Basket Lega A/ Video, Montepaschi Siena-Armani Olimpia Milano (75-68): gli highlights della partita (finale gara-4)

- La Redazione

Video Siena-Milano, risultato finale 75-68: gli highlights della partita. La Montepaschi rimette in parità la serie di finale scudetto di basket Lega A, si torna ora al Forum per gara-5

carraretto_langford
Infophoto

Come un anno fa. La Montepaschi Siena vince gara-4 di finale scudetto 75-68 e pareggia la serie: siamo 2-2 e adesso si torna al Forum di Assago con l’EA7 Emporio Armani Milano che ha tutto da perdere. L’inerzia che tende già dalla parte della Mens Sana, la calma e i nervi e soprattutto il fattore campo. Che per adesso è stato decisivo, come nei quarti di finale 2012-2013: anche allora si era partiti con un 2-0 Olimpia per poi tornare in Lombardia sul 2-2. E allora l’Armani trema: nelle due partite di Siena è stata in vantaggio nel punteggio per una manciata di secondi, anche ieri sera è stata sostanzialmente dominata da una Montepaschi che ogni volta trova un protagonista diverso (in gara-4 Matt Janning, 20 punti con 4/8 da 3 punti) e dimostra di avere più vite dei gatti, rimanendo in piena corsa per l’ottavo scudetto consecutivo. Vittoria costruita sui rimbalzi offensivi, 11-5 per i biancoverdi; e non solo, le letture di Marco Crespi sono decisive perchè il coach ha l’intuizione giusta di tenere in campo l’ex Marquez Haynes che pur mettendo solo 7 punti sa ricacciare indietro il tentativo di rimonta di Milano, e perchè Janning segna una tripla vitale nel momento in cui David Moss è in panchina a rifiatare e sul 12 senese c’è Keith Langford, encomiabile in attacco (20) molto meno in difesa. E per Milano si rischia ora la crisi psicologica: Daniel Hackett e Alessandro Gentile hanno giocato poco inizialmente perchè fuori partita, quando sono rientrati hanno preso tiri polemici (il capitano chiude con 3/7, l’ex playmaker di Siena con un pessimo 2/10 per 5 punti) e questo impedisce all’Olimpia di avere fluidità nel gioco, tanto è vero che gli assist finali sono 8 contro i 16 della Montepaschi (6 a testa per Hayens e un Janning che chiude con 28 di valutazione). Non bastano nemmeno i 13 e 8 rimbalzi di Samardo Samuels: lunedi sera al Forum l’Olimpia deve dimostrare di essere la squadra più forte e tornare a Siena con il match point, altrimenti le cose si metteranno molto male.

Questa sera alle ore 20.30 si gioca gara-4 della finale scudetto della Lega A del basket italiano: la serie fa tappa di nuovo al PalaEstra, dove la Montepaschi Siena ospita l’EA7 Emporio Armani Milano dopo la vittoria di giovedì che ha riaperto i giochi dopo i due successi ottenuti dall’Olimpia nei primi due confronti, giocati ad Assago e finiti con i punteggi rispettivamente di 74-61 e 79-65, sempre in favore degli uomini allenati da coach Luca Banchi, il grande ex che torna a Siena da avversario della Mens Sana e del suo ex assistente Marco Crespi, che da parte sua vanta un lungo passato a Milano. Nella prima partita giocata in Toscana la Mps ha aggiustato il tiro ed ecco che è arrivata una netta vittoria con il punteggio eloquente di 85-68. Così la serie si è riaperta e l’Emporio Armani vede per l’ennesima volta i fantasmi: nei playoff ha giocato tredici partite sul parquet della grande rivale, e ha raccolto altrettante sconfitte. La partita odierna sarà diretta dagli arbitri Lanzarini, Chiari e Biggi. La partita di oggi potrebbe dare alla serie una direzione ben precisa: se Milano si rialzerà e tornerà al successo, potrà involarsi verso uno scudetto che clamorosamente manca dall’ormai lontano 1996 per la squadra più titolata della pallacanestro italiana e poi avrebbe il primo match point in gara-5 davanti al pubblico amico di Assago, ma una nuova vittoria di Siena riequilibrerebbe i conti e aprirebbe quindi scenari inattesi, se si considera che la società è ormai fallita e non parteciperà in ogni caso al prossimo campionato, mentre quella del patron Giorgio Armani è sicuramente la più forte d’Italia a livello internazionale, come dimostra l’ottimo cammino in Eurolega, che però rimarrebbe un’incompiuta se alla fine non arrivasse il titolo, obiettivo fondamentale per una squadra che non vince più dal già ricordato e lontano 1996. Marco Crespi ha gioito così dopo gara-3, che ha allungato almeno per altri due giorni la gloriosa storia della pallacanestro senese: “Sentire il calore e l’applauso di questo pubblico mi procura una gioia che faccio fatica ad esprimere. Sentire riconosciuto il proprio lavoro è qualcosa di bellissimo che non avevo mai provato nella vita”. Così invece ha parlato Luca Banchi dopo gara-3: “Abbiamo avuto difficoltà nell’approccio dopo i primi cinque minuti, come dimostra ad esempio il numero di palle perse dei venti minuti iniziali a fronte di nessun recupero. Nel terzo periodo giocando con un’altra faccia eravamo rientrati e riusciti a recuperare quasi tutto il disavanzo, ma chiaramente il ritardo era troppo ampio”. Per scoprire come si evolverà la serie con gara-4 Siena-Milano, voi non avete che da seguire la diretta tv che sarà garantita da Rai Sport 2, canale che trovate al canale 58 del telecomando e anche al 228 del pacchetto satellitare Sky, con il collegamento che avrà inizio pochi minuti prima delle ore 20.30. Per chi questa sera non potesse mettersi davanti a un televisore, ricordiamo la possibilità dello streaming video sul sito Internet ufficiale www.rai.tv. Non mancheranno ovviamente nemmeno gli aggiornamenti in tempo reale con statistiche e play by play sul portale della Lega www.legabasket.it, mentre se volete affidarvi ai social network ufficiali, dovete andare su Facebook per trovare le pagine di Milano (Olimpia Milano) e Siena (Msb Tv) oppure su Twitter per il profilo @OlimpiaEa7Mi e quello @MensSanaBasket, oltre a quello della Lega che è @LegaBasketA.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori