BASKET/ All Star Game, Italia-All Stars (107-92): cronaca e tabellino. Myers campione nel tiro da 3, Raspino nelle schiacciate

- La Redazione

La cronaca e il tabellino dell’All Star Game di basket, che ha visto la nazionale italiana battere la selezione dei miglior stranieri del campionato. Grandi emozioni per Myers e Raspino

all_star_game_basketR400
Foto Infophoto

La nazionale italiana, in versione sperimentale e ringiovanita, ha battuto la selezione dei migliori stranieri del campionato. Guidata da coach Luca Dalmonte, la selezione azzurra ha vinto col punteggio di 107-92. L‘Italia ha vinto tre parziali su quattro, prendendo subito in mano le redini dell’incontro, contro una selezione indebolita da diversi forfait eccellenti (Tyus di Cantù, Bobby Brown di Siena, Brackins di Biella, Travis Diener di Sassari, Langford di Milano) ma comunque dotata di buon talento medio. Questi i quintetti base che hanno cominciato la partita: per l’Italia De Nicolao (Varese), D’Ercole (Roma, capitano), Alessandro Gentile (Milano), Melli (Milano) e Magro (Venezia); gli All Stars, allenati dal coach della Montepaschi Siena Luca Banchi, hanno risposto inizialmente con Shakur (Avellino), Jonathan Gibson (Brindisi, il capocannoniere del campionato), Antywane Robinson (Brindisi), Lance Harris (Cremona) e Dunston (Varese). Inizi ad alte percentuali con Alessandro Gentile e Melli protagonisti: segnano in due 21 dei 29 punti azzurri nel primo quarto. Anche nel secondo l’Italia mostra buone cose anche con alcune riserve, mentre gli internazionali si affidano molto al tiro da tre punti (14/37 per il 37% finale), pur trovando qualche giocata spettacolare. Si va all’intervallo lungo sul + 13 per la nostra nazionale (53-40), poi nella ripresa gli All Stars risalgono fino al pareggio a quota 54. Un parziale dell’altro Gentile, il fratello Stefano di Caserta, riporta i nostri sopra di 10 alla fine del terzo periodo (76-66). Nell’ultimo periodo l’intensità sale di tono ma l’Italia conduce in porto una vittoria meritata, pur se priva di annotazioni tattiche per la nullità della posta in gioco. MVP Stefano Gentile, premio rivelazione a Riccardo Cervi di Reggio Emilia. Spettacolo anche nelle altre gare, con la vittoria del grande vecchio, Carlton Myers, che a quarantuno anni batte i concorrenti Gigi Datome (sconfitto in finale), Lorenzo D’Ercole e…Antonello Riva, in una sfida dal grande retrogusto storico. Per Myers 51 punti in semifinale, 57 in finale e una standing ovation memorabile. La gara delle schiacciate è stata invece vinta da Tommaso Raspino di Biella, “assistito” da Marco Loi e Lorenzo Pinciroli.

Il tabellino

(29-18, 53-40,76-66,107-92)

(3/4, 0/4), D’Ercole 9 (3/7 da 3), A.Gentile 18 (7/12, 1/3), Melli 18 (3/6, 2/2), Magro 4 (1/1), Abass 1, Imbrò (0/1, 0/1), Cournooh 3 (1/1 da 2), Moraschini 13 (5/8), Mazzola (0/1, 0/1), Cervi 15 (7/11), Amici, S.Gentile 17 (4/5, 3/4). N.e. Polonara. All.Dalmonte.

(2/3), J.Gibson 9 (1/3, 2/5), A.Robinson 7 (2/2, 1/4), L.Harris 7 (1/1, 1/5), Dunston 8 (4/6), R.Robinson 5 (1/1, 1/3), Stipcevic 5 (1/2, 1/4), Barbour 17 (2/2, 4/8), D.Taylor 10 (1/3, 2/3), S.Smith 7 (2/5, 1/2), Lawal 7 (2/4), Janning 5 (1/1, 1/3). All.Banchi.

Tiri liberi: Italia 18/27, All Stars 10/23

Rimbalzi: Italia 41 (Melli 10, Cervi 9), All Stars 31 (Dunston, A.Robinson 6)

Assist: Italia 16 (Moraschini 6, De Nicolao 4), All Stars 12 (J.Gibosn, Barbour, S.Smith 2)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori