BASKET EUROLEGA/ Stasera Milano e Cantù, domani Siena (ultima giornata Top 16)

- La Redazione

Stasera giocano in Eurolega Milano e Cantù, già eliminate. Domani la Montepaschi ospita il Real Madrid con un margine enorme per conquistare il primo posto nel girone. Le notizie.

McCalebb_R400-1
Bo McCalebb: Siena è sempre la favorita (Infophoto)

Torna in campo l’Eurolega per l’ultimo turno delle Top 16. Questa sera sono impegnate le due italiane già eliminate. L’Emporio Armani Milano si era suicidata tempo fa: le prime tre sconfitte erano più di una sentenza, e infatti il successo interno contro Kazan e l’ottima vittoria sul parquet dei campioni d’Europa in carica del Panathinaikos non hanno sovvertito un destino che la squadra di Sergio Scariolo era già stata brava e fortunata ad allontanare nel primo turno, quando si erano qualificati con una vittoria in extremis a Belgrado. L’ultimo impegno, in casa contro il Fenerbahce Ulker, servirà solo a onorare la competizione e sperimentare magari qualche soluzione tattica in vista della lunga volata di campionato. Ma attenzione: potrebbe non essere una passerella, visto che i turchi possono ancora accedere ai quarti di finale e quindi per loro la partita sarà vera. Anche la Bennet Cantù, beffata dal Barcellona la scorsa settimana e costretta ad un’amarissima uscita di scena anticipata, dovrà giocare una partita inutile. Trinchieri e i suoi andranno a Kaunas, anch’essa eliminata e incapace di vincere una singola partita nelle Top 16. Per Cantù sarà quindi un’occasione ghiotta per chiudere al meglio un’Eurolega senz’altro vissuta da protagonista. La Montepaschi invece sulla carta non ha ancora il pass per i quarti, ma dovrebbe succedere una catastrofe assoluta anche solo perchè alla banda di Pianigiani sfugga il primo posto nel girone: può perdere di 28 punti per tenere il primato, e di 37 per qualificarsi comunque. L’avversario è senz’altro ostico: trattasi del Real Madrid, che recentemente ha demolito il Barcellona nella finale di Copa del Rey e punta a sua volta al turno successivo in Europa. Siena, che ha già alzato la Coppa Italia a Torino, non dovrebbe quindi lasciarsi sfuggire l’occasione di qualificarsi e trovare magari un accoppiamento non impossibile ai quarti di finale. Per quanto riguarda le altre partite, ci sono ancora quattro posti da assegnare per il prossimo turno. L’Unics Kazan come detto cerca i quarti ospitando il Panathinaikos. Sfida durissima sulla carta, ma i russi hanno disputato delle ottime Top 16 e potrebbero anche centrare l’impresa. Sempre questa sera, ma con ben altre motivazioni, Barcellona-Maccabi Tel Aviv: i blaugrana certi del primo posto vorranno mantenere l’imbattibilità, gli israeliani sono certi dei quarti. Domani invece le partite più interessanti: a parte Anadolu Efes-CSKA Mosca (russi qualificati e primi, turchi eliminati), le altre valgono un posto nei quarti di finale. Olympiakos-Galatasaray vale il secondo posto dietro il CSKA, è uno spareggio e in Grecia il clima sarà infuocato (lo è normalmente, figuriamoci in una partita del genere contro i turchi). Si chiude con Unicaja Malaga-Bilbao, derby spagnolo: i padroni di casa saranno anche eliminati, ma vorranno un successo per smuovere la casella delle vittorie; i baschi dopo il miracolo di Siena credono nella qualificazione. Nelle prossime pagine il dettaglio delle partite e le classifiche dei quattro gruppi delle Top 16. 

 

Unics Kazan-Panathinaikos (18:30)

Emporio Armani 7 Milano-Fenerbahce Ulker (18:30)

Zalgiris Kaunas-BENNET CANTU’ (18:45)

Barcellona-Maccabi Tel Aviv (20:45)

 

Anadolu Efes-CSKA Mosca (18:45)

Olympiakos-Galatasaray (20:45)

Unicaja Malaga-Gescrap Bilbao (20:45)

MONTEPASCHI SIENA-Real Madrid (20:45)

 

* CSKA Mosca 4-1

Galatasaray 3-2

Olympiakos 2-3

Anadolu Efes 1-4

 

MONTEPASCHI SIENA 4-1

Gescrap Bilbao 3-2

Real Madrid 3-2

Unicaja Malaga 0-5

 

* Panathinaikos 3-2

Unics Kazan 3-2

Emporio Armani 7 Milano 2-3

Fenerbahce Ulker 2-3

 

* Barcellona 5-0

* Maccabi Tel Aviv 3-2

Bennet Cantù 2-3

Zalgiris Kaunas 0-5

 

* qualificate ai quarti di finale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori