Diretta/ Pesaro-Torino (risultato finale 65-66), Jones segna 23 punti, Wilson a quota 20 (basket Lega A oggi 29 gennaio 2017)

- La Redazione

Diretta Pesaro-Torino: info streaming video e tv, orario e risultato live. La partita di basket Lega A è in programma domenica 29 gennaio 2017, palla a due alle ore 18:15

alibegovic_schiacciata_torino
Mirza Alibegovic, 24 anni, guardia di Torino (LAPRESSE)

Due dei migliori giocatori del campionato saranno a minuti in campo all’Adriatic Arena per il match tra Pesaro e Torino. Si tratta dei due pivot titolari: il pesarese Jarrod Jones e DJ White della squadra piemontese. Jones è uno dei nuovi stranieri più influenti: per lui 19,3 punti (terzo marcatore del torneo), 9,8 rimbalzi (secondo rimbalzista) con il 53,2% al tiro da 2 e il 79,1% ai liberi. Cifre che testimoniano la sua centralità nel sistema di gioco di coach Piero Bucchi, che in loti ha trovato un riferimento offensivo ed un ancora difensiva costante. Per quanto ancora non troppo intimidatore, come dimostra la media di 0,4 stoppate, Jones rimane una presenza con cui fare sempre i conti. Idem dicasi per il suo collega di Torino, DJ White, che viaggia a cifre leggermente inferiori: 17,7 punti, 8,3 rimbalzi e 67,7% a cronometro fermo, mentre la percentuali da 2 e 3 punti risultano migliori (rispettivamente 59,9% e 47,4%). In particolare spicca il 9/19 nelle triple, dato che rende White un tiratore ‘occasionale’ ma non del tutto peregrino: se il centro di Torino riuscisse a portare Jarrod Jones lontano da canestro, per la FIAT potrebbero aprirsi più spazi interessanti in area. Da segnalare il ritorno all’Adriatic Arena di Chris Wright, playmaker USA e protagonista nella stagione di Torino: fu proprio Pesaro a portarlo in Italia per prima, nel gennaio 2015 (poi anche l’esperienza a Varese dell’anno scorso).  

Per Pesaro sono 74,5 i punti segnati a partita, che si contrappongono agli 82,2 di Torino: quello della Consultinvest risulta l’attacco meno prolifico del campionato. A livelli di percentuali realizzative, la differenza più sensibile si registra nel tiro da 3 punti: 32,4% per Pesaro, che infila in media 7 triple su 22, 36,9% per Torino che tenta 23 bombe a partita segnandone oltre 8. A rimbalzo invece le due squadre producono un bottino simile: per entrambe 9,1 palloni catturati sotto il canestro avversario, mentre i 27,1 rimbalzi difensivi portano il fatturato totale di Torino a 36,3, superiore rispetto al 33,2 di Pesaro che alla voce nel proprio pitturato conquista 24,1 rimbalzi di media. Quasi congruente il computo degli assist: sono 13,8 per Pesaro e 14,1 per Torino, che ha in Chris Wright il quarto miglior passatore del campionato (6 assist dei media per lui). Coach Bucchi tende a suddividere le incombenze di regia tra Marcus Thornton, talentoso ma ancora un po’ discontinuo, e Ryan Harrow, ma anche la guardia Brandon Fields può calarsi nel ruolo sfruttando le buone doti di passatore. A Torino invece l’attacco ruota attorno alla creatività e al ritmo di Chris Wright, capace di fare il bello e il cattivo tempo nella metacampo offensiva.

Sarà diretta dagli arbitri Massimiliano Filippini, Gianluca Sardella e Valerio Grigioni. La sfida tra Consultinvest Pesaro e Fiat Torino, valida per la seconda di ritorno del basket serie A1, mette di fonte la terzultima della classifica con 10 punti all’attivo e solo due di vantaggio sulla coppia in coda formata da Vanoli Cremona e OpenjobMetis Varese, e la decima, che con i suoi 16 punti all’attivo è inserita nel gruppetto di cinque formazioni a pari merito che si stanno contendendo gli ultimi posti tra le prime 8 della classifica.

La gara tra la formazione di Bucchi e quella di Vitucci è in programma alle ore 18:15 di domenica 29 gennaio, e per la Consultinvest rappresenta una tappa importantissima, visto che i pesaresi arrivano da tre gare perse delle ultime quattro, con il solo successo casalingo contro Capo D’Orlando, mentre la Fiat Torino è galvanizzata dal successo di domenica scorsa sulla Sidigas Avellino, terza in classifica. Nella gara di andata del PalaRuffini vittoria abbastanza risicata per la formazione di Vitucci, che si impose per 83–79, con un ultimo quarto da 30–18 che le permise di recuperare tutto lo svantaggio accumulato al 30esimo, 53–61.

Anche i primi due quarti si erano conclusi con la formazione ospite avanti nel punteggio, ma il perentorio sprint finale della formazione di Frank Vitucci riuscì a ribaltare le carte in tavola. Per la Fiat Torino grande gara dell’accoppiata Wrigth–Withe, con 18 e 26 punti rispettivamente, e doppia cifra finale anche per Deron Washington e per il giovane Mirza Alibegovic. Nelle fila pesaresi Jones con 22 punti, Fields con 18 e Thornthon con 10 chiusero in doppia cifra la gara.

Nella prima di ritorno Pesaro ha subito una sconfitta pesante per mano della sempre più efficace Germani Brescia. 99-68 il punteggio per la squadra di casa, con un super Luca Vitali da 19 assist, nuovo record italiano, affiancato molto bene dal fratello Michele che ha chiuso con 21 punti segnati. Domenica scorsa, Pesaro non è riuscita a reagire alla grande partenza della formazione di coach Diana, ed anche i cambi eseguiti da Piero Bucchi, compresi quelli dalla difesa a uomo a quella a zona, non hanno sortito effetti, con il punteggio che al termine del primo quarto era già sul 31–17. La festa delle triple in casa Brescia è proseguita anche nel secondo quarto, e Pesaro ha perso anche alcuni palloni per infrazione dei 24 secondi.

All’intervallo Brescia era sopra di 20 punti, 53–33 e nessuno nelle file di Pesaro è parso essere in grado di provare a rimontare. Dopo il +28 di fine terzo quarto, l’ultimo è stato solamente in lungo “garbage time” con le due formazioni che hanno pensato innanzitutto a non trovare infortuni. Per coach Bucchi in doppia cifra solo Thornthon e Jones. La Fiat Torino nella prima di ritorno si è trovata di fronte un ostacolo difficile, la Sidigas Avellino, ma è riuscita a superarlo grazie soprattutto alla partita sontuosa del suo playmaker, Chris Wright. Per lui 26 punti a referto a fine gara e 28 di valutazione.

La gara del PalaRuffini è stata quasi sempre in equilibrio, con Vitucci che alla fine ha potuto incamerare la vittoria contro la sua ex squadra anche grazie alle giocate di White e Washington che hanno offerto il solito contributo in punti e solidità difensiva. Primo quarto con Torino partita rincorrendo Avellino, ma trovando anche il +4 nel corso della frazione che si è chiusa sul 21–20 per i padroni di casa. Nel secondo periodo tra break e contro break la gara è rimasta sempre in equilibrio, tanto che il +1 interno è stato confermato all’intervallo lungo.

Nella terza frazione agli spunti di Washington e Wright ha risposto Avellino con Leunen e Ragland, ma il risultato non si è sbloccato per nessuna delle due formazioni con la Fiat che comandava di 2 alla terza sirena. In apertura di quarto periodo il massimo vantaggio per la Fiat, +8, e poi il controllo della gara anche perché Avellino non ha capitalizzato le occasioni dalla lunetta. I quintetti in campo all’Adriatic Arena dovrebbero vedere coach Bucchi con Fields, Jasaitis, Jones, Nnoko e Harrow, mentre per la Fiat Torino il quintetto ormai standard per coach Vitucci, che comprende Wright, Harvey, Washington, Wilson e White.

La partita di basket tra Consultinvest Pesaro e FIAT Torino sarà trasmessa in diretta tv dall’emittente Rete7, che salvo variazioni di palinsesto trasmetterà il match anche in diretta streaming video sul proprio sito internet, www.rete7.it. Aggiornamenti sul risultato della sfida saranno disponibili sul sito internet ufficiale www.legabasket.it, che metterà a disposizione una schermata play-by-play della partita con punteggio e statistiche in tempo reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori