Pronostico Genoa Roma/ Onofri: liguri, occhio alle ripartenze della Lupa (esclusiva)

- int. Claudio Onofri

Pronostico Genoa Roma: intervista esclusiva a Claudio Onofri in vista del match della 35^ giornata di Serie A, previsto oggi al Marassi.

El_Shaarawy_Roma_Genoa_gol_lapresse_2017
Pronostico Genoa Roma (LaPressse)

La sfida tra Genoa e Roma, attesa oggi alle ore 18,00 al Marassi per la 35^ giornata di Serie A, si annuncia come una partita molto importante, specie se controlliamo la classifica del primo campionato. La formazione rossoblù viene dal pareggio di Ferrara con la Spal e ha 35 punti in classifica, mentre i giallorossi di Ranieri approdano al turno dopo la bella vittoria ottenuta all’Olimpico a spese del Cagliari e vantano 58 punti in classifica. In questo finale di stagione ovviamente le due squadre hanno obiettivi differenti, che sono la salvezza per il Genoa, e la qualificazione in Champions League per la Roma. Questa sfida potrebbe quindi dire molto. Per presentare Genoa Roma abbiamo sentito Claudio Onofri: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Che partita sarà? Una partita molto importante per il futuro del Genoa in campionato. Una domenica che vedrà anche Empoli Fiorentina con la formazione viola chiamata a fare bella figura. Se la formazione di Prandelli uscisse con un risultato positivo da Marassi farebbe un grande passo verso la salvezza.

Si aspetta un Genoa più convincente delle ultime uscite? Mi aspetto un Genoa soprattutto che sia più incisivo in fase gol. C’è da considerare che Piatek ha fatto 14 gol, gli attaccanti e i centrocampisti del Genoa 17. E’ una cosa su cui riflettere molto in questo senso!

Serve quindi un Genoa quindi che giochi anche bene. In realtà solo con l’Inter non era stato un buon Genoa. Poi anche col Torino la prestazione non era stata negativa pur perdendo. Il massimo sarebbe confermare la partita vincente con la Juventus.

Come giudica la classifica del Genoa? E’ una classifica accettabile in chiave salvezza. Per fortuna per la classifica della formazione rossoblù la squadra ligure aveva pareggiato a Ferrara e l’Empoli aveva perso a Bologna. Un punto in più che serve molto per la permanenza in serie A, considerando anche il vantaggio nel confronto diretto con l’Empoli e i sei punti di vantaggio sulla compagine toscana.

Come bisognerà quindi affrontare la Roma? Come Prandelli dovrà impostare il Genoa? Bisognerà attuare una difesa molto forte, attuare molto pressing, evitare di subire le ripartenze della Roma. E essere naturalmente più concreti a centrocampo, sfruttare le varie occasioni da gol.

E’ Romero l’uomo in più di questo Genoa? Romero è un giocatore di livello europeo, un giocatore sempre in grado di fare la differenza. Non a caso sembra destinato alla Juventus la prossima stagione…

Lapadula nell’undici iniziale? La possibilità c’è soprattutto dopo la rete di Ferrara. In ogni caso le alternative non mancano con lo stesso Pandev giocatore di grande esperienza pronto a essere utilizzato contro la Roma.

Roma pronta a fare la partita o a giocare di rimessa? Roma che potrebbe veramente sfruttare la sua capacità di contropiede, di ripartenze. Il Genoa dovrà proprio stare attento a non favorire la formazione di Ranieri in questo senso!

Sarà Pastore il punto di riferimento della formazione di Ranieri? Vedremo poi se Ranieri lo farà giocare dall’inizio. Potrebbe subentrare durante il match. In ogni caso la squadra giallorossa ha veramente una rosa di grande livello tecnico.

Quante le possibilità della Roma di andare in Champions? Molte, ma sarà una bella lotta che coinvolge tutto il gruppo di squadre di testa, interessate a questo traguardo.

Lei per chi tiferà? Una bella domanda, perchè io sono di Roma, mio padre era romanista, sono cresciuto nel Torino e sono amico di Gasperini…

Il suo pronostico su Genoa Roma. La Roma è superiore dal punto di visto tecnico, nondimeno il Genoa potrebbe fare un’ottima partita, ne ha tutte le possibilità. Io credo quindi che se strappasse anche un punto sarebbe un risultato importante. Il Genoa dovrà in ogni caso scendere in campo cercando di dare il massimo con tutta la grinta possibile, evitando di fare qualsiasi calcolo anche sui risultati provenienti dagli altri campi!

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA