BASKET/ Semifinali gara-3: Sassari-Siena 64-79, MontePaschi già in finale. Video highlights

- La Redazione

Ieri sera il MontePaschi Siena ha espugnato (64-79) il campo del Banco Sardegna Sassari vincendo 3-0 la serie delle semifinali playoff e andando in finale. I video highlights della partita.

pianigianiR400
Simone Pianigiani (Infophoto)

Nessuna sorpresa a Sassari: non è bastato spostarsi in Sardegna per prolungare la serie tra la MontePaschi Siena e il Banco di Sardegna Sassari. La differenza, soprattutto dal punto di vista fisico ma anche come esperienza, si è fatta vedere ancora una volta tra le due formazioni. Così Siena raggiunge la sesta finale scudetto consecutiva in tre sole partite, tutte vinte con scarti molto netti. La squadra di Pianigiani ha scavato fin da subito un margine piuttosto ampio (+11 al termine del primo quarto), e non è stata frenata neppure da un pessimo 2/20 nei tiri da tre. L’approccio dei pluri-campioni d’Italia in carica alla partita è perfetto: Siena vuole chiudere la semifinale alla prima occasione possibile, e mette subito sul piatto la propria maggiore forza. Primo protagonista è McCalebb, che nel primo quarto segna 12 punti (come tutta Sassari), poi si alterneranno anche altri protagonisti ma certo l’americano-macedone resta l’MVP con 21 punti. Dall’altra parte non può bastare la doppia doppia (13 punti e 10 rimbalzi) di Easley per tenere il Banco di Sardegna a livello della MontePaschi, un livello evidentemente impossibile per la squadra di Sacchetti. Sedici punti di distacco all’intervallo lungo, rimasti immutati dopo 30 minuti, nel finale un piccolo tentativo di rimonta non turba Siena. Ora Pianigiani può lavorare abbastanza con calma verso la finale, mentre per Sassari la sfida sarà riconfermarsi ad alti livelli nella prossima stagione, che vedrà anche la partecipazione alla Eurocup. Il talento c’è, se Sassari aumenterà di peso si potrà fare.

LE DICHIARAZIONI: Simone Pianigiani è naturalmente molto contento di aver chiuso la pratica in sole tre partite: “Sono contentissimo di aver chiuso subito la serie, abbiamo bisogno di riposarci e fare la conta in vista della finale. Anzi, mi piacerebbe che tra Milano e Pesaro si vada per le lunghe…”. D’altronde la differenza è stata nettissima in tutte e tre le partite (23, 26 e 15 punti di scarto), anche perchè per caratteristiche fisiche e tecniche Siena è per Sassari l’avversaria peggiore. Laconico il commento del tecnico sardo, Meo Sacchetti: “Peccato avere chiuso con una sconfitta in casa la nostra stagione, ma se in questo anno con loro ne abbiamo perse sei qualcosa vorrà significare”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori