DIRETTA / Siena Napoli (85-79) streaming video e tv, risultato finale. Finita! (basket A2 Ovest)

Diretta Soundreef Siena Cuore Basket Napoli: info streaming video e tv, orario e risultato live della partita valida per la quarta giornata del girone Ovest nel campionato di A2 2017-2018

21.10.2017 - Claudio Franceschini
Pallone_basket_lapresse_2017
Diretta Siena Treviglio, basket A2 Ovest (Foto LaPresse)

DIRETTA SIENA NAPOLI (RISULTATO FINALE 85-79): FINE ULTIMO QUARTO E SUPPLEMENTARI

Nell’ultimo quarto Siena parte forte, subito deciso a prendersi la posta in palio. Napoli, nonostante i diversi cambi non riesce a mantenere il ritmo degli avversari. Si va sul 55-51 dopo un solo minuto. Gli ospiti dopo un rapido time-out provano a riprendere in mano la situazione ma nel frattempo i padroni di casa si sono convinti di potercela fare: 58-54. Batti e ribatti, Siena resta a + 4. Gli ottimi segnali lanciati dai toscani nel terzo quarto trovano conferma in quest’ultimo atto del match. Tutta un’altra prestazione rispetto all’inizio del match. Napoli però è un avversario ostico e non ne vuole sapere di mollare: 62-61, a metà quarto. La partita si fa spettacolare con il risultato sempre più in bilico. Strappo decisivo del Siena al minuto 37: 67-63. Napoli però non ci sta e con forza effettua il sorpasso a un minuto dallo scadere: 69-71. Tante pause nell’ultimo giro d’orologio, Siena riesce in extremis a trovare il pari. Nei tempi suuplementari Siena domina andando subito sul 78-71. Napoli prova a rifarsi sotto diminuendo lo svantaggio e andando sul 78-77. I padroni di casa hanno la meglio nel finale. Il risultato definitivo è di 85-79.

FINE TERZO QUARTO

Napoli torna in campo con convinzione e determinazione. Siena prova a rifarsi sotto ma ci mette troppa fretta e poco ragionamento. Ospiti abili a concretizzare le occasioni a disposizione: si va sul 32-41. Napoli appare chiaramente più attento e determinato mentre Siena vive di folate d’orgoglio. Non basta. Nella seconda parte del terzo quarto però i partenopei sbagliano parecchio riportando clamorosamente in partita gli avversari: 40-45. Siena quasi quasi ci crede e fa bene perchè si va sul 47-48. Molto probabilmente è la condizione fisica a fare la differenza in questa fase del match. Napoli prova a ricompattarsi con un time-out. I partenopei riescono a chiudere il terzo quarto in vantaggio, anche se il distacco è molto ridotto. A dieci minuti effettivi dalla fine il parziale è di 49-52.

FINE SECONDO QUARTO

La Cuore Napoli Basket riesce a controllare le prime battute del gioco. La manovra dei partenopei è rapida e avvolgente. Siena prova ad accorciare le distanze ma senza agganciare gli avversari. Si va sul 13-16. Con il passare del tempo però Napoli si rivela piuttosto imprecisa permettendo così ai padroni di casa di rientrare in corsa: 19-20. Napoli scappa di nuovo trovando grazie anche a una splendida tripla il vantaggio di 3 punti. Siena continua a inseguire, forse preservando le energie per il finale. Napoli segna ma non scappa: 21-25. Per il momento. Sì perchè a due minuti dal termine del secondo quarto Napoli trova il massimo vantaggio: +7. Nel finale Siena crolla fisicamente e i partenopei ne approfittano allungando ulteriormente il loro distacco: 27-34.

FINE PRIMO QUARTO

Nei primi minuti di gara le due squadre si studiano cercando di interpretare le intenzioni avversarie. Siena e Napoli danno vita a una prima fase di gara molto equilibrata: 2-2. I partenopei provano ad allungare trovando diversi punti in contropiede ma ben presto Siena si rifà sotto trovando l’aggancio sul 7 pari. Napoli prova a ragionare facendo circolar palla velocemente. Siena però ribatte colpo su colpo rimanendo sempre aggrappata agli avversari. Si va sul 10 pari. Nella parte finale del primo quarto Napoli commette meno errori degli avversari palla in mano riuscendo a trovare un vantaggio, seppur esiguo. Il primo atto del match si chiude sul 13-16.

LE DICHIARAZIONI

Si alza la palla a due su Siena Napoli: al termine della partita persa a Trapani, il coach della Mens Sana Giulio Griccioli ha fatto un analisi del momento della sua squadra e ha motivato la sconfitta con la scarsa aggressività messa in campo all’inizio della sfida. “Trapani ha trovato così la fiducia che cercava; in trasferta non puoi permetterti di andar sotto di 15-20 e pensare di recuperare”. Cosa che infatti la Mens Sana ha provato a fare, senza però riuscire a completare l’opera; Griccioli poi ha parlato della reazione dei giocatori, che ha descritto come delusi per la prestazione opaca e che sono tornati ad allenarsi “con più durezza”, sottolineando questo aspetto come importante dopo un ko del genere. “Dobbiamo metterci alle spalle questa partita, mandando però a memoria i motivi che ci hanno portato a perdere e lavorando in palestra partendo da questo”. Per quanto riguarda la sfida a Napoli, il coach di Siena ha ammesso come la Cuore Basket non sia attrezzata quanto la sua Soundreef ma non per questo va sottovalutata: “Mettono tanta energia in campo, ha confermato il nucleo della promozione e ha giocatori di esperienza, con giocatori pericolosi sul perimetro come Carter e Vucic”. In più per Griccioli il punto dovrà essere quello di affrontare ogni partita “come se avessimo di fronte i Los Angeles Lakers o i Golden State Warriors”. Dunque parola al campo: finalmente Siena e Napoli stanno per fare il loro ingresso sul parquet del PalaEstra. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE SIENA NAPOLI

Siena Napoli non sarà trasmessa in diretta tv, e non ci sarà una diretta streaming video disponibile per questa partita; il sito ufficiale del campionato, all’indirizzo www.legapallacanestro.com, offre però spunti interessanti e informazioni utili sulle due squadre e sulla gara, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

I PRECEDENTI

Siena Napoli richiama alla memoria sfide epiche in Serie A: la Cuore Basket che affronta questa avventura nel girone Ovest di A2 non è la stessa società di allora, ma rappresenta a oggi il tentativo della città partenopea di tornare grande nel panorama della pallacanestro italiana. L’ultima volta in cui le due squadre si sono incrociate a grandi livelli era il campionato 2006-2007, che peraltro aveva rappresentato il primo dei sette scudetti consecutivi della Montepaschi Siena (al netto delle revoche che sarebbero arrivate dopo); sponsorizzata Eldo, Napoli era arrivata quinta in regular season venendo eliminata dalla Virtus Roma nei playoff (0-3). E’ stato però l’anno prima che, con sponsor Carpisa, la società campana ha dominato: vittoria della Coppa Italia, Lynn Greer miglior marcatore e MVP della regular season chiusa con lo stesso record di Siena (23-11 e terzo posto), Napoli aveva fatto fuori Udine (3-0) e poi aveva perso una semifinale tiratissima con la Fortitudo Bologna, in cui a fare la vera differenza sarebbe stata gara-1 persa al PalaDozza di 2 punti. Di Siena ovviamente c’è poco da dire: il grande ciclo di Simone Pianigiani aveva lasciato spazio a un ultimo giro di giostra a Luca Banchi che era il suo vice, scudetto per il grossetano mentre il suo secondo, Marco Crespi, avrebbe raggiunto una finale perdendola però in gara-7 contro l’Olimpia Milano dopo averla sostanzialmente vinta nella partita precedente. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Siena Napoli, valida per la quarta giornata del girone Ovest di basket A2 2017-2018, si gioca alle ore 20:30 di sabato 21 ottobre. Partita importante per entrambe le squadre, che non sono partite bene e dunque vanno a caccia di riscatto: la Mens Sana ha vinto solo una volta su tre partite anche se lo ha fatto in maniera prestigiosa (+21 contro Agrigento), il Cuore Basket invece è una delle tre squadre – insieme a Virtus Roma e Treviglio – che al momento vanno ancora a caccia della prima vittoria in questo girone Ovest. Dunque il contesto della sfida è chiaro: si cercano punti per la salvezza, al momento non è ancora tempo di guardare ai playoff.

QUI SIENA

La Soundreef non è riuscita a dare seguito alla bellissima vittoria su Agrigento, confermando che il rendimento esterno è ancora tutto da costruire. La sconfitta di Trapani è stata netta al di là di quanto racconti il punteggio: dopo i primi 20 minuti era sotto di 21 punti e solo nel quarto periodo ha provato a ricucire lo strappo, quando ormai la partita era andata. La squadra ha tirato tutto sommato in maniera accettabile ma ha perso la lotta a rimbalzo e concesso il 52% dal perimetro alla Lightouse. Poche le palle perse (7) ma lo sono state in generale nella partita e dunque i tiri a difesa schierata hanno fatto la differenza. Devin Ebanks ha predicato nel buio: 28 punti con 10/18 e 8 rimbalzi, 31 di valutazione ma solo Lorenzo Saccaggi (15) ha avuto un rendimento accettabile in termini di punti segnati, gli altri sono stati troppo molli e non hanno sfruttato le occasioni avute. Serve dunque una ripartenza immediata: ritrovare il Palaestra può rappresentare questo punto di vista un fattore importante per la squadra di Giulio Griccioli.

QUI NAPOLI

Il presidente Ruggiero aveva chiamato a raccolta tutti i tifosi per la sfida a Latina, ma al PalaBarbuto la Cuore Basket è caduta ancora e adesso il futuro si fa nebuloso. Il problema riguarda soprattutto la condizione della squadra, che è anche indebolita dalle assenze: contro Latina la partenza è stata pessima (-9 al 10’) ma all’intervallo lungo Napoli era avanti di 3 punti e al 30’ teneva ancora botta presentandosi in vantaggio all’ultimo quarto. Qui è arrivato il crollo, non tanto nei punti segnati quanto nei 29 concessi all’avversario; Latina ha chiuso con il 57% da 2 punti e il 41& dall’arco, soprattutto ha banchettato a rimbalzo (42 carambole), dimostrando che al momento la fisicità di Napoli è tutta da trovare. Kerry Carter, 28 punti, è risultato essere il migliore dei suoi tirando con il 60% dal campo ma al suo fianco sono stati pochi i giocatori a farsi valere (bene in particolare Roberto Maggio con 7 punti, 5 rimbalzi e 7 assist). Francesco Ponticiello sa bene che adesso la sua Napoli dovrà andare a fare punti un po’ ovunque per provare a salvarsi; a cominciare dunque da Siena, e non sarà affatto semplice.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori