DIRETTA / Real Madrid-Olympiacos (risultato finale 83-65): Lllull 22+4 assist; Lojeski 14 (basket Eurolega 1^ giornata, oggi 12 ottobre 2016)

- La Redazione

Diretta Real Madrid-Olympiacos: risultato finale 83-65. La prima partita nella stagione di Eurolega è appannaggio dei blancos che vincono in casa grazie ai 22 punti del solito Sergio Llull

RealMadridbasket2016
Foto LaPresse

La prima partita dell’Eurolega 2016-2017 si chiude con la vittoria dei blancos, mai in discussione. Il Real Madrid parte subito forte: conduce di 7 lunghezze al termine del primo quarto, subisce la rimonta dell’Olympiacos ma va comunque all’intervallo lungo avanti di 2 punti. Lo strappo, guidato dal solito Sergio Llull, arriva ancora nel terzo quarto con un vantaggio che sale fino a 9 punti; nel quarto periodo il Real non si limita ad amministrare ma allunga nuovamente alla boa di metà periodo, riuscendo ad incrementare il suo vantaggi o fino ad un+18 maturato grazie a un 10-3 di parziale. Sergio Llull chiude con 22 punti e un fantastico 7/11 dal campo, senza rimbalzi ma con 4 assist; ottima la prova di Luka Doncic che ha 11 punti e 5 rimbalzi, mentre l’ex di giornata Othello Hunter contribuisce con 4 punti e 4 rimbalzi. Nell’Olympiacos non basta il veterano Vassilis Spanoulis (12 punti e 5 assist); il top scorer è Matt Lojeski con 14 punti, ben 10 rimbalzi per Khem Birch che chiude anche con 6 punti e il 50% dal campo. Il Real Madrid dunque è la prima squadra a vincere in questa nuova Eurolega; tra domani e venerdì si giocano tutte le altre partite della prima giornata.

Sta finalmente per cominciare al Barclay Card Center e, con la palla a due di questa partita, si inaugura anche la stagione 2016-2017 di basket Eurolega. Grande attesa per il debutto della nuova formula, grande attesa per queste due squadre che rappresentano al meglio l’élite del basket continentale e che negli ultimi 20 anni hanno vinto cinque volte l’Eurolega (il Real Madrid nel 1995 e 2015, l’Olympiacos nel 1997, 2012 e 2013) e che sono sempre arrivate, o quasi, a giocare la Final Four. Quest’anno non ci saranno partite abbordabili: il taglio delle squadre e il girone unico da 16 formazioni impediscono di tirare il fiato anche solo per una serata, e soprattutto all’inizio della stagione bisognerà mettere punti in cascina per non trovarsi a dover rincorrere in seguito, quando il calendario sfavorevole o uno stato di forma non ottimale potrebbero essere decisivi in negativo. Ora parola al parquet per Olympiacos-Real Madrid: la prima partita dell’Eurolega 2016-2017 di basket al Barclay Card Center sta per cominciare.

Il grande spettacolo di Real Madrid-Olympiacos è ormai dietro l’angolo; diamo allora uno sguardo a come è cambiato il roster dei blancos nel corso dell’estate. I padroni di casa del Real Madrid sono una delle favorite per la vittoria finale, a distanza di due anni dall’ultima vittoria, conquistata con in panchina coach Pablo Laso e con molti giocatori ancora nelle sue file quest’anno. Gli spagnoli si presentano al via della competizione dopo aver vinto nella scorsa stagione sia la Liga ACB che la Copa del Rey, ma in campo europeo hanno deluso venendo esclusi dalle Final Four, ed ora vogliono tornare a primeggiare. Laso è stato confermato sulla panchina del Real Madrid per il quinto anno consecutivo, ha visto partire uno degli spagnoli più carismatici, Sergio Rodriguez, tornato in NBA, ma ha comunque una squadra completissima in ogni reparto, dove potrebbe sbocciare definitivamente il classe 1999 sloveno Luka Doncic, già nel roster la scorsa stagione e che in questa avrà inevitabilmente maggiore spazio.

È l’opening game dell’edizione 2016-2017 di basket Eurolega e si gioca nella capitale spagnola mercoledì 12 ottobre alle 21.00, E’ il primo incontro dell’Eurolega con il nuovo formato a girone unico con 16 squadre, un vero e proprio campionato europeo con la presenza di tutte le formazioni più forti del continente. Questa gara è anche la riedizione della finale dell’edizione 2015 di Eurolega che vide la vittoria degli spagnoli. 

Nel reparto guardie partiranno in quintetto Sergio Llull, vero leader e trascinatore dei “blancos”, insieme a Carroll, mentre il nuovo acquisto Draper, di ritorno a Madrid dove era stato tre stagioni fa, con Doncic e lo specialista difensivo Taylor usciranno dalla panchina. Anche nel settore delle ali il leder è uno spagnolo, Rudy Fernandez, seppure Laso usi molti quintetti diversi; il cambio di Fernandez è il lituano Maciulis, visto anche a Milano, mentre in ala grande la partenza in quintetto di Felipe Reyes non è sicura visto l’arrivo di Anthony Randolph che arriva in Spagna dopo l’eccellente stagione disputata al Lokomotiv Kuban.

In questo ruolo presente anche l’espertissimo argentino Nocioni. Sottocanestro il Real Madrid è riuscito a tenersi stretti il messicano Ayon, uno sembrava essere pronto a tornare in NBA, ha aggiunto l’ex Siena ed Olympiacos, Othello Hunter che si trova così subito di fronte i suoi ex compagni. Del reparto lunghi fanno parte anche Trey Tompkins e l’altro giovanissimo, classe 1999, Radoncic, che in questa stagione vedremo poco in campo, ma sarà una delle certezze future di questo sport. In definitiva per Pablo Laso una scelta quasi infinita, con la sicurezza di non abbassare mai il livello di tecnica e fisicità con qualunque quintetto base schierato in campo.

Nel reparto guardie della squadra greca conferma per il “cervello” Vassilis Spanoulis, giunto al suo settimo anno con la formazione del Pireo, che dovrebbe giocare in quintetto insieme all’altro giocatore di casa, Mantzaris. A completare il reparto l’italiano Hackett, molto cresciuto nel corso della scorsa stagione, lo statunitense Erick Green, nuovo acquisto dell’Olympiacos, e due giovani, uno già rodato come Athinaou ed il ventenne Vassilis Toliopoulos.

In ala piccola parte in quintetto l’americano con passaporto belga Matt Lojeski, che sembra ritornato in forma dopo i problemi fisici della scorsa stagione. Il cambio sarà Kostas Papanikolau, che nella scorsa stagione, dopo qualche mese in NBA è tornato a giocare in patria. In ala grande non si discute il posto da titolare di uno degli eroi dei due titoli di Eurolega consecutivi negli anni 2012 e 21013, Printezis, a cui daranno il cambio dalla panchina altri due greci, Papapetrou e Agravanis entrambi 22enni. 

L’Opening Game di Eurolega Real Madrid-Olympiacos sarà trasmesso in diretta tv su Sky, con collegamento alle 21.00 sul canale 204, Fox Sport HD, preceduto dal prepartita dalle ore 20.30; tutti coloro che non fossero in possesso di un televisore potranno comunque avvalersi del servizio di diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori