Diretta/ Aek Atene-Sassari (risultato finale 76-58): non bastano i 17 di Johnson-Odom, Dinamo sconfitta (basket Champions League, 8 novembre 2016)

- La Redazione

Diretta Aek Atene-Dinamo Sassari, info streaming video e tv: risultato live della partita che si gioca per la quarta giornata del girone E della Champions League di basket 2016-2017

JoshCarterSassari
Foto LaPresse

Aek Atene-Sassari 76-58: non bastano i 17 punti di un Darius Johnson-Odom che nel secondo tempo alza la voce, il Banco di Sardegna esce nettamente sconfitto dalla difficile trasferta in Grecia e scende così ad un record di 2-2 nel girone di Champions League. Era questa la partita più difficile del girone: l’Aek Atene ancora imbattuto ha dimostrato la sua superiorità e, controllando nel secondo tempo (chiuso comunque con soli 3 punti di svantaggio), si è preso la quarta vittoria in altrettante partite, di fatto assicurandosi la qualificazione al prossimo turno. Jawad Williams si ferma ai 15 punti del primo tempo risultando comunque il miglior marcatore dei suoi, Roko Ukic chiude con 11 punti e 8 assist e anche Dusan Sakota (ex di Pesaro e Varese) dà il suo contributo con 8 punti e 4 rimbalzi. Sassari perde la sfida sotto i tabelloni (6 rimbalzi per Tautvydas Lydeka) e le sue 15 palle perse (6 del solo Johnson-Odom) sono troppe per pensare di contrastare l’Aek, così come il pessimo 4/20 dalla linea dei 3 punti. Ad ogni modo la Dinamo resta in piena corsa per la qualificazione al prossimo turno, a patto però che dimentichi in fretta questa serata.

Aek Atene-Dinamo Sassari 47-24 all’intervallo: sconfitta pesante all’intervallo per il Banco di Sardegna che dopo 20 minuti si trova sotto di 23 punti contro la capolista del girone E, che si avvia dunque verso la quarta vittorie in altrettante partite. Per il momento ci sono 15 punti di Jawad Williams per l’Aek Atene, ma soprattutto Roko Ukic (nella scorsa stagione si è diviso tra Varese e Cantù) ha già portato in dote 7 assist. Fatica Sassari a rimanere in partita: due pesanti parziali per ogni periodo ma percentuali basse e tantissimo sudore per segnare appena 24 punti, con una proiezione che direbbe 48 sul finale di partita. Ci sono 9 punti di Dusko Savanovic, 5 di Brian Sacchetti e 4 con altrettanti rimbalzi di Tautvydas Lydeka; tuttavia Josh Carter è ancora a quota zero e questo è decisamente un fattore negativo per la squadra di Federico Pasquini, che dovrà certamente fare una grande impresa per prendersi la vittoria.

A poche ore dal fischio di inizio di Aek Atene-Sassari, studiamo quale sia la situazione del girone ricordando che le prime quattro accedono ai playoff insieme alle migliori quinte. A comandare è il Besiktas, che ha vinto tutte le sue partite con uno scarto medio di 14 punti esatti; alle spalle della formazione turca, come abbiamo già detto, ci sono proprio Aek e Banco di Sardegna (2-1) con la differenza che la differenza canestri dei greci è +55 mentre quella della Dinamo è al momento +23. Sempre con 2-1 c’è il Partizan Belgrado, che paga il -15 di Istabul e per il resto ha vinto sempre di misura. C’è insomma margine per qualificarsi agilmente; vero è anche che la Dinamo ha perso l’unica partita giocata in trasferta (in volata, sul campo dello Szolnoki Olaj) e che deve ancora giocare entrambe le partite contro il Besiktas (quella di andata sarà la prossima settimana), dovendo quindi affrontare tutte le quattro sfide potenzialmente più ostiche (ci sono anche quelle contro lo stesso avversario di questa sera), mentre l’Aek Atene ha già giocato l’andata con il Besiktas, peraltro perdendola alla OAKA Olympic Indoor Hall (78-88). Tra le squadre che seguono in classifica, Charleroi è già stato battuto di 20 punti dal Banco di Sardegna, preoccupa lo Szolnoki in virtù della prima sfida diretta persa e lo Zielona Gora, che lo scorso anno era in Eurolega (2-8 al primo turno) può sempre riprendere la marcia.

Aek Atene-Sassari si gioca alle ore 20 presso la OAKA Olympic Indoor Arena; è valida per la quarta giornata del girone E di basket Champions League 2016-2017 e mette a confronto due squadre che sono appaiate in classifica, avendo colto due vittorie e una sconfitta nelle prime gare del torneo.

Una trasferta su un campo “caldo”, come lo sono storicamente tutti quelli greci, contro una delle formazioni della capitale greca, che gioca nell’impianto di Oaka. Proprio in questa arena la formazione greca ha perso nell’ultima gara disputata, contro la capoclassifica turca, per 78 – 88 dopo aver battuto nelle prime due gare in casa gli ungheresi dello Szolnoki ed in trasferta lo Charleroi, probabilmente le due formazioni più deboli del girone.

Per Sassari la vittoria contro i belgi dell’ultima giornata era stata preceduta da un successo casalingo, all’esordio, contro lo Zielona Gora, e da una sconfitta, a sorpresa, proprio sul campo dello Szolnoki di 1 solo punto. Nei rispettivi campionati entrambe le formazioni hanno riportato un successo nell’ultimo turno, con l’AEK che ha battuto in casa 80 – 62 il Rethymno, mentre la Dinamo Sassari, che era impegnata in trasferta a Pistoia, si è imposta di un punto, 68 – 69 al termine di una gara molto combattuta. In classifica la formazione allenata da Jure Zdovc, con un passato da ottimo giocatore, anche in Italia, è sorprendentemente al primo posto da sola, dato che il Panathinaikos ha perso una delle 5 gare disputate, mentre l’Olympiacos, tuttora imbattuto, ha giocato una gara in meno.

La squadra di Pasquini, nel campionato italiano, si trova al quarto posto insieme alla Juve Caserta con 8 punti, frutto di quattro successi e due sconfitte. Un match che risulta molto ostico, visto che la formazione greca, che ha nelle sue fila molti uomini esperti dell’Eurolega, è una delle favorite per il passaggio del turno. 

Nell’ultima gara disputata, contro il Besiktas, i greci hanno vinto un solo quarto, il terzo, mentre sono andati sotto negli altri 3. L’ala Dusan Sakota, partendo dalla panchina, è stato il miglior realizzatore dei suoi, con il solo Vasileiadis oltre a lui in doppia cifra, a quota 13. L’Aek ha fornito una prestazione da 20 assist ma ha nettamente perso il confronto al rimbalzo con i turchi, 25 – 40, e questa è stata una delle cause della sconfitta casalinga. 

La Dinamo Sassari invece ha battuto facilmente al PalaSerradimigni i belgi dello Charleroi. La formazione di Pasquini sono riusciti a riprendersi immediatamente dopo la inopinata sconfitta in Ungheria contro lo Szolnoki, trovando da questo successo anche un buon morale in vista del turno successivo, molto importante per la qualificazione alla seconda fase. La formazione sarda ha avuto i suoi uomini migliori nel play croato, Stipcevic, che ha chiuso con 14 punti e con una valutazione di 21, e nell’altro play, Johnson Odom a quota 22, ai quali si è aggiunto il sempre positivo Savanovic, che ha messo a segno 18 punti.

Una gara che Sassari ha interpretato fin dall’inizio con la giusta aggressività, ritrovando lo smalto dei giorni migliori. Per coach Pasquini è stato importantissimo l’apporto che è arrivato da parte della panchina ed in particolare dei giocatori italiani, compreso Brian Sacchetti che era al rientro dopo il problema accusato alla caviglia. Per lui partenza in quintetto e gara molto solida. Devecchi come di consueto ha fatto una grande prova difensiva, mentre Carter e Lideka si sono dati da fare sia ai rimbalzi che in fase offensiva mettendo a segno rispettivamente 12 e 10 punti. Buono l’impatto, dalla panchina, anche di Monaldi, che coach Pasquini ha impiegato per 14 minuti. Alla fine il punteggio, contro la squadra del coach italiano, Fulvio Bastianini, è stato di 95 – 75.

Il quintetto base della formazione di casa prevede come play il croato Ukic, visto in Italia sia nella Virtus Roma che a Cantù, e già protagonista in molte competizioni europee e con la sua nazionale, i greci Vasileiadis, come ala piccola, Larentzakis come guardia, Mavroeidis, in posizione di centro, e l’americano Jawad Williams come ala grande. Altri giocatori con minutaggi importanti per coach Zdovc sono l’ala Sakota, il cambio del play, Dixon, americano con passaporto georgiano, il centro di riserva Charitopoulos, e la giovane guardia montenegrina Ivanovic.

Coach Federico Pasquini risponde schierando in partenza un quintetto tutto straniero, mettendo Johnson-Odom a gestire il gioco, con accanto a lui Lacey come guardia, affidandosi a Josh Carter come ala piccola e con Savanovic e Lydeka come lunghi.

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Aek Atene-Dinamo Sassari, e dunque non sarà disponibile nemmeno una diretta streaming video per questa sfida; per ogni aggiornamento e informazione utile potrete in ogni caso consultare il sito ufficiale della Champions League di basket, che trovate all’indirizzo www.basketballcl.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori