Basket Lega A/ Settima giornata: classifica, risultati e marcatori delle partite

- La Redazione

Basket Lega A, settima giornata: la classifica del campionato e i risultati dell’ultimo turno: vittorie per Brindisi, Sassari, Roma, Venezia, Pistoia, Milano e Cantù

leunen_cantu
(INFOPHOTO)

E’ terminata la settima giornata del campionato di basket Lega A. Questi i risultati della domenica: Virtus Bologna-Venezia 80-87, Sassari-Avellino 78-75, Cremona-Roma 68-78, Caserta-Brindisi 65-69, Pistoia-Pesaro 115-110, Milano-Reggio Emilia 73-52, Cantù-Siena 90-88. La classifica ha finalmente una squadra sola al comando: è l’Enel Brindisi allenata da Piero Bucchi, che ha espugnato Caserta facendo leva su un super terzo quarto, vinto per 22-11 dopo lo svantaggio di 4 punti all’intervallo lungo. Alle spalle della squadra pugliese ci sono quattro squadre, tutte a 10 punti. Cantù ha battuto e raggiunto Siena nel posticipo di giornata: partita sempre molto equilibrata tra due squadre dai valori simili; i brianzoli hanno vinto grazie ai marcatori “alternativi”: non i soliti Ragland (9 punti -ma 7 assist- per lui) e Aradori (8) ma i vari Jenkins (16), Stefano Gentile (16), Uter (14) e Leunen (13). Fa il suo la Dinamo Sassari che vince in casa contro Avellino, rimontando il distacco di 6 punti registrato dopo due quarti. Il mattatore questa volta è il play tascabile Marques Green che realizza 24 punti. Perde invece la Virtus Bologna, in casa contro Venezia che invece conquista la seconda vittoria di fila, confermando il cambio di marcia dopo l’avvicendamento in panchina tra Andrea Mazzon e Zare Markovski. A quota 8 punti due squadre: l’Olimpia Milano, che ha sconfitto senza troppi patemi Reggio Emilia, e l’Acea Roma corsara sul parquet di Cremona. Il gruppo dei 6 punti comprende Varese, che ha perso nell’anticipo a Montegranaro, poi la stessa Sutor oltre a Venezia ed Avellino, rispettivamente vittoriosa e sconfitta in questa domenica di campionato. Il terzetto dei 4 punti vede appaiate Pistoia, Reggio Emilia e Cremona; particolarmente significativa la vittoria della neopromossa Giorgio Tesi Group che ha conquistato la battaglia ai tre supplementari contro Pesaro. Proprio la squadra marchigiana rimane ultima a quota 2 punti, con il rammarico della sconfitta nella maratona di Pistoia. Queste le partite della prossima giornata, l’ottava di andata: Reggio Emilia-Virtus Bologna, Varese-Pesaro, Venezia-Sassari, Avellino-Cremona, Brindisi-Cantù, Montegranaro-Pistoia, Roma-Milano.

Finale al Pianella: Acqua Vitasnella Cantù-Montepaschi Siena 90-88. Termina in volata il posticipo della settima giornata, se lo aggiudicano i padroni di casa grazie all’ottimo rendimento di Stefano Gentile che chiude con 16 punti e 6/10 al tiro prima di abbandonare per cinque falli, avendo mandato in lunetta Hackett – dopo l’1/2 di un Leunen da 13 punti – per evitare la tripla del pareggio. Il senese segna il primo e sbaglia il secondo sperando in un tap-in, ma Leunen cattura il rimbalzo e finisce la partita. Grande partita comunque per il 23 della Mens Sana: 25 punti, 7 rimbalzi e 8 assist per 33 di valutazione. Insieme a lui vanno in doppia cifra anche Hunter (17) e Carter (15). 

Al termine del terzo quarto, Acqua Vitasnella Cantù-Montepaschi Siena 66-65. La partita si mantiene in equilibrio: i padroni di casa ne portano tre in doppia cifra (Leunen-Jenkins-Gentile tutti con 10 punti) e hanno 4 assist a testa da Aradori e Ragland; ma la Mens Sana è sempre lì nonostante paghi a rimbalzo (17-23) grazie al solito contributo di Daniel Hackett (15 punti e 7 assist) e di un buon Carter (13 con 5 rimbalzi e 3/3 da tre punti).

Intervallo al Pianella: Acqua Vitasnella Cantù-Montepaschi Siena 41-44. Regna l’equilibrio: i toscani provano la fuga con Hunter e Hackett (11 a testa) ma sono subito rintuzzati dai padroni di casa, dove brilla la stella di Stefano Gentile (8 punti con 3/6 dal campo) e quella di Adrian Uter (8 con tre falli subiti). E’ comunque Othello Hunter a scavare il distacco attuale, realizzando la tripla su assist di Hackett allo scadere del tempo.

Risultato finale a Pistoia: Giorgio Tesi Group-Victoria Libertas Pesaro 115-110 dopo tre tempi supplementari. Partita clamorosa: alla fine la spuntano i toscani che sono più freddi nei momenti che contano, anche grazie agli americani. Partita stellare di JaJuan Johnson: 37 punti con 17/25 dal campo, 13 rimbalzi e 43 di valutazione; ma ci sono anche Bradley Wanamaker (29 con 10/16 – 2/2 da tre punti – 8 rimbalzi e 3 assist) e Deron Washington, che chiude con 14 punti e i canestri della staffa. A Pesaro non basta la grande partita di Andrea Pecile (18 punti e 8 assist) e quella di Bernardo Musso (31 con 10/18 e 7 rimbalzi): la squadra di Sandro Dell’Agnello è mestamente da sola in fondo alla classifica.

Al termine del primo quarto, Cantù-Siena 21-25. Sono partiti forte Jenkins (6) e Leunen (5), ma dall’altra parte rispondono Hackett e Carter con 7 a testa e per il momento i campioni d’Italia mantengono il vantaggio. 

Partita pazzesca a Pistoia: siamo al 50′ e ancora in parità. Giorgio Tesi Group-Victoria Libertas Pesaro 103-103: nessuna delle due squadre vuole cedere, Wanamaker infila la tripla che sembra valere il successo, ma Andrea Pecile risponde e Darius Washington non riesce a infilare il tiro della vittoria. Si va avanti, con le forze allo stremo.

Finale a Bologna: Granarolo-Umana Venezia 80-87. A sorpresa, cade la capolista: Walsh e Hardy ne fanno 37 in due, ma i lagunari svoltano nel secondo tempo che vincono complessivamente 52-39, e si impongono per un’importante vittoria. Grande partita di Andre Smith (29 punti), ci mette del suo anche Luca Vitali che ne fa 14. Seconda sconfitta in campionato per la V Nera. 

Finale a Caserta: Pasta Reggia-Enel Brindisi 65-69. La Enel resta in testa e prosegue nel suo straordinario campionato: finchè dura un grande successo per la formazione di Piero Bucchi, che fa sua una partita tiratissima ed equilibrata fino all’ultimo. 

Finale a Sassari: Banco Di Sardegna-Sidigas Avellino. Finale in volata grazie con i padroni di casa che si impongono. Ci sono 15 punti di Drake Diener e 13 di Caleb Green, ma il vero dominatore è Marques Green che ne infila 24 con un ottimo 10/15 dal campo e 4 assist. Per Avellino ottima prestazione di Ivanov, 14 punti e 9 rimbalzi, mentre ci sono 6 assist per Jaka Lakovic. 

Finale a Milano: Olimpia-Grissin Bon Reggio Emilia 73-52. Uno spaventoso secondo quarto da 34-5 annichilisce gli emiliani, che alla fine crollano. Quattro in doppia cifra per l’Armani: ne segnano 10 a testa Samuels, Gentile e Haynes, CJ Wallace ne aggiunge 11 (con 7 rimbalzi) e il scorer è Keith Langford con 15. Per Reggio solo Brunner (12) e Cervi (10) in doppia cifra, 5 assist per Andrea Cinciarini. 

Finale a Cremona: Vanoli-Acea Roma 68-78. I lombardi lottano, nel secondo quarto rimontano alla grande (31-16 il parziale) ma poi devono cedere alla maggior completezza e profondità dei capitolini, nonostante i 20 punti con 7 rimbalzi e 5 assist di Rich. La Virtus trova un grande contributo da Trevor Mbakwe, 18 punti (9/10 dal campo) e 17 rimbalzi con 30 di valutazione. 

Terminati i primi tempi su tutti i campi: dopo 20 minuti questa la situazione. Sassari-Avellino 38-44, Olimpia Milano-Reggio Emilia 33-29, Caserta-Brindisi 37-33, Cremona-Roma 42-39, Bologna-Venezia 41-35, Pistoia-Pesaro 37-38.

Terminati i primi quarti anche sugli altri campi: Reggio Emilia-Olimpia Milano 17-19, Cremona-Roma 11-23, Caserta-Brindisi 20-22. Per il momento pronostici rispettati, ma le partite sono tutte combattute e solo a Cremona sembra si sia già presa una certa strada. 

Al termine del primo quarto a Bologna, Granarolo-Reyer 18-19. Fine primo quarto anche a Pistoia: Giorgio Tesi Group-Victoria Libertas Pesaro 14-14. 

Al termine del primo quarto al Palaserradimigni, Sassari-Avellino 18-21. 

Prosegue il campionato di basket Lega A: oggi in campo le partite valide per la settima giornata del girone di andata. Nell’anticipo di ieri (sabato 23 novembre) la Sutor Montegranaro ha battuto in casa la Cimberio Varese, con il punteggio di 88-83. La squadra allenata da Carlo Recalcati (grande ex della sfida) raggiunge i lombardi a metà classifica a quota 6 punti, infliggendogli la sesta sconfitta consecutiva tra campionato ed Eurocup. Momento nero per Varese che non riesce più a vincere: la squadra sta pagando il dispendio di energie nel doppio fronte, ed un roster globalmente meno competitivo rispetto all’anno scorso, quando la Cimberio era una delle formazioni più solide. Queste le partite in programma oggi (domenica 24 novembre): Sassari-Avellino, Milano-Reggio Emilia, Caserta-Brindisi, Cremona-Roma, Bologna-Venezia, Pistoia-Pesaro, Cantù-Siena. Quest’ultima partita si gioca alle ore 20:30 e rappresenta il big match del settimo turno. Siena marcia sempre a ritmo sostenuto in campionato e si trova in testa con 10 punti, Cantù dal canto suo non ha mai perso in campo europeo (6 vittorie su 6 in Eurocup) e anche in serie A sta facendo la sua parte, tutto considerato (8 punti). La Montepaschi ha il vantaggio di giocare in casa, ma l’Acqua Vitasnella (nuovo sponsor dei brianzoli) può contare su due bocche da fuoco di lusso, Joe Ragland e Pietro Aradori; senza contare la variante Michael Jenkins: la guardia acquistata dalla LegaDue (Brescia) sta dando un ottimo contributo offensivo. Quanto alle partite delle ore 18:15, interessante il confronto che oppone la Dinamo Sassari (8 punti) alla Sidigas Avellino (6): entrambe le squadre hanno un gioco d’attacco potenzialmente esplosivo, il punteggio potrebbe (ma il condizionale è sempre d’obbligo) impennarsi. Attesa per l’Olimpia Milano (6 punti), sconfitta nell’ultimo turno a Venezia ma reduce dalla bella vittoria in Eurolega, contro i turchi dell’Efes Pilsen: le Scarpette Rosse ricevono Reggio Emilia (6 punti), che si sta confermando squadra difficile da affrontare. Caserta (4 punti) vuole allontanare la zona bassa della classifica ma vincere oggi non sarà facile: al PalaMaggiò arriva l’Enel Brindisi che sta attraversando un bel periodo di forma e si trova in testa (10). Cremona (4 punti) arriva dal bel successo nel derby contro Cantù: l’avversario di giornata è l’Achea Roma (6 punti), che deve ancora registrarsi al meglio sui due lati del campo e trovare continuità. La Virtus Bologna (10 punti) è una delle tre squadre di testa: oggi riceve la Reyer Venezia (4), che dopo il cambio allenatore (via Andrea Mazzon, dentro Zare Markovski) ha cominciato bene battendo Milano. I veneti cercano altri punti salvezza ma la Virtus vuole proseguire la sua corsa di vertice, e non deludere le attese del proprio pubblico. Infine PistoiaPesaro, che suona già come uno spareggio salvezza perché le due squadre sono appaiate all’ultimo posto (2 punti).

Sabato 23 novembre

RISULTATO FINALE Montegranaro-Varese 88-83 (D.Cinciarini 21, Collins 17, Mayo 15; Clark 26, Coleman 16, Ere 13)

 

Domenica 24 novembre

RISULTATO FINALE Sassari-Avellino 78-75 (M. Green 24, D. Diener 15; Cavaliero 16, Ivanov 14)

RISULTATO FINALE Milano-Reggio Emilia 73-52 (Langford 15, Wallace 11; Brunner 12, Cervi 10)

RISULTATO FINALE Caserta-Brindisi 65-69 (J. Brooks 20, Moore 9; James 17, Dyson 16)

RISULTATO FINALE Cremona-Roma 68-78 (Rich 20, Spralja 12; Mbakwe 18, Taylor 15)

RISULTATO FINALE Virtus Bologna-Venezia 80-87 (Walsh 20, Hardy 17; A. Smith 29, L. Vitali 14)

RISULTATO FINALE Pistoia-Pesaro 115-110 dopo 3 t.s. (J. Johnson 37, Wanamaker 29; Musso 31, Trasolini 22, Turner 22)

RISULTATO FINALE Cantù-Siena 90-88 (S. Gentile 16, Jenkins 16; Hackett 25, Hunter 17)

 

P Classifica Pun Totale Casa Fuori
Partite Punti Media Partite Punti Media Partite Punti Media
G V P F S Dif Fat Sub G V P F S Fat Sub G V P F S Fat Sub
 1.   Enel Brindisi 12  556  510  46  79.4  72.9  256  225  85.3  75.0  300  285  75.0  71.3 
 2.   Montepaschi Siena 10  580  500  80  82.9  71.4  339  274  84.8  68.5  241  226  80.3  75.3 
 3.   Banco di Sardegna Sassari 10  610  566  44  87.1  80.9  366  305  91.5  76.3  244  261  81.3  87.0 
 4.   Acqua Vitasnella Cantù 10  586  571  15  83.7  81.6  344  310  86.0  77.5  242  261  80.7  87.0 
 5.   Granarolo Bologna 10  594  571  23  84.9  81.6  353  319  88.3  79.8  241  252  80.3  84.0 
 6.   EA7 Emporio Armani Milano 546  511  35  78.0  73.0  232  179  77.3  59.7  314  332  78.5  83.0 
 7.   Acea Roma 534  520  14  76.3  74.3  228  230  76.0  76.7  306  290  76.5  72.5 
 8.   Cimberio Varese 552  566  -14  78.9  80.9  323  289  80.8  72.3  229  277  76.3  92.3 
 9.   Sutor Montegranaro 551  604  -53  78.7  86.3  337  322  84.3  80.5  214  282  71.3  94.0 
 10.   Umana Venezia 550  554  -4  78.6  79.1  272  237  90.7  79.0  278  317  69.5  79.3 
 11.   Sidigas Avellino 530  544  -14  75.7  77.7  237  232  79.0  77.3  293  312  73.3  78.0 
 12.   Grissin Bon Reggio Emilia 468  481  -13  66.9  68.7  210  174  70.0  58.0  258  307  64.5  76.8 
 13.   Giorgio Tesi Group Pistoia 530  582  -52  75.7  83.1  255  253  85.0  84.3  275  329  68.8  82.3 
 14.   Pasta Reggia Caserta 511  519  -8  73.0  74.1  289  283  72.3  70.8  222  236  74.0  78.7 
 15.   Vanoli Cremona 550  588  -38  78.6  84.0  334  330  83.5  82.5  216  258  72.0  86.0 
 16.   Victoria Libertas Pesaro 588  649  -61  84.0  92.7  230  269  76.7  89.7  358  380  89.5  95.0 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori