BENNET CANTU’/ Andrea Trinchieri e la bestemmia in campo: “Mi vergogno di quello che ho fatto” (video)

- La Redazione

Una bestemmia in campo dell’allenatore del Bennet Cantù nella partita contro la Scavolini Siviglia Pesaro, pure persa in casa. Il tecnico chiede scusa per il brutto episodio

trinchieri_R400
Andrea Trinchieri

Un brutto episodio che lascia il segno. E’ quello che si capisce dalle parole di scusa che Andrea Trinchieri, tecnico della squadra di basket del Bennet Cantù pronuncia in conferenza stampa a capo abbassato. Appare piuttosto scosso l’allenatore: il fatto è successo ieri durante la partita poi persa dalla sua squadra  contro la Scavolini Sivglia Pesaro, nonostante nella prima fase stessero conducendo addirittura per 16 a 2. Nelle fasi concitate del match all’allenatore è scappata una evidente bestemmia udita da molti, per la quale sarà punito per fallo tecnico. Davanti ai microfoni Trinchieri chiede scusa, dicendo di vergognarsi. Chiede scusa per quello che ha causato in tanti modi diversi, lo chiede alla sua società, ma anche ai credenti, dice. Il mio comportamento, prosegue, non è stato quello corretto, anzi mi vergogno abbastanza. Nella concitazione di una partita, dice ancora, può succedere di tutto, per certe cose non si possono fare. Il tecnico brianzolo è apparso piuttosto abbattuto, incolpandosi evidentemente anche della confitta della sua squadra, poi ha fatto una battuta dicendo che si metterà a studiare giurisprudenza. Mi sento responsabile di quello che ho fatto e di quello che ho causato. Dopo di che, dice di non voler rispondere alle domande dei giornalisti e di non aver più nulla da dire. Trinchieri, va ricordato, ha vinto er due anni consecutivi il titolo di miglior allenatore italiano di basket. Ha da poco rinnovato il suo contratto che lo lega al Bennet Cantù fino al 2014. La partita era poi finita con il punteggio di 71 a 66 per la Scavolini Siviglia Pesato che è così andata a vincere in casa del Bennet Cantù che era fino a quel momento ancora imbattuto dopo tre giornate di campionato. La squadra brianzola era riuscita a condurre la partita per lungo tempo, ma forse è stata decisiva la stanchezza fisica dopo la trasferta di Eurolega contro il Caja Laboral. La squadra di Pesaro invece veniva da un turno di riposo, e dopo la grande impresa che li aveva visti vittoriosi contro l’Emporio Armani Milano per 69 a 66.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori