Diretta/ Olympiacos-Olimpia Milano (risultato finale 91-81): Simon 16, Raduljica 14. Primo ko EA7 (Basket, Eurolega, oggi 25 ottobre 2016)

- La Redazione

Diretta Olympiakos-Olimpia Milano: info streaming video e tv. Risultato live della partita di basket della 3^ giornata di Eurolega, oggi 25 ottobre 2016.

OlimpiaMilano_gruppo
Foto LaPresse

Alla Peace and Friendship Arena di Atene arriva la prima sconfitta stagionale per la EA7. Una sconfitta che ci sta: al Pireo non sarà facile per nessuna formazione di Eurolega, e del resto la squadra di Jasmin Repesa si era già portata avanti con la vittoria sul campo del Darussafaka Dogus, che tanto per la cronaca oggi ha vinto a Kazan. E’ dunque 2-1 il record Olimpia dopo tre giornate: di tutto rispetto e ancora in positivo in attesa di andare a sfidare il Real Madrid tra due giorni. La partita contro l’Olympiacos scivola via lenta ma inesorabile: Milano è -5 all’intervallo lungo, segna ancora 20 punti nel terzo periodo riuscendo ad arrivare all’ultima sirena con uno svantaggio in cifra singola (61-70) nonostante il mitragliamento da oltre l’arco dell’ex Siena Erick Green. Poi però l’attacco Olimpia si inceppa, l’Olympiacos trova anche i punti del grande ex Daniel Hackett e di Matt Lojeski (10 punti a testa), fin lì piuttosto silenti, e quando anche Vassilis Spanoulis inizia a produrre (chiuderà con 16 punti e 4 assist) la squadra greca saluta e se ne va. Finisce dunque con una sconfitta, ma questa Milano che trova 14 punti e 8 rimbalzi da Miroslav Raduljica e soprattutto 13 punti da uno Zoran Dragic sempre più presente, dimostra ancora una volta di avere un roster profondissimo e di potersela giocare con tutte. A cominciare giovedì dal Real Madrid, clamorosamente in difficoltà in casa contro il Baskonia di Andrea Bargnani.

Olympiacos-Olimpia Milano 46-41: al termine del secondo quarto alla Peace and Friendship Arena la EA7 è totalmente in partita contro la formazione greca. Ci sono 10 punti di Alessandro Gentile che tira 5/9 dal campo e distribuisce anche 3 assist; Milano tira poco da oltre l’arco (2/6) ma resta in partita anche grazie alle polveri bagnate dell’Olympiacos, 4/12 da 3 punti. Il conto dei rimbalzi sorride di poco ai greci (16-14 con 4 di Georgios Printezis che ci aggiunge 5 punti), ci sono 9 punti di Vassilis Spanoulis comunque contenuto piuttosto bene dalla difesa milanese. Sembra essere in palla Miroslav Raduljica: 6 punti e 4 rimbalzi per il centro serbo ma l’Olimpia ha già mandato a referto 9 giocatori, l’unico a non aver ancora segnato è Awudu Abass che però ha giocato appena 20 secondi senza prendersi tiri. C’è insomma partita: staremo a vedere come andranno le cose nel terzo e quarto periodo, l’Olimpia punta a vincere la terza gara in questo inizio di Eurolega.

Prende il via: sta per iniziare la partita valida per la terza giornata dell’Eurolega. Al Pireo sfida non semplice per una EA7 che è ancora imbattuta in stagione e che adesso punta alla terza vittoria in questa competizione che sta rivelando tante sorprese e che è molto livellata avendo ridotto il numero delle squadre. Riuscirà Jasmin Repesa a espugnare il campo di una delle squadre più forti d’Europa? L’Olympiacos al momento è 1-1 ma ha già perso nettamente in casa del Real Madrid, squadra che l’Olimpia andrà a sfidare tra due giorni; a noi adesso non resta che stare a vedere come andrà a finire questa partita, il fischio d’inizio al Peace and Friendship Stadium di Atene è alle ore 20.

Sia l’Olympiacos che l’Olimpia Milano, protagoniste questa sera nella 3^ giornate di Eurolega, da anni ormai frequentano assiduamente i circuiti europei del basket maschile, ricevendone anche ampie soddisfazioni. Non deve perciò sorprendere la ricchezza dello storico testa a testa che lega le due formazioni: dal 2005 a oggi infatti le due squadre si sono incontrate nelle coppe europee ben 12 volte e il bilancio purtroppo è ampiamente favorevole i greci con 9 vittorie totali. L’ultimo precedente risale allo scorso 3 dicembre 2015 in occasione della 8^ giornata di Eurolega, dove l’Olympiacos, dominante in tre quarti sui 40 minuti regolamentari vinse l’incontro affermandosi per 73  a 63 sull’Olimpia Milano. Tra i migliori giocatori di quell’incontro segnaliamo sicuramente per l’Olympiacos Strawberry e Milutiniv, autori rispettivamente id 16 e 12 punti, mentre per il roster dell’Olimpia Milano, i migliori realizzatori furono  Cinciarini e Jenkisn, che segnarono a sua  volta 12 punti ciascuno. 

Nella terza giornata della Eurolega l’impegno dell’Olimpia Milano è di nuovo in trasferta, passando dal parquet di una delle realtà emergenti, quello del Darussafaka di Blatt a quello della Peace and Friendship Arena, campo di casa di una delle grandi di Eurolega, l’Olympiacos Pireo del grande Vasilis Spanoulis. Il play greco, insieme a Printezis è stato il grande protagonista della vittoria della formazione di Sfairopoulos contro l’Efes Istanbul, che è arrivata dopo il tonfo abbastanza pesante dell’opening game sul campo del Real Madrid. Al Pireo Milano ritrova in maglia biancorossa anche l’ex Daniel Hackett, che è alla sua seconda stagione nelle file dell’Olympiacos. Si i due greci sono stati i principali artefici del successo dei padroni di casa, dall’altra parte c’è un Milan Macvan che è risultato MVP della gara disputata contro il Darussafaka, con il solo neo del tecnico per proteste che ha preso a 1 minuto e 20 secondi dalla fine e che avrebbe potuto vanificare tutto il lavoro della formazione di Jasmin Repesa, che ha guidato il match praticamente per tutti i 40 minuti. 

Dalla terna arbitrale Sasa Pukl (Slovenia), Fernando Rocha (Portogallo), David Romano (Israele) è la partita di basket in programma per oggi alle ore 20.00 allo stadio Peace and Friendship del Pireo, valida per la 3^ giornata della Eurolega 2016-2017. L’Olimpia Milano ha iniziato bene la sua avventura nella nuova Eurolega, e con soli 3 punti di scarto complessivi ha vinto entrambe le gare disputate, ottenendo così la prima posizione accanto alle altre tre formazioni che si sono imposte nelle prime due giornate, le due finaliste della passata stagione, CSKA e Fenerbache, ed il Real Madrid. 

Nella gara casalinga contro l’Efes, l’Olympiacos arrivava molto carico dopo aver vinto il derby di campionato con il Panathinaikos, mandando così subito in archivio la sconfitta di Madrid. I greci sono stato autori dell’unica vittoria con uno scarto maggiore di 7 punti della seconda giornata, che dimostra ancora una volta il grande equilibrio che esiste in questa lega. Il vantaggio poteva essere maggiore, ma i greci hanno avuto un momento di stanchezza tra il secondo e terzo quarto, che ha permesso ai turchi di ritornare vicino, pur non andando mai sotto i 6 punti di distanza.

Il talento di Spanoulis si mette in evidenza fino dal primo periodo che si chiude con i greci a + 12 solo per i canestri di Osman che danno un po’ di fiducia ai suoi. Padroni di casa che scappano anche a + 19 nella seconda frazione e Efes che torna sotto dopo un provvidenziale timeout di Perasovic, per il – 8 dell’intervallo. Inerzia favorevole ai turchi anche dopo l’intervallo, ma poco dopo è di nuovo Olympiacos e + 11 alla fine del terzo quarto, e poi un + 24 alla fine, con l’Efes che nell’ultimo periodo abbandona tutte le velleità di battaglia. Nelle file dei greci doppia cifra anche per un buon Lojesky e buona prestazione anche per Hackett, partito dalla panchina. 

Nella gara del secondo turno, ad Istanbul, l’Olimpia Milano ha comandato per quasi tutta la durata della gara, ma non è mai riuscita a staccare i turchi, con Blatt che ha messo in atto tutte le sue alchimie tattiche ben conosciute per imbrigliare il gioco dei milanesi. Macvan è stato il migliore dei suoi, ma anche la prestazione di Hickman contro quello che era stato il suo tecnico quando ha vinto l’Eurolega con il Maccabi, è stata importante. Kalnietis è rientrato quasi a tempo pieno ed è stato determinante nel finale con una tripla dal peso specifica grandissimo nel momento che poteva essere di crisi. In generale tutta la squadra ha risposto bene alle sollecitazioni del coach il cui lavoro più difficile è senza dubbio la gestione di un gruppo così quantitativamente numeroso. Ed infatti nella partita di campionato di domenica scorsa sul parquet della Leonessa Brescia, il tecnico croato ha dato un turno di riposo a Hickman ed Alessandro Gentile proprio per averli più freschi nella sfida del Pireo. 

La formazione di casa di coach Sfeiroupoulos dovrebbe partire in questa occasione con Spanoulis come play, affiancato nel ruolo di guardia da Mantzaris, con il quintetto base completato da Papanikolau come ala piccola, e dalla coppia Printezis – Birch sottocanestro con quest’ultimo, canadese, come pivot, ed esordiente in Eurolega, e buon rimbalzista, con 2 di media catturati nelle prime due gare. Da parte di Jasmin Repesa si aspetta di vedere sia Hickman che Gentile in quintetto base, con la guardia scelta tra il croato Simon e lo sloveno Dragic, entrambi mortiferi da tre punti, con Macvan ad affiancare Raduljca sottocanestro, potendo poi variare quintetti e soprattutto assetti con gli uomini che escono dalla panchina. 

Ricordiamo che la partita tra Olympiacos e l’Olimpia Milano, valida nella 3^ giornata di Eurolega, attesa per le ore 20.00 sarà visibile in diretta tv sulla piattaforma Sky: la tv satellitare infatti trasmetterà il match sul canale FoxSportHD, presente al numero 204 del telecomando Sky e riservato ai soli abbonati al servizio. Sarà quindi assicurata anche la diretta streaming video dell’evento tramite l’applicazione SkyGo, disponibile per Pc, tablet e smartphone e riservata ai soli abbonati. Sarà comunque possibile ricevere aggiornamenti sull’andamento e il risultato live del match tramite il sito ufficiale della Eurolega all’indirizzo www.euroleague.net.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori