BASKET/ Serie A, risultati e classifica dopo la settima giornata

- La Redazione

Siena e Cantù agganciano in vetta Milano, che osservava il turno di riposo. Vincono anche Venezia (quarta consecutiva), Bologna, Pesaro, Cremona, Sassari e Casale Monferrato, alla prima in A

montepaschi_siena_R400
I tifosi di Siena (foto Ansa)

La settima giornata di serie A attendeva inevitabilmente delle novità in vetta alla classifica, dal momento che era previsto il turno di riposo per la capolista Emporio Armani Milano. Infatti, l’Olimpia è stata agganciata in vetta dalle altre due grandi impegnate in Eurolega, la MontePaschi siena e la Bennet Cantù, che comunque ovviamente hanno una partita giocata in più. In ogni caso, sembra che si stiano consolidando le gerarchie, con la presenza in vetta delle tre squadre italiane più forti.

Siena ha però faticato più del previsto per vincere in casa contro Varese 79-74, e i lombardi hanno pure avuto la palla del pareggio (o addirittura del sorpasso, in caso di tripla) a 10 secondi dalla fine, in una partita sempre equilibrata, che ha confermato ancora una volta che la squadra di Recalcati è davvero forte, ma anche che la MontePaschi (con gli italiani in evidenza) non è lo schiacciasassi delle scorse stagioni. Vince meglio Cantù, che piega al Pianella Caserta per 86-75 grazie soprattutto alle triple di Basile, e nonostante l’infortunio di Scekic dopo pochi secondi di gioco, che peserà per la partita in Eurolega. Campani ottimi nel primo tempo, poi i lombardi prendono il sopravvento. Dietro alle tre capolista a quota 10, ci sono ben sei squadre con 8 punti. Spicca la neopromossa Venezia, alla quarta vittoria consecutiva grazie al colpaccio effettuato ieri sera a Biella: 87-91 dopo un tempo supplementare, trascinata da Young nonostante i 30 punti di Pullen per i padroni di casa. Tra le squadre a quota 8 si ferma invece in modo inaspettato Avellino, battuta in casa da Casale Monferrato (82-91): per i piemontesi prima vittoria in serie A grazie ai 30 punti del neoacquisto Shakur. Bologna si inserisce in questa ammucchiata grazie alla vittoria ad Ancona contro Montegranaro (74-80) nell’ultima partita di McIntyre, decisivo nei momenti caldi dell’ultimo quarto. Ultimo “vagone” del convoglio delle quarte ex-aequo è Pesaro, che batte Treviso 83-73, in una partita condotta fin dall’inizio contro l’amato ex Djordjevic. Importantissima vittoria per Cremona, che espugna il parquet di Teramo (72-74) in quello che sembra già essere un incontro-salvezza: prima vittoria per Caja sulla panchina della Vanoli, con Wafer mattatore della serata. Sabato Sassari aveva ottenuto una preziosa vittoria contro una Roma che non riesce proprio ad uscire dalla mediocrità (punteggio 80-68). Nelle prossime pagine risultati e classifica.      

Sassari-Roma 80-68 (giocata sabato)

Avellino-Casale Monferrato 82-91

Biella-Venezia 87-91 dts

Cantù-Caserta 86-75

Montegranaro-Bologna 74-80

Pesaro-Treviso 83-73

Siena-Varese 79-74

Teramo-Cremona 72-74

Ha riposato: Milano

Milano*, Siena, Cantù 10

Venezia*, Pesaro*, Avellino, Varese, Bologna, Biella 8

Caserta*, Treviso*, Sassari*, Roma 6

Cremona 4

Montegranaro*, Casale Monferrato, Teramo 2

 

* Una partita in meno

 

(Mauro Mantegazza)     

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori