Maurizio Turone sull’addio del tecnico e sull’arrivo di Ranieri alla panchina della Roma.

Roma, Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco al Milan? (LaPresse)

Era nell’aria, si diceva da giorni e alla fine è arrivata la notizia che Eusebio Di Francesco è stato esonerato dalla Roma. Al suo posto dovrebbe già sedersi Claudio Ranieri, il quale però deve ancora apporre la propria firma sul contratto che lo legherebbe alla squadra giallorossa almeno fino a fine stagione. Il profilo è certamente noto nella capitale e non solo per le belle cose fatte vedere in questi ultimi anni sulla panchine della Premier league: ricordiamo bene infatti che Ranieri si è seduto sulla panca dei giallorossi dal 2009 al febbraio del 2011. Si chiude quindi qua l’esperienza di Di Francesco alla Roma: sono rimasti indigesti nello stomaco di molti sia il KO nel Derby contro la Lazio che la mancata qualificazione ai quarti di finale di Champions league (dove però non sono mancate le polemiche riguardanti la direzione arbitrale nella sfida contro il Porto). Eppure non è solo il tecnico il problema che affligge ora la squadra della Capitale ma molte e diverse sono le responsabilità di questa stagione non così esaltante. Per parlare dell’esonero di Di Francesco e dell’arrivo di Claudio Ranieri alla panchina della Roma abbiamo sentito Maurizio Turone: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Cosa pensa dell’esonero di Di Francesco? Posso dire che quando non arrivano i risultati purtroppo chi paga è sempre l’allenatore come è stato stavolta con Di Francesco.

Di Francesco paga colpe non sue come un mercato sbagliato? Diciamo che il mercato che la Roma ha fatto un certo tipo di mercato non ideale, non eccezionale. Ha ceduto anche giocatori importanti, giocatori di valore.

Tra Pallotta, Monchi e il resto della dirigenza chi pensa possa aver “deciso” l’esonero? Credo che poi a decidere è sempre il presidente di una squadra, di un club di calcio. Quindi dovrebbe essere stato Pallotta a aver deciso di mandar via Di Francesco.

L’esonero adesso ci sta o sarebbe dovuto arrivare prima? Io gli avrei dato fiducia soprattutto dopo la prestazione di ieri sera dove la Roma ha perso, è stata eliminata ma è stata penalizzata da alcune decisioni arbitrali!

Cosa succederà alla Roma adesso probabilmente con Ranieri? Ranieri è bravo, ha fatto sempre bene, ha vinto il campionato col Leicester è già stato alla Roma. E poi è mio amico, non potrà che far bene anche alla Roma.

L’esonero di Di Francesco prelude all’addio di Monchi? Potrebbe anche essere che Monchi se ne vada, poi è una cosa che sa solo Monchi. Chiedetelo a lui cosa farà.

Non è la gestione di Pallotta quella da mettere in discussione? Credo che le colpe della situazione attuale siano di tutti, tutti sono responsabili di questo momento della Roma.

Cosa potrà fare la Roma nel futuro di questa stagione? Penso che possa fare bene, pensa che il futuro in questa stagione non possa che essere positivo!

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA