BASKET/ Serie A, risultati e classifica (venticinquesima giornata)

- La Redazione

In testa, dopo i successi di Siena e Cantù negli anticipi, vincono anche Milano (contro Caserta) e Venezia (contro Varese). Per Montegranaro, Treviso e Teramo successi salvezza. I risultati.

scariolo_r400-1
Sergio Scariolo (Infophoto)

Il campionato di basket, sempre più “spezzatino”, ha vissuto in questo fine-settimana la venticinquesima giornata della serie A 2011/2012. Si era iniziato già giovedì sera con l’anticipo di Siena-Cremona, per consentire ai toscani di preparare al meglio i quarti di Eurolega contro l’Olympiacos, che si era chiuso con un netto 79-61 in favore dei pluricampioni italiani in carica. Poi sabato si sono giocate altre due partite, l’emozionante Cantù-Roma 73-72 che lancia i brianzoli al secondo posto solitario in classifica, all’inseguimento proprio di Siena, e il prezioso successo di Pesaro ad Avellino per 81-89. Passiamo ora ad analizzare brevemente le cinque partite giocate ieri, ricordando che ha osservato il turno di riposo la Virtus Bologna.

EA7 Milano-Otto Caserta 95-89 Un film già visto al Forum di Assago: l’Olimpia parte bene, prende un vantaggio molto largo, che arriva a toccare i 20 punti, grazie soprattutto a Ioannis Borousis (che con 23 punti stabilisce il suo massimo in Italia), ma poi si fa rimontare da una Juve Caserta mai doma, che rientra in partita fino al -3 (92-89) a soli 37 secondi dalla sirena. Stavolta la squadra di Scariolo riesce a conservare la vittoria, ma questa Milano continua ad essere un mistero.

Umana Venezia-Cimberio Varese 71-63 La Reyer riparte e, davanti ai 5000 tifosi che riempiono il palazzetto anche a Treviso e a un mito come Drazen Dalipagic, batte la Cimberio Varese 71-63 e rimane nel gruppone delle terze in classifica dietro a Siena e Cantù. Dieci punti di Young nel primo quarto e trenta minuti eccezionali di Szewczyk, prima di una gomitata che lo fa sedere in panchina sanguinante, sono le chiavi di questo meritato successo. Per Varese in doppia cifra solo Kangur.

Angelico Biella-Benetton Treviso 94-96 dts Grande spettacolo ed equilibrio a Biella, in una partita purtroppo condizionata da alcune decisioni arbitrali contestate dai padroni di casa. Detto questo, sugli scudi per la Benetton c’è Goree, autore di 25 punti, decisivi per far festeggiare a Bulleri con una vittoria le 500 presenze in serie A. Ottima prestazione comunque anche per i piemontesi, con tutto il quintetto in doppia cifra, soprattutto Coleman (anche per lui 25 punti).

Banca Tercas Teramo-Banco di Sardegna Sassari 83-78 Vittoria preziosissima in chiave salvezza per Teramo, che porta a quattro i punti di vantaggio su Casale grazie al successo su Sassari, che comunque resta nel gruppo delle terze in classifica. L’allenatore degli abruzzesi, Ramagli, non vuol sentir parlare di miracolo ma la definisce comunque “un’impresa”, nella quale spiccano i 21 punti di Cerella. Ai sardi non basta avere il top-scorer, D. Diener, con 24 punti.

Fabi Shoes Montegranaro-Novipiù Casale Monferrato 94-83 Montegranaro vince e ribalta pure la differenza canestri con Casale: la salvezza ora è davvero vicinissima. Le cose si fanno invece difficili per i piemontesi, che pure rimangono un esempio di sana gestione societaria. Grandissima prestazione di Di Bella, trascinatore dei marchigiani con 26 punti, oltre a Zoroski (20), mentre per Casale spiccano i 24 punti di Minard. 

Nelle prossime pagine troverete i risultati della venticinquesima giornata di serie A e la classifica del massimo campionato di pallacanestro.

Avellino-Pesaro 81-89

Biella-Treviso 94-96 dts

Cantù-Roma 73-72

Milano-Caserta 95-89

Montegranaro-Casale 94-83

Siena-Cremona 79-61

Teramo-Sassari 83-78

Venezia-Varese 71-63

Ha riposato: Bologna

(tra parentesi il numero di partite giocate)

 

Siena (24) 36

Cantù (23) 30

Milano (23), Venezia (23), Bologna (23), Sassari (23) 28

Pesaro (22) 26

Varese (24), Avellino (24) 24

Biella (24) 22

Caserta (23), Montegranaro (23), Treviso (23), Roma (24) 20

Cremona (24), Teramo (24) 16

Casale (24) 12

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori