BASKET/ Eurolega: Milano, Siena e Cantù possono passare al secondo turno. Parla Eleni (esclusiva)

- int. Oscar Eleni

Turno interno per le tre italiane, con Siena-Galatasaray, Milano-Efes e Cantù-Bilbao: Eleni è fiducioso sul cammino delle squadre italiane in Eurolega.

gallinari_r400
Gallinari è alle ultime battute del ritorno a Milano (Ansa)

Una stagione interessante potremmo dire, quella del basket italiano, con Siena, Milano e Cantù che stanno disputando una buona Eurolega e sono sempre le favorite del campionato italiano. Soprattutto ha stupito la prova della formazione di Sergio Scariolo a Sassari dove si è imposta facilmente. Ora ci si attende in questa terza giornata di Eurolega una buona prova dei club tricolori impegnati rispettivamente Siena contro la formazione turca del Galatasaray, Milano contro un’altra squadra turca, l’Efes, e Cantù contro Bilbao. Si aspettano tre vittorie per confermare un lieve miglioramento del nostro basket, chiamato ad esprimersi in modo positivo nella massima competizione europea. Per parlare di tutto questo abbiamo sentito uno dei massimi esperti del basket di casa nostra, il giornalista Oscar Eleni che sulle pagine de “Il Giornale” delizia i lettori con le sue pagine ricche di contenuto e conoscenza cestistica. Eccolo dunque in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net.

E’ una Milano devastante, quali sono i motivi di questa Armani così in salute?

Certo l’Armani vista a Sassari ha stupito un po’ tutti per il rendimento e il punteggio inflitto alla formazione sarda. Ma devo dire innanzitutto che bisogna verificare questa condizione con partite e avversari più difficili. Poi qualche problema questa squadra c’è l’ha anche lei, come la difesa che è mancata in alcuni match importanti, come a Pesaro e a Madrid.

Quali sono secondo lei gli uomini chiave dell’Armani di questo inizio stagione?
Direi Gallinari, Cook, era da tempo che Milano non aveva un play così forte e naturalmente Hairston.

E quanto conta l’apporto di Gallinari?
Direi tantissimo, perché la sua presenza condiziona anche le squadre avversarie.

Come giudica invece il rendimento di Siena?
Bisogna aspettare un po’ di tempo e vedere se sarà la solita Siena, vedere quanto conterà l’apporto di Rakocevic. Capire se poi alla fine diremo come sempre che questa squadra in Italia è imbattibile.

Come giudica questo doppio impegno turco per Siena e Milano in Eurolega contro Galatasaray e Efes?
Non del tutto facile perché le squadre turche sono di un buon livello, fanno parte di un basket ricco e ambizioso. Tanto più che le final four di Eurolega si disputeranno in Turchia:

E l’impegno di Cantù con Bilbao?

Il problema di Cantù è che potrebbe risentire di questo doppio impegno Eurolega- campionato. Credo però che alla fine tutte le tre nostre squadre vinceranno in questa terza giornata di Eurolega.

In Europa Milano e Siena possono avere ambizioni da Final Four?
E’ difficile dirlo, perché le pretendenti alla vittoria finale sono tante dalle squadre greche a quelle spagnole al CSKA Mosca alle stesse formazioni turche. Penso però che tutte e tre abbiano la possibilità di arrivare al secondo turno di questa competizione.

Qual è la squadra da battere in campionato?
Le favorite sono tre, Milano, Siena e Cantù. E stilando un pronostico generale le metterei in fila proprio in questo modo.

Un suo giudizio su Scariolo?
E’ l’allenatore ideale per Milano, quello che potrà dialogare con il pubblico, con i mass media, quello che potrà fare da parafulmine per tutti i problemi che potrebbe avere Milano.

E uno su Giorgio Armani?
Un grande. Ha fatto cose straordinarie per la Milano del basket, consentendo a questa città di avere una squadra competitiva ai massimi livelli, proprio nel momento in cui dopo Milan e Inter era scomparsa tutta la Milano vincente dello sport. E poi basta vedere quello che ha fatto per il Palalido, oltre appunto a aver portato l’Olimpia a lottare per traguardi importanti. A lui va tutta la mia stima incondizionata.

 

 (Franco Vittadini)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori