DIRETTA/ Bennet Cantù-Montepaschi Siena (basket, finale gara 4): segui e commenta live in tempo reale

- La Redazione

Cantù e Siena tornano questa sera ad incrociare il proprio destino al Pianella, nel quarto atto della finale scudetto. Due giorni fa Cantù, con una prova d’orgoglio, ha riaperto la serie.

Basket_r400
(foto Ansa)

Bennet Cantù e Montepaschi Siena tornano questa sera ad incrociare il proprio destino al Pianella, nel quarto atto della finale scudetto. Due giorni fa Cantù, con una prova d’orgoglio, ha riaperto una serie che pareva dall’esito già scritto. La gara di stasera, prima che la serie torni in Toscana, assume i contorni della sfida da “dentro o fuori”: se Siena uscisse indenne dal confronto di questa sera si guadagnerebbe un doppio match point, mentre se dovesse spuntarla Cantù, la Montepaschi tornerebbe definitivamente sulla terra.

Il tecnico di Cantù, felicissimo della prestazione dei suoi ragazzi in gara 3, presenta così la sfida di questa sera: “In gara 3 – spiega – abbiamo distillato le energie per avere durante la gara la maggior stabilità e la maggior continuità nell’arco dei 40 minuti, senza sparare tutto all’inizio. Non cominciare fortissimo forse è stata una delle chiavi del nostro successo. Contro Siena essere sopra nel punteggio costa una fatica davvero incredibile, mi chiedo se in gara 4 saremo in grado di restare avanti come abbiamo fatto mercoledì. Penso che sarà una partita diversa e che dovremo essere pronti a inseguire. Immagino che giocherà Zisis quindi non potremo riproporre le stesse scelte tattiche, perché il greco ha caratteristiche differenti”. A Cantù si respira aria di impresa: il palazzetto sarà gremito in ogni fila e settore e il playmaker dei lombardi, Green, detta parole di forza: “con un’atmosfera come quella di mercoledì tutto è possibile. Adesso conta solo il tricolore”. In casa senese la sconfitta, inattesa, in gara 3 non ha lasciato pesanti strascichi. Pianeggiani non ha gradito, sia chiaro, ma sono in molti a catalogare la debacle di Cantù come un “incidente di percorso” e nulla più. I toscani mercoledì sono stati imprecisi e frettolosi, mentre Cantù è stata praticamente perfetta: condizioni che, giurano a Siena, difficilmente si ripeteranno due vlte di fila.
David Moss, nota positiva in casa Montepaschi in gara 3 insieme a Lavrinovic e McCalebb, ha dettato la linea alla squadra, in vista del match odierno: “Abbiamo sbagliato i tiri decisivi per vincerla. Dobbiamo essere più aggressivi in difesa per crearci migliori opportunità in attacco. E in attacco muovere la palla con pazienza e avere fiducia in quello che sappiamo fare”. Cioè vincere gli scudetti.
Cantù per coltivare un sogno, Siena per ripristinare una gerarchia indiscussa da anni. Tutto è pronto al Pianella…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori